• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Calcio: Sassuolo, De Zerbi 'vittoria che ci mancava da tempo'

Calabria > Crotone

Calcio: Sassuolo, De Zerbi 'vittoria che ci mancava da tempo' . Stroppa' ci crediamo ancora'. Voci su panchina a ex Roma De Rossi
CROTONE, 14 FEB - "E' stata una vittoria che abbiamo voluto che ci mancava da tempo". Roberto De Zerbi torna al successo con il Sassuolo grazie ad una gara giocata su alti ritmi e soprattutto grazie al rientro di Domenico Berardi: " Non è un caso che rientra Berardi e torniamo a vincere - ammette il tecnico del Sassuolo - ma ci sono anche Caputo che migliora nella condizione e Djuricic che sta tornando quello che era e Magnanelli che sta tornando al 100 per cento. Chi fa la differenza sono i giocatori e non le idee degli allenatori. Se al Sassuolo si tolgono giocatori determinanti anche il Sassuolo soffre. ".

De Zerbi sottolinea l'importanza dell'aspetto caratteriale nel successo: "Sapevamo che per il Crotone era la partita della vita, ma noi li abbiamo sovrastati nella voglia, nell'arrivare primi sulla palla e nell'arrivare al risultato. Per una squadra come la nostra che fa del gioco la sua arma migliore questa è una notizia molto importante. Oggi la partita doveva finire con molti più gol di scarto e siamo stati imprecisi. Non era un periodo felice di forma e spero che con questa vittoria si torna ad essere brillanti". Con i tre punti presi a Crotone il Sassuolo si riavvicina alla zona Europa League: "Oggi abbiamo 19 punti dalla terz'ultima - dice De Zerbi - ed è tanto.

Dobbiamo andarcela a giocare sempre con entusiasmo e la mettendoci la voglia che abbiamo ma non sempre lo dimostriamo". Molto diverso lo stato d'animo del tecnico Giovanni Stroppa per il quale dopo l'ennesimo ko si parla di un possibile avvicendamento in panchina con l'ex capitano della Roma Daniele De Rossi. " Ci crediamo ancora, assolutamente si. Oggi abbiamo fatto una gara di sacrificio, abbiamo commesso delle ingenuità, ma mai mollato". "Nelle due precedenti gare - sottolinea il tecnico - abbiamo mollato mentalmente e subito in dieci minuti l'avversario ed i gol. Oggi no. Certo diventa difficile perché diminuiscono le partite, ma la squadra è positiva, ci crede. Sono io il primo a crederci".

L'allenatore del Crotone ammette che dopo la rete del 2-1 del Sassuolo la squadra non ha avuto la giusta reazione: "Potevamo fare meglio in un paio di occasioni, ma non era facile prendere campo contro un Sassuolo così che ha meritato la vittoria. Potevamo essere più precisi sotto porta. Credo che siamo stati poco bravi nel palleggio anche quando eravamo con quattro attaccanti davanti.

Non arrivavamo facilmente alle punte". Stroppa ripete le parole che continua a dire da inizio campionato nel commentare i troppi gol presi: "Abbiamo fatto errori elementari sul gol subito e sul rigore, ma siamo a parlare dopo che sono successe le cose. La squadra ha fatto buona gara per il sacrificio, siamo stati un po' lunghi e slegati". La speranza è quella che viene dai talenti in squadra: "Ounas ha alzato livello, ha ancora da migliorare dal punto di vista fisico, deve trovare affiatamento con squadre e con Messias con il quale possono giocare insieme".