• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Muti a Mattarella, sua presenza dimostra importanza cultura

Emilia Romagna > Rimini

RIMINI, 4 AGOSTO - 'La sua presenza presidente sottolinea l'importanza della cultura in un mondo dove i luoghi della cultura e dello spirito stanno sparendo o diminuendo molto'. Cosi' il Maestro Riccardo Muti - dopo avere diretto l'orchestra giovanile 'Cherubini' ne 'Le Nozze di Figaro' al Teatro 'Galli' di Rimini - ha salutato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ospite d'onore dell'apertura della 70/a edizione della 'Sagra Musicale Malatestiana'.

Il Capo dello Stato che al termine del concerto ha fatto ritorno a Roma avrebbe dovuto essere ospite al 'Galli', il 10 dicembre scorso, per assistere al 'Simon Boccanegra' di Giuseppe Verdi diretto da Valery Gergiev ma la sua visita venne annullata in segno di rispetto per le vittime della strage di Corinaldo 'Da tempo - ha osservato Muti - sogno un'Italia dove ogni citta' abbia un teatro a disposizione non solo per le compagnia affermate ma anche per i giovani che possano esprimere nuove idee in un mondo che si sta rincitrullendo'.

Fatti i complimenti ai giovani dell'orchestra 'Cherubini', il Maestro ha poi definito il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, un giovane molto brillante 'ma ha piu' capelli bianchi di me: questi sono i miei, non li tingo', ha aggiunto scherzando prima di salutare il pubblico e il presidente Mattarella di ritorno nella Capitale.  
Fonte immagine (Quirinale)