Tragedia di Ancona: stato di fermo per un quindicenne

736
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ANCONA, 10 dicembre - A due giorni dalla tragedia consumatasi nelle campagne di Corinaldo (An)...

ANCONA, 10 dicembre - A due giorni dalla tragedia consumatasi nelle campagne di  Corinaldo (An) nella discoteca Lanterna Azzurra Clubbing , frequentata nella notte tra il 7 e l'8 dicembre da tantissimi giovani per lo più appartenenti ad una festa organizzata da cinque istituti superiori di Senigallia, per assistere all'evento musicale del trapper Sfera Ebbasta, tragedia che ha spezzato la vita a cinque ragazzi minorenni tra i 14 e i 16 anni, una mamma di 39 e che conta, circa 120 feriti, sette dei quali ancora in pericolo di vita, sarebbe stato individuato il minore artefice di aver spruzzato lo spray urticante.

 Ha 15 anni, un nome ed un volto, grazie a nuove testimonianze di ragazzi che erano nel locale, gli inquirenti hanno potuto dare il consenso per svolgere dei controlli nell'abitazione del ragazzino, dove è stata rinvenuta della droga, ma al momento, niente che possa collegarlo alla tragedia di venerdì notte, intanto messo in stato di fermo. Non sono stati emessi atti formali, nei suoi confronti e non è consentito promulgare il suo nome perché non ancora iscritto nel fascicolo, aperto dalla Procura dei Minori, per omicidio preterintenzionale, al momento non ci sarebbero neanche immagini che accertano l'uso della bomboletta. 

Il Comandante provinciale dei Carabinieri, Cristian Carrozza, ha ribadito che quella dello spray, non è l'unica pista che si sta seguendo, alcuni testimoni hanno parlato di un fumogeno ed altri hanno dichiarato di aver avvertito un odore acre provocato, forse, da un cortocircuito dell'impianto che diffonde il fumo bianco, tanto usato nelle discoteche, per creare l'effetto nebbia. Solo dopo aver messo tutti insieme i tasselli del puzzle, sarà possibile dire con sicurezza cosa ha provocato quella sensazione di forte bruciore, che ha indotto al fuggi-fuggi generale. Il minore verrà interrogato nelle prossime ore.

 Si indaga anche sul filone della sicurezza del locale stesso e sul numero di persone presenti quella sera, sembrerebbe che siano stati venduti 680 biglietti venduti e 500 quelli staccati, per un totale di circa 1.400 posti, quando la capienza della sala, ospitante l'evento, è di circa 460, di questo ne dovranno rispondere i titolari della "Magic srl" la società che gestisce la Lanterna Azzurra. Sotto indagine anche la struttura della discoteca dopo il crollo della balaustra, arrugginita, che non ha contenuto il peso dei ragazzi in appoggio.

 Intanto dai primi bollettini medici dei sei pazienti gravi, si rende noto che inizia a respirare da sola la quindicenne ricoverata in prognosi riservata e in sedazione continua presso la camera di rianimazione nell'ospedale Torrette di Ancona. Una serata che doveva essere puro divertimento, si è trasformata in una delle tragedie più crude, sarà difficile dimenticarla. 

Nel pomeriggio ci sarà la prima conferenza stampa convocata dai magistrati. 

Laura Fantini

fonte immagine tienimiinformato.it



InfoOggi.it Il diritto di sapere