• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Domenico Tallini eletto Presidente Consiglio regionale “Le Reazioni Politiche e Imprenditoriali”

Calabria > Catanzaro

REGGIO CALABRIA, 26 MAR - Domenico Tallini, consigliere regionale di Forza Italia è il nuovo Presidente del Consiglio regionale della Calabria. L'elezione di Tallini è avvenuta al terzo scrutinio, dopo che anche nella seconda votazione non era stato raggiunto il quorum richiesto della maggioranza dei due/terzi. Un voto annullato era andato alla Presidente della Giunta regionale Jole Santelli, Nella votazione Tallini ha riportato 20 preferenze, 4 sono andate al consigliere Sinibaldo Esposito, una al consigliere Giuseppe Neri, 6 le schede bianche

Regione: Tallini, occorre aprire stagione nuova regionalismo Impegno a insediare al più presto Commissioni Sanità e Bilancio
"Non mi ero posto questo obiettivo, né l'ho reclamato. Ma quando c'è stata la chiamata alla responsabilità ho accettato la sfida". Lo ha detto il neo presidente del Consiglio regionale della Calabria Domenico Tallini nel discorso dopo la sua elezione alla massima carica dell'assemblea regionale calabrese. Dalla pandemia al regionalismo che quest'anno compie (assieme ai 'Fatti di Reggio' e allo Statuto dei lavoratori) mezzo secolo.

"E' una ricorrenza importante che, una volta passata l'emergenza - ha sostenuto Tallini - bisognerà utilizzare per fare una riflessione sul regionalismo in Italia che è stato un elemento di modernizzazione, di coinvolgimento delle realtà territoriali, di forte rottura con l'impianto di uno Stato centralizzato e lontano dalle popolazioni. Occorre aprire una stagione nuova del regionalismo che corregga gli errori, gli squilibri tra i territori, le penalizzazioni per il Meridione, adeguando le Regioni ai cambiamenti tumultuosi della società e fornendo ad esse gli strumenti per competere ad armi pari".

Ed a proposito di federalismo e autonomia regionale il Presidente Tallini ha annunciato che "si ripartirà dalla mozione approvata all'unanimità dal Consiglio a gennaio dello scorso anno con l'obiettivo di realizzare un federalismo solidale che da un lato assicuri i livelli essenziali in materie come la sanità, l'istruzione, e dall'altro esalti l'autonomia regionale nei campi dell'ambiente, della cultura, del turismo, dell'agricoltura, delle energie rinnovabili". "Il turismo dovrà cambiare volto -ha sostenuto - e puntare sulla sicurezza e sulla salubrità dei luoghi.

Dalla crisi per l'emergenza coronavirus la Calabria può trarre grandi opportunità. Il mio pensiero commosso va ai nostri morti e alle loro famiglie, agli ammalati, ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari, ai volontari, agli addetti ai servizi essenziali, alle forze dell'ordine che combattono quotidianamente, ormai da diverse settimane, una battaglia difficile per il contenimento del virus. Esprimo il mio apprezzamento per la determinazione, la serietà e l'autorevolezza con cui la Presidente della Regione sta affrontando tale emergenza che si inserisce in un contesto di generale fragilità del nostro sistema sanitario, ridotto allo stremo da anni di tagli e di politiche ragionieristiche dei Commissari nominati dai Governi. La battaglia è ancora lunga, lo sappiamo, ed ognuno è chiamato a fare la sua parte".

