F1: Austria, Ufficiale Fia conferma vittoria di Verstappen, Ferrari Leclerc seconda

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 30 GIUGNO - L'olandese Max Verstappen, al volante di una Red Bull, ha vinto il gran premi...

ROMA, 30 GIUGNO - L'olandese Max Verstappen, al volante di una Red Bull, ha vinto il gran premio d'Austria di F1, che si è disputato sul circuito di Spielberg. Al secondo posto la Ferrari del monegasco Charles Leclerc. Il podio di oggi è stato completato dalla Mercedes di Valtteri Bottas, quarto Sebastian Vettel con l'altra Ferrari e quinto Lewis Hamilton sull'altra Mercedes. Max Verstappen, vincitore del Gp d'Austria di F1, è sotto indagine per il sorpasso alla Ferrari di Charles Leclerc negli ultimi giri. L'olandese è accusato di avere 'spinto' fuori dalla pista il monegasco, soffiandogli il primato della gara.  

"Dopo quella partenza pensavo che la gara fosse finita, ho spinto a tutta e poi siamo riusciti a tenere un buon passo anche nel rettilineo, dimostrando di poter vincere. E' stata una lotta normale, penso che il risultato debba essere confermato. E' stato tutto regolare, se non si possono fare questi sorpassi, allora è meglio chiudere la F1". Così Max Verstappen, vincitore del Gp d'Austria, parlando a Sky Sport dopo la fine della gara. 

Seguono aggiornamenti
Leclerc, sorpasso Verstappen non è stato sportivo
"Aveva fatto un tentativo nella stessa curva il giro prima, mi aveva lasciato spazio, nel secondo tentativo non mi è sembrato sportivo. Sapevamo che dovevamo andare lunghi con le gomme, loro sono andati forte, ma l'approccio alla gara è stato giusto. Ora voglio sono andare a casa e aspettare il verdetto". Così Charles Leclerc, parlando a Sky Sport, dopo il Gp d'Austria, vinto da Max Verstappen, che è sotto investigazione per il sorpasso al ferrarista.
Seguono aggiornamenti
 Binotto, 'situazione chiara, fiducia in giudici'
"Rabbia non ce n'è, siamo fiduciosi nei giudici. La situazione e gli elementi sono chiari, limpidi. Mi dispiace che Leclerc non sia stato festeggiato come vincitore. Per il momento i regolamenti sono questi, ci sono tutti gli elementi per una decisione semplice: possiamo solo aspettare. Rispettiamo, in ogni caso, la decisione dei giudici". Così Mattia Bonotto, team principal della Ferrari, commenta a Sky Sport il Gp d'Austria, vinto da Max Verstappen e con Charlec Leclerc secondo.
Seguono aggiornamenti
 Verstappen, con Leclerc 'solo' una sfida dura
"Non mi aspettavo di vincere ma, quando arrivi al secondo posto, cominci a pensare di potercela fare. E' andata bene. Sfida con Leclerc? Una lotta. Anch'io al suo posto sarei deluso, ma non c'è stato nulla di sbagliato. Abbiamo duellato col coltello fra i denti. E' stata dura ma, con le gomme, abbiamo qualcosa di più. Cosa mi aspetto dai giudici? Spero nulla". Così Max Verstappen, dopo la vittoria in pista nel Gp d'Austria, parlando a Sky Sport. L'olandese è finito sotto investigazione, però, per un sorpasso 'forzato' nei confronti del ferratista Charles Leclerc.

Seguono aggiornamenti

Ordine d'arrivo e classifiche dopo il Gp d'Austria, nona prova del Mondiale di F1, disputato oggi sul circuito di Spielberg. Ordine d'arrivo: 1. Max Verstappen (Ola/Red Bull) in 1h22'01"822 2. Charles Leclerc a 02"724 3. Valtteri Bottas (Fin/Mercedes) a 18"960 4. Sebastian Vettel (Ger/Ferrari) a 19"610 5. Lewis Hamilton (Gbr/Mercedes) a 22"805 6. Lando Norris (Gbr/McLaren) a 1 giro 7. Pierre Gasly (Fra/Red Bull) a 1 giro 8. Carlos Sainz (Spa/McLaren) a 1 giro 9. Kimi Raikkonen (Fin/Alfa Romeo) a 1 giro 10. Antonio Giovinazzi (Ita/Alfa Romeo) a 1 giro - Classifica Mondiali piloti: 1. Lewis Hamilton punti 197 2. Valtteri Bottas " 166 3. Max Verstappen " 126 4. Sebastian Vettel " 123 5. Charles Leclerc " 105 6. Pierre Gasly " 43 7. Carlos Sainz Jr. " 30 8. Lando Norris " 22 9. Kimi Raikkonen " 21 10. Daniel Ricciardo " 16 11. Nico Hulkenberg " 16 12. Kevin Magnussen " 14 13. Sergio Perez " 13 14. Daniil Kvyat " 10 15. Alexander Albon " 7 16. Lance Stroll " 6 17. Romain Grosjean " 2 18. Antonio Giovinazzi " 1 19. George Russell " 0 20. Robert Kubica " 0. - Mondiale costruttori: 1. Mercedes punti 363 2. Ferrari " 228 3. Red Bull1 " 69 4. McLaren " 52 5. Renault " 32 6. Racing Point " 19 7. Alfa Romeo " 22 8. Toro Rosso " 17 9. Haas " 16 10. Williams " 0.

