• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

La Regione “rimuove” il passato: è sparita la Galleria dei Presidenti della Cittadella regionale

Calabria > Catanzaro

La Regione “rimuove” il passato: è sparita la Galleria dei Presidenti della Cittadella regionale

CATANZARO 15 AGO - Il galateo istituzionale è una cosa seria. Peccato si sia perso per strada in Cittadella regionale. O, sarebbe meglio dire, lungo il corridoio. Quello che da qualche mese ospitava la Galleria dei Presidenti. Il lungo tappeto rosso, i cordoli e i ritratti presidenziali sono svaniti. È quanto rivela il sindacato CSA-Cisal.

Non è rimasto nulla dell’area “commemorativa” se non i chiodi appesi alle pareti. Una desolazione. A quanto pare l’ordine di rimuovere la “Galleria” è arrivato il 15 luglio scorso. Un paio di settimane prima dell’evento il “Futuro è Calabria”, con i tavoli tecnici sulla Programmazione del nuovo ciclo dei fondi comunitari (2021-27). La due giorni, come noto, si è tenuta fra il 29 e il 30 luglio. Per ragioni “logistiche” si sarebbe deciso di trasferire la “Galleria dei Presidenti” nel caso in cui servissero maggiori spazi. 

Il punto è che a distanza di quasi due settimane dall’evento il corridoio è rimasto vuoto. Gli addetti al servizio delle pulizie hanno conservato, all’interno di un cartone nel magazzino della Cittadella, tutte le effigi dei presidenti. Quello che pare strano – sottolinea il sindacato CSA-Cisal – è che non sembra esserci alcuna intenzione di ripristinare l’area espositiva.

Ricordiamo che negli ultimi mesi del 2019, prima dell’inaugurazione della Galleria, per il solo allestimento furono spesi 5.856 euro, che adesso giacciono nel magazzino. Non sarà una cifra enorme ma comunque l’area espositiva poteva essere un punto della Cittadella in cui far confluire scolaresche o comunque far accedere i visitatori di passaggio che avrebbero potuto conoscere un pò di storia dell’istituzione calabrese. Quindi, al di là dei gusti estetici delle Amministrazioni che si sono avvicendate, non era affatto una cattiva idea quella di mantenere all’interno del palazzo regionale un punto storico e celebrativo. Un’eventuale rimozione definitiva (non si capisce ancora se è solo temporanea) dovrebbe essere quantomeno motivata e non fatta di soppiatto con la scusa di un evento ormai ampiamente celebrato. Come detto, è anche una questione di galateo istituzionale.

La Cittadella regionale è la casa dei calabresi e non soltanto di chi è al vertice dell’Amministrazione pro tempore. Crediamo sia doveroso che il presidente Santelli si attivi per ripristinare l’area espositiva della galleria che raffigura coloro i quali, nel passato, hanno avuto l’onere e l’onore di presiedere la Giunta regionale. Confidiamo pertanto – aggiunge il sindacato CSA-Cisal – nel garbo dimostrato in più circostanze dall’attuale governatore di aver cura dell’immagine di coloro che hanno incarnato la storia istituzionale dell’Ente.

La presenza della “Galleria dei Presidenti”, peraltro in uno dei punti di accesso alla sala mensa, uno dei luoghi di incontro per molti lavoratori regionali, era diventato un punto fermo. Dava l’idea che la Regione ha avuto un passato, con tutti i suoi pregi e tutti i suoi difetti. Adesso c’è soltanto una triste parete bianca e con i chiodi senza quadri che trasmettono un senso di vuoto. La domanda più semplice che molti si pongono è: ma alla fine che male c’era in quell’area “commemorativa”? Perché eliminarla? Ecco semplicemente, – conclude il sindacato CSA-Cisal – non c’era davvero niente di male ad avere una “Galleria dei Presidenti” all’interno della Cittadella.