• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

L'Atalanta umilia il Torino, all'olimpico finisce 7-0 (Highlights)

Piemonte > Torino

TORINO 26 GEN - L'Atalanta riparte dopo l'incidente di percorso con la Spal e umilia il Torino che mai nella sua storia aveva subito uno 0-7 davanti al proprio pubblico, in aperta contestazione. Una partita a senso unico con tre gol di Ilicic, una doppietta di Muriel e reti di Zapata e Gosens. Molti assenti nella squadra di Mazzarri, il quale a fine partita chiede scusa ai tifosi e dichiara "indifendibile" la prestazione in campo. Ma resta saldo al suo posto, ha assicurato Cairo.

Dominio dei nerazzurri nella sfida della 21^ giornata di Serie A, 7-0 ai granata che vale il ritorno al 4° posto in attesa della replica della Roma. La sblocca Ilicic, marcatore abituale della Dea come Gosens (7° gol in campionato) che raddoppia con un sinistro al volo. Prima dell’intervallo c’è anche il tris di Zapata su rigore. Nella ripresa si scatena Ilicic a segno altre due volte, la prima con un calcio di punizione da centrocampo che sorprende Sirigu. Espulsi Izzo e Lukic, doppietta di Muriel ai titoli di coda per un risultato clamoroso.

TORINO-ATALANTA 0-7 (Highlights)

17', 53' e 55' Ilicic, 29' Gosens, 46' rig. Zapata, 86' rig. e 88' Muriel

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Meité, Laxalt (65' Millico); Verdi (79' Edera), Berenguer (78' Lyanco); Belotti. All. Mazzarri

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon (57' Pasalic), Freuler, Gosens (82' Muriel); Gomez; Ilicic (71' Malinovskyi), Zapata. All. Gasperini

Ammoniti: De Roon (A), Sirigu (T), Hateboer (A)

Espulsi: Izzo (T) al 76' e Lukic (T) all'89'


Dallo stop in casa contro la Spal alla goleada sul campo del Torino il passo è breve, parola di Gasperini. A distanza di cinque giorni dallo scivolone contro l’allora ultima della classe, l’Atalanta riaccende i motori e domina a domicilio contro i granata affacciati all’Europa. Termina 7-0 per i nerazzurri, ennesimo show in stagione sulla strada del 4° posto conteso alla Roma. È la serata delle conferme e di giocatori ritrovati, vedi Zapata a segno come non accadeva da più di tre mesi. E se un goleador che non ti aspetti come Gosens non è più una sorpresa, certamente non può esserlo Josip Ilicic: 13 gol in campionato per lo sloveno, tripletta dove la gemma più luccicante è il provvisorio 4-0 con un calcio di punizione da centrocampo. C’è gloria per tutti, anche per Muriel che entra all’82’ e cala l’ulteriore pesantissima doppietta sui granata. Espulsi nella ripresa Izzo (doppio giallo) e Lukic, rosso diretto ai titoli di coda che fotografa al meglio la notte da incubo della squadra di Mazzarri, contestata per una sconfitta che non incassava dal 1950. E il 7-0 finale è un altro record per Gasp: mai l’Atalanta aveva vinto con questo risultato in A.

La cronaca della gara

Emergenza per Mazzarri a centrocampo, reparto dove mancano due squalificati (Aina e Rincon) e altrettanti indisponibili (Baselli e Ansaldi) potenzialmente titolari: scelte obbligate quindi con De Silvestri e Laxalt sugli esterni, Lukic e Meité al centro. Davanti c’è il bergamasco Belotti chiamato a spezzare il tabù contro la Dea. Meno problemi per Gasperini che ritrova Hateboer sulla destra (Castagne ancora ai box) e può contare su Gomez a sostegno della coppia Ilicic-Zapata. Avvio favorevole all’intensità dell’Atalanta, pericolosa con Palomino (Sirigu attento) e avanti al 17’ con Ilicic: Palomino "mura" Laxalt e serve il comodo tap-in allo sloveno a segno per la 10^ volta nelle ultime 10 di campionato. Toro che accusa il colpo, si aggrappa all’ottimo Sirigu (ottimo su Gosens, Toloi e Freuler) ma capitola sul sinistro al volo di Gosens: 7° gol in A per il tedesco, nessuno come lui tra i difensori nella top 5 d’Europa. Nerazzurri che non concedono sconti e trovano il 3-0 prima dell’intervallo: Lukic trattiene in area lo scatenato Ilicic, Zapata non sbaglia e ritrova il gol che gli mancava dallo scorso 6 ottobre prima dell’infortunio.


Avvio di ripresa che registra un accenno di reazione del Torino (Gollini si distende su Belotti), ma la scena è tutta di Josip Ilicic a segno altre due volte tra il 53’ e il 55’: clamorosa la prima marcatura, quando lo sloveno calcia una punizione da centrocampo (44,8 metri di distanza) e sorprende Sirigu fuori dai pali. E 120 secondi più tardi è sempre lui a depositare in rete l’invito di Gomez. Partita ampiamente compromessa e ulteriormente complicata da Izzo, espulso al 76’ mentre Mazzarri prova a limitare i danni (dentro Lyanco ed Edera). Non è finita qui: entrato all’82’, Muriel trova il tempo di segnare la doppietta (rigore procurato da Toloi e guizzo personale in due minuti) che fa saltare i nervi al Toro: rosso diretto a Lukic che abbatte Gomez, match concluso senza recupero e partita che si è spostata fuori dal campo. Da registrare la contestazione di circa 200 tifosi granata, usciti dalla Curva Maratona prima del termine della partita e accorsi in strada per protestare dopo una sconfitta durissima. notizia segnalata da (Sport sky)