Seguono aggiornamenti
Leclerc, 'ancora in attesa, finora solo fake'  
Il ferrarista aspetto il verdetto sull'investigazione della "Sono ancora in attesa del verdetto, ma sono contento della mia giornata". Così Charles Leclerc, uscendo dal pullman che ospita i piloti del team Ferrari. Parlando a Sky Sport, il monegasco commenta la fake news che parlava di una sua vittoria, a causa della penalizzazione dei commissari della Fia che, in realtà, ancora non hanno emesso alcun verdetto. "L'ho ricevuta pure io, ovviamente", ha tagliato corto Leclerc. 

Seguono aggiornamenti
La vittoria del GP di Austria rimane a Max Verstappen; Charles Leclerc quindi è secondo. Lo hanno deciso gli steward dopo avere a lungo indagato sul sorpasso che l’olandese della Red Bull ha fatto ai danni del ferrarista monegasco al terzultimo giro con Leclerc messo fuori da un colpo di Max al gomito della curva 3. Dopo il Canada quindi un altro GP è rimasto a lungo sospeso prima della decisione degli steward.

Seguono aggiornamenti
Binotto "Rispettiamo decisione,anche se sbagliata"  
"Rispettiamo la decisione, ma è sbagliata. Bravo Verstappen, ora voltiamo pagina". Così Mattia Binotto, team principale della Ferrari, in conferenza stampa, ha parlato del verdetto della Fia che ha confermato la vittoria di Max Verstappen nel Gp d'Austria di Formula 1. Il ferrarista Charles Leclerc è rimasto secondo nell'ordine d'arrivo. Sorrisi e soddisfazione nella Red Bull, con il team manager Horner apparso ovviamente molto soddisfatto subito dopo l'annuncio della decisione.  

Seguono aggiornamenti
"Credo che Leclerc sia stato spinto fuori. Ma poco conta. Tutti si aspettano una F1 più spettacolare e oggi lo è stata. Ci rifaremo più avanti. Decisione figlia del Canada? La interpreto come un 'in Canada avevamo ragione'. Consideriamo quella una nostra vittoria, ora accettiamo la decisione. Battere i pugni sul tavolo? Non è nel nostro stile, noi dobbiamo farle cambiare le cose in futuro e siamo attivi per questo", ha aggiunto in conferenza stampa Mattia Binotto.

Il team principal della Ferrari aggiunge che "la decisione non era facile". "Vogliamo bene a questo sport e oggi andiamo avanti - sottolinea -. Siamo dispiaciuti anche per la questione delle gomme. Nelle ultime tre gare abbiamo fatto due pole, stiamo facendo dei passi avanti e siamo convinti di aver preso la strada giusta. Affronteremo le prossime gare con lo stesso spirito".  
Verstappen beffa Leclerc, vince in pista e con la Fia La F1 prova a scrollarsi di dosso

l'epiteto di 'Formula noia'. Dopo 8 gare stradominate dalla Mercedes, il Gran premio d'Austria diventa un'escalation di colpi di scena, con un finale thrilling, fra sorpassi, rovesci e polemiche, come da tempo non accadeva. Finisce con la vittoria di Max Verstappen su Leclerc, ma anche con un'indagine della Fia sul sorpasso finale dell'olandese sul ferrarista, che prolunga la corsa sulla pista delle polemiche. Al calar del sole, i commissari 'graziano' l'olandese terribile e gli confermano una vittoria conquistata sull'asfalto. Niente penalizzazioni, nessuna punizione e Charles Leclerc che resta secondo, alle spalle del rivale di sempre.

La gara di Spielberg si preannunciava molto calda, per le alte temperature che l'avevano preceduta, finisce col diventare rovente, perché i due ventunenni Leclerc e Verstappen - appaiati al via sulla prima fila - finiscono per giocarsi il successo negli ultimi giri. Il futuro è adesso, sembrano urlare. Se questo è l'inizio, saranno giochi d'artificio negli anni a venire, fra il monegasco e il pilota olandese. Il ferrarista è in testa fino a pochi giri dal termine, ma il

'Tulipano' della Red Bull lo attacca una prima volta, torna alla carica, poi s'infila all'interno e gli disegna una traiettoria a uscire, mentre la Ferrari cerca di rimanere aggrappata al primato, senza però riuscirci. Le due macchine si toccano e Verstappen perfeziona il sorpasso, ma l'azione finisce sotto investigazione dei commissari della Federazione Automobilistica Internazionale che conferma il verdetto della pista. Leclerc, scattato dalla pole, è rimasto sempre in testa alla corsa, mentre l'olandesino è stato penalizzato da una partenza ad handicap, sbagliando i tempi. Spinto da una folla oceanica proveniente dall'Olanda, che ha invaso letteralmente le tribune del Red Bull Ring, ha recuperato, costruendosi con il piede a tavoletta sull'acceleratore l'opportunità di giocarsi il successo con Leclerc fino al contatto che lo ha portato in testa alla corsa, spedendolo invece sotto investigazione.

Resta il fatto che, vada come vada, la Ferrari resta sul podio e le ottime prestazioni dei piloti suggellano un week-end positivo: non solo Leclerc, ma anche Sebastian Vettel, scattato dal nono posto - dopo i problemi di ieri - e giunto quarto sul traguardo austriaco, nonostante un problema con le gomme al pit-stop, che lo costretto a perdere secondi preziosi. Le Mercedes hanno confermato che, con le temperature elevate, non riescono a volare: Bottas, però, è terzo, mentre Lewis Hamilton non ha brillato, prendendosi un week-end di pausa, come conferma il quinto posto finale. "Se mi chiedete se il sorpasso è stato effettuato correttamente, rispondo che non lo è stato", ha tuonato Leclerc, in conferenza stampa. La sua ottima prova resta, la delusione pure.

InfoOggi.it Il diritto di sapere