Tallini ha assicurato l'impegno a insediare al più presto "le due commissioni più impegnate su questo fronte: la Commissione Sanità e la Commissione Bilancio alle quali chiederò uno sforzo straordinario per licenziare i provvedimenti che tutti si attendono. Il bilancio rappresenterà per tutte le forze politiche un banco di prova. Si tratterà di predisporre i primi strumenti per la ripresa sociale ed economica della nostra regione, anche in relazione alle misure contenute nel decreto Cura Italia". "A questo Consiglio regionale - ha ancora detto Tallini - è affidato il compito di affermare la supremazia etica e rappresentativa della politica, contribuendo a superare la cultura del commissariamento che ha inondato in questi anni le istituzioni e gangli essenziali della vita sociale della Calabria, peraltro senza l'ottenimento di risultati significativi. Dovremo tentare di incidere più in profondità sul terreno dell'autoriforma dell'Istituzione e sulla semplificazione delle procedure amministrative, combattendo le lentezze e le inadempienze di una burocrazia che in molti casi appare essere non amica ma nemica della Calabria". Dopo aver rivolto "un ringraziamento e un saluto alla magistratura e alle forze dell'ordine", ha garantito che "non abbasseremo la guardia sul terreno della legalità e del contrasto alla mafia che riteniamo prioritario e indispensabile per ogni politica di sviluppo della Calabria.

Studieremo ogni possibile iniziativa legislativa per combattere l'ingerenza della criminalità organizzata nella vita politica, sociale ed economica della Calabria. Ringrazio anche il mondo della Chiesa, in testa la Conferenza Episcopale Calabra, per il ruolo che svolge in questa battaglia, scuotendo le coscienze e richiamando tutti noi all'assunzione di responsabilità". Tallini, ha insistito sulla necessità di "dedicare molte delle nostre energie alla ricostruzione dell'immagine migliore della Calabria, spesso deturpata da fenomeni inquietanti, ma spesso anche vittima inconsapevole di inaccettabili pregiudizi e luoghi comuni.

Dovremo farlo intanto dando l'esempio di un'Assemblea regionale produttiva, che licenzia buone leggi". Infine, l'auspicio a "privilegiare le cose che ci uniscono. Solo un'azione sinergica tra Consiglio e Giunta potrà portare i risultati sperati. L'esperienza della presidente Santelli nelle aule parlamentari, dove ha esercitato sia ruoli di maggioranza che ruoli di opposizione - ha sostenuto ancora Tallini - è una garanzia in tal senso. Un lavoro immane ci attende e forse basterebbe realizzare solo una parte delle cose che ho detto per fare ripartire la nostra terra".

Ecco Le Reazioni Politiche e Imprenditoriali”

Morra, no Tallini "impresentabile"presidente Consiglio "E' tra nominativi indicati da Commissione antimafia"
"Apprendo da organi di stampa che il consigliere regionale Domenico Tallini, impresentabile secondo quanto rilevato dalla Commissione parlamentare antimafia, pare essere in pole position per il ruolo di Presidente del Consiglio regionale calabrese". Lo afferma, in una nota, Nicola Morra presidente della Commissione parlamentare antimafia.

"Voglio ricordare: risultano impresentabili quei candidati che, sia relativamente alla Legge Severino, sia relativamente al codice di autoregolamentazione della Commissione Parlamentare Antimafia - prosegue Morra - si trovino in posizioni giuridicamente tanto rilevanti da suggerire ai partiti a non candidarli. A pochi giorni dal voto dalle ultime elezioni regionali tenutesi in Calabria ed Emilia Romagna in qualità di Presidente della Commissione parlamentare antimafia ho reso pubblici i nominativi dei cosiddetti 'impresentabili' tra cui, appunto, il candidato di Forza Italia Domenico Tantelli.

La legge non impediva e non impedisce a costoro di candidarsi o di essere eletti, ma la politica avrebbe avuto l'obbligo morale di offrire ai cittadini il meglio anziché degli 'impresentabili. Chiedo: può il Consiglio regionale calabrese, con buona pace della Presidente della giunta Santelli (ex vicepresidente dell'Antimafia che ha condiviso ed approvato il codice per gli impresentabili), pensare di eleggere il consigliere Tallini, 'impresentabile' che potrebbe subire gli effetti della legge Severino?".

