Calcio - LND: Nutrizione è Salute in Abruzzo

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
A Chieti la quinta tappa del tour per la campagna di educazione alimentare della Lega Nazionale Dile...

A Chieti la quinta tappa del tour per la campagna di educazione alimentare della Lega Nazionale Dilettanti, organizzata in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva Italiana.
CHIETI, 6 OTTOBRE 2015 - Appuntamento in Abruzzo con Nutrizione è Salute. La campagna di educazione alimentare della FIGC-Lega Nazionale Dilettanti, realizzata con in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva Italiana, ha fatto tappa a Chieti, presso il Centro Commerciale Centauro, in occasione del convegno organizzato dal Comitato Regionale Abruzzo della LND. Si tratta del quinto appuntamento su scala locale organizzato per sensibilizzare le società riguardo i contenuti e le finalità di un'iniziativa che, grazie al patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell'Agricoltura, del Dipartimento per lo sport, del Ministero della Salute, del Ministero dell'istruzione, del Coni e della FIGC, rappresenta l'Italia a EXPO 2015 sul tema dello sport e dell'alimentazione. 

L'obiettivo di Nutrizione è Salute è quello di fornire informazioni utili e supporto nell'ambito della corretta alimentazione coinvolgendo tutti i protagonisti dello sconfinato universo dilettantistico italiano per realizzare un'iniziativa senza precedenti per diffusione sul territorio: decine di migliaia di squadre associate alla LND, 1.200.000 giocatori, 200.000 dirigenti e 1.400.000 famiglie.

Al convegno di Chieti, moderato dal giornalista di Sky Sport Daniele Barone, hanno preso parte il Vice Presidente Vicario della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino, il presidente del Comitato Regionale Abruzzo della LND Daniele Ortolano, l'assessore allo sport del Comune di Chieti Giuseppe Viola ed il presidente di Lanciano Fiera Franco Ferrante.

"La Lega Nazionale Dilettanti sta raccogliendo grandi consensi per questa campagna. Si tratta di un progetto di altissimo valore sociale. Alcuni dei principi fondamentali di Nutrizione è Salute hanno trovato posto nella Carta di Milano, il manifesto collettivo e di sensibilizzazione globale sul ruolo del cibo e della nutrizione. Il 16 ottobre il testo verrà consegnato ufficialmente al segretario dell'ONU Ban Ki-moon. Un traguardo che fornisce la giusta dimensione della nostra iniziativa e che deve riempirci di orgoglio" - queste le parole del Vice Presidente Vicario della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino, che ha aperto la serie d'interventi subito dopo i saluti dell'amministrazione locale.

"In Abruzzo le istituzioni regionali stanno lavorando con impegno sul tema della nutrizione a livello giovanile. Questa campagna si innesta perfettamente in un ampio progetto che coinvolge il mondo scientifico, quello sportivo e la società civile. Per la tutela dei giovani e dei nostri calciatori" - ha aggiunto Daniele Ortolano, presidente del Cr Abruzzo. “Abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa. Dal punto di vista socio-educativo ha una valenza senza pari e si accorda alla perfezione con lo spirito della nostra prossima esposizione agroalimentare” - ha spiegato Franco Ferrante, presidente di Lanciano Fiera.

Subito dopo il convegno è entrato nel vivo con in contributi scientifici. "L'obesità rappresenta un problema mondiale ed anche l'Italia, purtroppo, ne è gravemente colpita. E' necessario creare un ambiente favorevole alla corretta alimentazione ed è strategico fare rete, esattamente come si propone di fare Nutrizione è Salute" - hasottolineato la dottoressa Ester Vitacolonna, dell'Università “Gabriele D'Annunzio” di Chieti-Pescara, preceduta dall'ottimo intervento di Levino Flacco, fiduciario medico del CR Abruzzo. L'esponente della Federazione Medico Sportiva Italiana Evanio Marchesani si è invece soffermato su alimenti ed abitudini funzionali ad una corretta pratica sportiva: "Lo sport riduce obesità e sovrappeso. E nella fase evolutiva è in grado di prevenire l'insorgenza di patologie gravi in età adulta. Ma l'attività fisica deve essere sempre accompagnata dalle giuste quantità (e qualità) di nutrienti”.

Immancabile la testimonianza dal campo, portata stavolta dal tecnico della Virtus Lanciano 1924, Roberto D'Aversa: “A livello professionistico la cura dell'alimentazione è a livelli altissimi. E' però necessario che anche tra i dilettanti si diffondano conoscenze e strumenti in questo ambito. Oltre al ruolo delle società e degli allenatori è fondamentale quello delle famiglie per un modello di sana e corretta nutrizione in ambito sportivo”. Spazio anche gli interventi di Fabio Porta, amministratore delegato di Acquaviva WT, che ha rilanciato alle società abruzzesi il progetto del “punto acqua” e l'iniziativa Webubble (www.webubble.it) e di Silvia D'Alessandro, amministratore unico di San Tommaso Specialità Alimentari.

F.I.G.C. - Lega Nazionale Dilettanti

InfoOggi.it Il diritto di sapere