Al Waleed, l'uomo più ricco d'Arabia, in carcere per non voler pagare una multa
Estero Campania Roma

Al Waleed, l'uomo più ricco d'Arabia, in carcere per non voler pagare una multa

domenica 14 gennaio, 2018

ARABIA SAUDITA, 14 GENNAIO – Ad inizio novembre scorso, il principe saudita Mohammed bin Salman (conosciuto come Mbs) avviò un giro di vite contro l'illegalità senza guardare in faccia a nessuno: 11 principi, membri della sterminata famiglia reale,e il noto miliardario Al-Waleed bin Talal, furono arrestati con l'accusa di corruzione. [MORE] Quest’ultimo era agli arresti domiciliari all’hotel Ritz Carlton, insieme a oltrre 100 imprenditori, esponenti della casa reale e ministri.

All’inizio di questa settimana, l’uomo più ricco d’Arabia Al Waleed è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza Al Ha'ir, a circa 40 km a Sud di Riad, perché si rifiuta di pagare una multa di un miliardo di dollari.

A pubblicare la notizia sono il tabloid britannico Daily Mail e l'americana Cnbc, che hanno ripreso un articolo pubblicato su un sito di notizie in lingua araba.

Alwaleed è senz'altro titolare di un bottino molto appetibile: il suo patrimonio è stimato in circa 18 miliardi di dollari. Sterminato l'elenco dei settori in cui si muove il 62enne uomo d'affari con i suoi investimenti, che vanno dalle banche agli hotel, dai media alla Silicon Valley. Ex socio di Berlusconi, aveva acquisito circa il 3% delle azioni Mediaset.

Si era anche vantato di avere salvato Donald Trump due volte: la prima comprando nel 1991 il suo yacht, che il tycoon aveva dato ai creditori per un debito di 900 milioni, e la seconda nel 1995 con l'acquisto dell'hotel Plaza di New York, sempre per ripianare i debiti del futuro presidente.

Fonte immagine:blogs-images.forbes.com

Alessia Panariello

 

Autore