"Nel rispetto della legge, chiedo alla presidente Santelli di tutelare i calabresi da ulteriori perdite di tempo. Non possiamo permetterci di eleggere un presidente del Consiglio regionale già 'impresentabile' col rischio di rimanerne orfani in tempi brevi sfociando in una naturale improduttività. Abbiamo bisogno di segnali chiari e decisi in Calabria, una terra in cui la magistratura, che combatte ogni giorno la criminalità organizzata, mala politica e malaffare, non ha tempo da perdere con questioni che potrebbero essere evitate dalla responsabilità della politica. Mi auguro che parte della giunta presentata dalla Presidente Santelli non sia stata utile a mascherare possibili scelte di 'impresentabili' da inserire in ruoli chiave del neo-Consiglio regionale".

Congratulazioni del vicepresidente della provincia di Catanzaro Antonio Montuoro: “la massima assemblea potrà contare su una guida esperta e autorevole”

Il Vicepresidente della Provincia di Catanzaro, Antonio Montuoro, esprime le proprie congratulazioni a Domenico Tallini eletto Presidente del Consiglio Regionale della Calabria.
“Nell’assumere la guida della massima assise – afferma Montuoro – sono sicuro che saprà interpretare questo nuovo ruolo con lungimiranza, responsabilità e autorevolezza rappresentando le istanze di tutta l’Assemblea e facendo da garante dell’attività politica e istituzionale. La carica di presidente, legittimata da un’ampia maggioranza di preferenze, rappresenta anche il traguardo più alto di un lungo percorso politico caratterizzato da grande impegno, passione e coerenza che oggi trovano il loro riconoscimento in seno alla massima istituzione regionale.

E’ il premio più importante al proficuo lavoro portato avanti, da tanti anni a questa parte, all’interno di Forza Italia in qualità di coordinatore provinciale di Catanzaro. Un partito che ha contribuito in maniera determinante alla vittoria del centrodestra alle elezioni regionali e che, insieme alla Governatrice Jole Santelli, ora sarà rappresentato nel migliore dei modi anche da Domenico Tallini. La sua propositività e la sua capacità di incidere nel dibattito politico e istituzionale saranno, ora più che mai, preziose per affrontare l’emergenza coronavirus con tutte le conseguenze che ne deriveranno per la nostra regione”.

Tallini presidente consiglio regionale, le congratulazioni del sindaco Abramo

Il sindaco Sergio Abramo si è congratulato con Domenico Tallini, eletto nuovo presidente del Consiglio regionale. “È il meritato coronamento di una proficua e importantissima carriera che premia non solo la figura politica e umana di Tallini, ma dà il giusto riconoscimento a un territorio, quello di Catanzaro e della sua provincia, che nelle elezioni di gennaio è riuscito a portare a Palazzo Campanella ben sei consiglieri regionali fra maggioranza e opposizione”.

Abramo ha inviato un “sincero augurio” al neo presidente, facendogli “un in bocca al lupo doveroso alla luce del periodo di grave emergenza che fa da sfondo al suo insediamento. Lo attendono sfide ancora più dure, ma sono sicuro che saprà affrontarle al meglio, come ha sempre fatto, da consigliere comunale e regionale, ma anche da dirigente di partito”.

“Avere un nostro concittadino sul seggio più alto del Consiglio regionale – ha aggiunto il sindaco - è senz’altro motivo d’orgoglio. Sono sicuro, perché conosco Tallini da anni e so quanto ami Catanzaro, che al capoluogo calabrese verrà riconosciuto ciò che merita con ancora più forza”.

Gli auguri dei consiglieri e assessori dei gruppi Forza Italia, obiettivo comune e officine del sud

Nota stampa dei consiglieri comunali dei gruppi Forza Italia, Obiettivo Comune e Officine del Sud: Andrea Amendola, Lorenzo Costa e Roberta Gallo (capigruppo), Antonio Angotti, Tommaso Brutto, Manuela Costanzo, Francesco Gironda, Rosario Lostumbo e Giulia Procopi e degli assessori Ivan Cardamone, Domenico Cavallaro, Lea Concolino e Alessio Sculco.

