Kenya: Nairobi attacco terroristico affiliati ad Al-Qaeda

500
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
NAIROBI, 15 GENNAIO - Un attacco da parte di un commando composta da almeno 4 islamisti radicali app...

NAIROBI, 15 GENNAIO - Un attacco da parte di un commando composta da almeno 4 islamisti radicali appartenenti al gruppo terroristico qaedista somalo, al-Shabaab, ha avuto luogo quest’oggi intorno alle 16 ora locale, presso l’elegante quartiere residenziale di Westland, nei pressi dell’Hotel Dusit a Nairobi, dove per più di un'ora, una forte esplosione è stata seguita da numerosi colpi di armi da fuoco.

Le autorità kenyote, intervenute sul luogo hanno dichiarato che, inizialmente si è pensato ad una rapina. Secondo la testimonianza di un uomo che lavora in complesso commerciale: "C'è stata l’esplosione di una bomba e uno scambio di colpi di arma da fuoco". Diverse auto erano anche in fiamme. Una delle guardie di sicurezza private addette alla vigilanza ha detto che erano ‘banditi’ che volevano penetrare nel complesso residenziale.

La Shebab, in un breve messaggio pubblicato dalla loro agenzia di stampa Shahada, ha rivendicato l'attacco, il cui modus operandi assomiglia a quello che usano frequentemente a Mogadiscio: una bomba esplode e un commando militare entra in scena. 

Sul posto, è arrivata la brigata anti-terrorismo a bordo di un mezzo blindato. Una squadra di artificieri, ha anche fatto esplodere il veicolo su cui il commando terrorista era giunto sul sito oggetto dell’attacco. Sono state mobilitate anche le teste di cuoio dell’anti-terrorismo

“Abbiamo un incidente su Riverside Drive e la polizia è stata dispiegata sul posto. Per favore siate  pazienti", ha fatto presente ai giornalisti il portavoce della polizia keniana Charles Owino, mentre le ambulanze della Croce Rossa si affrettavano ad assistere e curare i feriti, le forze di sicurezza e vigili del fuoco insieme ad un contingente di polizia schierato intorno all’area dell’Hotel Dusit, ha isolato l’area evacuando i civili. 

Secondo le autorità locali, ci sarebbero fino ad ora tre morti e diverse decine di feriti.

Fonte immagine ABC7 NEWS

InfoOggi.it Il diritto di sapere