Pulci, zecche e flebotomi: proteggiamo i nostri amici a 4 zampe

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 23 GIUGNO 2015 - Le mie sorelline sono convinte dell'esistenza dei vampiri e che tra di essi c...

ROMA, 23 GIUGNO 2015 - Le mie sorelline sono convinte dell'esistenza dei vampiri e che tra di essi ci sia, proprio come tra i protagonisti di Twilight, una fazione che abbia abbandonato l'oscurità e che sia capace di provare sentimenti d'amore, esattamente come noi cani. Oggi ho cercato di spiegare loro che, anziché fantasticare sull'arrivo di un vampiro del quale innamorarsi perdutamente, come Bella che ha ottenuto l'immortalità grazie al bacio/morso di Edward, dovrebbero informare le loro amiche a 4 zampe con le quali hanno visto e rivisto la saga, di comunicare ai loro genitori umani un adeguato trattamento con il quale difenderle da pulci e zecche in questo, che è considerato il periodo di massima infestazione. Nel nostro immaginario canino, queste tipologie di parassiti sono paragonati a dei veri e propri vampiri succhia sangue. 

Durante l'estate, o meglio, nel periodo che va da aprile ad ottobre, pulci e zecche sono particolarmente attive, per via delle condizioni climatiche. Anzi, risvegliatesi dal torpore invernale, sono affamate e pronte a nutrirsi del nostro sangue e a riprodursi costantemente per accrescere la loro popolazione. 

I trattamenti antiparassitari, quelli in fiala da applicare sul pelo e cute, pertanto, andrebbero effettuati ogni 25, 30 giorni nel periodo estivo e con lo scopo di prevenire che questi fastidiosi animaletti, oltre a considerarci come vettori di cibo, possano trasmetterci malattie. In altri periodi, invece, la prevenzione va comunque effettuata, ma potrebbero essere applicate soluzioni meno aggressive, adottate su indicazioni di uno specialista.

Le zecche, potrebbero essere responsabili di alcune patologie, tra le quali, le più importanti e gravi, sono l'Ehrlichiosi, le febbri da Rickettsiae, la Borreliosi di Lyme e la Babesiosi. Le pulci, invece, possono essere le artefici di altri disturbi e malattie del vostro amico, come, ad esempio, la dermatite da pulce e trasmettere virus molto pericolosi. Una delle malattie virali particolarmente grave causata dalla puntura delle pulci è la Tenia

Prima di procedere all'acquisto di un antiparassitario, consultate sempre un medico veterinario che vi aiuterà a scegliere quello più adatto al vostro cane, allo stile di vita e all'ambiente in cui vive. Alcuni soggetti potrebbero essere allergici ai componenti chimici del prodotto o manifestare successivamente, con l'impiego, forme allergiche. Oltre alle fiale liquide, esistono anche particolari collari antiparassitari, la cui durata è variabile e, alcune marche, garantiscono l'effetto fino a svariati mesi. Molti proprietari di cani, invece, impiegano come repellente ed antiparassitario naturale, l'olio di Neem.  Il mio papà umano, oltre a proteggerci da pulci e zecche, pensa anche ad evitare che i flebotomi (pappataci) ci pungano. Questi piccoli e silenziosi insetti hanno la capacità di trasmettere una gravissima malattia, la Leishmaniosi

La miglior difesa, in questo caso è sempre la prevenzione e, come già suggerito, per tutti gli argomenti che riguardano la cura, l'igiene e la salute del vostro amico a 4 zampe, rivolgetevi sempre a personale medico qualificato, evitando il fai da te, quando non si hanno conoscenze in materia cinofila e clinica. 

Aaron

InfoOggi.it Il diritto di sapere