“Esprimiamo i nostri più sinceri auguri al nuovo Presidente del Consiglio regionale, Domenico Tallini, per la prestigiosa carica che andrà a ricoprire ai vertici della massima assemblea. In questo ruolo, ne siamo sicuri, saprà ben rappresentare le doti che l’hanno sempre contraddistinto lungo il suo percorso politico e che sono state le carte vincenti affinché venisse eletto, a larga maggioranza, alla guida di Palazzo Campanella. L’assemblea potrà contare su una guida forte e sull’esperienza che, alla luce del difficile momento storico che stiamo attraversando, diventa indispensabile per affrontare in maniera decisa e tempestiva le tante problematiche della nostra regione. Per Tallini è anche un traguardo conquistato con tenacia e passione, il riconoscimento di un impegno politico sempre vissuto in prima linea all’interno di Forza Italia, partito che ha contribuito a far crescere e a rappresentare quale perno centrale della coalizione di centrodestra. Insieme alla governatrice Jole Santelli potrà, dunque, concertare un’azione politico-istituzionale mirata a dare risposte urgenti ai calabresi. Siamo certi che, grazie anche a Tallini, al centro dell’agenda ci sarà un’attenzione particolare per Catanzaro, Capoluogo di Regione, e le sue specifiche vocazioni. Noi saremo al suo fianco garantendo la massima collaborazione e supporto, impegnati, ciascuno nel proprio ruolo, all’interno dell'amministrazione comunale, a rappresentare i bisogni dei cittadini”.

Mancuso segretario-questore consiglio regionale . Pisano (Gruppo Misto): “grande risultato ottenuto da un grande politico. Ora mi aspetto che, grazie a lui e al neo presidente Tallini, Catanzaro assuma ancora più centralita’”

“Con l’elezione di Filippo Mancuso a segretario-questore del Consiglio regionale la maggioranza di Palazzo Campanella ha voluto premiare il grande risultato elettorale ottenuto dall’uomo, prima che dal politico, catanzarese”.

Lo ha detto il consigliere comunale Giuseppe Pisano (Gruppo misto). “Con Filippo ho condiviso due anni e mezzo di legislatura in Comune, fianco a fianco sui banchi della maggioranza; di Filippo ho sostenuto con convinzione la campagna elettorale, certo che avrebbe fatto breccia fra la gente perché portavoce di un modo di fare politica diretto, appassionato, ma soprattutto competente”.

Pisano ha aggiunto: “Sono più che soddisfatto dell’autorevole riconoscimento ricevuto dalla città di Catanzaro, non solo attraverso l’elezione di Filippo Mancuso in un incarico così autorevole, ma anche con la larghissima affermazione dell’onorevole Mimmo Tallini alla guida del Consiglio regionale. Mi auguro, ma sono sicuro che sarà così, che Catanzaro divenga adesso ancora più centrale nelle dinamiche della politica calabrese: è vero che il capoluogo non ha avuto rappresentanza nella giunta Santelli, ma due postazioni di vertice così importanti in Consiglio non sono per niente un contentino. Anzi, l’esatto contrario. Spero – ha concluso Pisano - che questa caratterizzazione catanzarese a Palazzo Campanella porti, finalmente, al varo di una legge speciale per Catanzaro capoluogo”.

Siclari, scelta migliore 
"L'elezione di Mimmo Tallini a presidente del Consiglio regionale non soltanto Forza Italia e la coalizione di centrodestra, ma anche il Consiglio regionale. Si tratta di un profilo di esperienza e competenza che saprà rendere onore all'alta figura istituzionale". Lo afferma il senatore Fi Marco Siclari augurando "buon lavoro a Tallini per l'importante incarico". "La conoscenza personale e politica di Mimmo Tallini - prosegue Siclari - mi fa dire con certezza che saprà essere il presidente di tutti i calabresi ed il garante dei diritti tutti i consiglieri regionali. Migliore scelta non poteva essere fatta: le quattro legislature consecutive in seno a Palazzo Campanella sono garanzia di conoscenza della macchina amministrativa e burocratica regionale e sintomo di piena consonanza con l'elettorato che gli ha sempre confermato piena fiducia. Auguri a Mimmo e buon lavoro a tutti i consiglieri regionali".(