• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Avv. Mascaro e Croce. Bandi di equivalenza educatori professionali un altra vittoria al CDS

Lazio > Roma

Il Consiglio di Stato, Sez. Terza, in data 02 luglio 2020 ha emesso sentenza n. 4367 con cui ha dichiarato la cessazione della materia del contendere in quanto l’ANEP, difeso dagli avvocati Antonella MASCARO e Marco CROCE, ha dato atto dell’avvenuto avvio del procedimento, su base regionale, da parte delle Amministrazioni coinvolte ( Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Ministero della Salute e Presidenza del Consiglio dei Ministri) nella Conferenza dei Servizi indetta dal Ministero della Salute.

Ciò si è reso possibile grazie alla vittoria conseguita in primo grado innanzi al TAR del Lazio che con sentenza n. 3899/2019 aveva accolto il ricorso di ANEP che aveva lamentato l’illegittimità del silenzio-inadempimento formatosi a seguito di atto di diffida con cui si erano sollecitate le amministrazioni intimate, ognuna per quanto di loro competenza, ad attivare i bandi di equivalenza per la figura professionale di Educatore professionale di cui al D.M. 520/1998, in applicazione dell’art. 4 della legge 42/1999 e succ.mod.

Il Ministero della Salute e le altre amministrazioni avevano proposto appello al Consiglio di Stato, a cui si è opposta ANEP, con gli Avv. Antonella MASCARO e Marco CROCE, replicando agli assunti avversari e chiedendone il rigetto. All’udienza del 02 luglio 2020 si è discusso il ricorso in appello e in precedenza era stata già rigettata la sospensiva invocata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (ord. n. 3333 del 28.06.2019) in pieno accoglimento della tesi defensionale di ANEP.

Dopo aver perso l’incidente cautelare le ammministrazioni intimate hanno compreso che la sentenza di primo grado era pienamente fondata e il loro silenzio illegittimo. Il Ministero della Salute, quindi, ha avviato il procedimento invocato da ANEP, su base regionale, nella Conferenza dei Servizi.

Un altra importante vittoria innanzi i Giudici di Palazzo Spada che riguarda migliaia e migliaia di Educatori Professionali!