Vodafone: internet in pillole per gli over 50

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 30 SETTEMBRE – L’Italia, si sa, non è certo un paese all’avanguardia ...

ROMA, 30 SETTEMBRE – L’Italia, si sa, non è certo un paese all’avanguardia nell’uso di Internet. A dimostrarlo sono le varie ricerche che, tenendo conto di fattori quali il grado di sviluppo delle infrastrutture informatiche, percentuale di utilizzo di internet da parte dei cittadini e delle imprese, nonché accesso, uso e competenze ICT (Information and Communication Technology, ndr), puntualmente collocano il nostro paese in posizioni imbarazzanti. A preoccupare è anche il divario esistente tra le persone “digital native”, ossia quelle nate e cresciute nel pieno della diffusione di internet, e quelle che invece restano ancora spaesate dinanzi a termini quali browser, chat, post, o addirittura social network, comprese nella fascia degli over 50.

Alla luce di questo quadro allarmante, non può che essere lodata l’iniziativa “InFamiglia – Internet in pillole” di Vodafone, destinata ai meno esperti. Si tratta di un corso dedicato all’uso del web e teso a mostrarne le potenzialità, ancora sottovalutate persino nei contesti aziendali. Il tour, iniziato ieri, sarà composto nella prima fase da 30 appuntamenti itineranti, partendo da Roma per proseguire a Catania, Pisa, Napoli, Bologna, Milano, Padova, Lecce, Torino, L'Aquila, Cagliari, Reggio Calabria e Matera. Nella seconda fase, l’iniziativa sarà estesa all’intero territorio nazionale. Le lezioni si terranno nelle aule multimediali delle sedi Vodafone e dei suoi partner, e verteranno su temi quali l’uso base del pc, della posta elettronica e del web, nonché su social network e privacy.

Uniche note dolenti: il corso è dedicato solo ad amici e parenti dei dipendenti Vodafone, e ha la durata di un giorno. Difficile che in così poco tempo si riesca davvero ad avvicinare le persone all’uso di internet. Eppure l’iniziativa è notevole, per il semplice fatto di aver preso coscienza del digital divide e tentare di arginarlo, anche attraverso un portale, nonché aver posto le basi per un progetto futuro che, chissà, potrebbe interessare anche altre aziende famose. Inutile nascondere, infatti, che questo tour è anche un’ottima pubblicità per Vodafone.

Luciano Cangianiello
 

InfoOggi.it Il diritto di sapere