Germania, report su abusi sessuali dei preti cattolici: in 68 anni più di 3.000 vittime

5
Scarica in PDF
BERLINO, 13 SETTEMBRE - Dal 1946 al 2014 più di 3.000 minori sarebbero stati abusati da ...

BERLINO, 13 SETTEMBRE - Dal 1946 al 2014 più di 3.000 minori sarebbero stati abusati da preti cattolici della Chiesa tedesca. A rivelarlo sono Der Spiegel e Die Zeit, che pubblicano in esclusiva alcune parti del rapporto “Abusi sessuali su minori da parte di sacerdoti cattolici e appartenenti agli ordini nell’ambito della Conferenza dei vescovi tedeschi”. Il report, commissionato dalla stessa Conferenza a tre università tedesche, dovrebbe essere presentato dal cardinale Reinhard Marx a Fulda, in Assia, il prossimo 25 settembre. 

Lo studio è frutto di una ricerca congiunta delle università di Mannheim, Heidelberg e Giessen, che hanno lavorato su oltre 38.000 fascicoli personali provenienti da ventisette diocesi tedesche. I preti coinvolti sarebbero 1.670, circa il 4,4% di tutti i sacerdoti attivi in Germania: l’accusa è di aver abusato sessualmente di bambini che nella metà dei casi avevano meno di 13 anni.

I ricercatori precisano che i numeri riportati rappresentano “una stima per difetto”, dovuta ai tentativi di copertura da parte di chi aveva accesso ai documenti dei singoli episodi: “In molti casi – si legge - nei fascicoli si trovano chiari segnali di manipolazione degli atti”. Inoltre, si fa riferimento a “esplicite informazioni” dalle quali trapelerebbe che in alcune diocesi “in passato i fascicoli che riguardavano abusi sessuali di minori venivano distrutti”.

Claudio Canzone

Fonte foto: laici.forumcommunity.net

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere