Ducati, dopo gli scioperi l'azienda disponibile a ridiscutere i tagli alla "pausa saponetta"

26
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BOLOGNA - La Ducati Motori, tramite il suo Ad Gabriele Del Torchio, fa sapere di essere disponibile ...

BOLOGNA - La Ducati Motori, tramite il suo Ad Gabriele Del Torchio, fa sapere di essere disponibile a ridiscutere sull’ ipotesi di taglio della “pausa saponetta”, ovvero i 10 minuti di tempo che i lavoratori hanno per detergersi, 5 in ingresso ed altrettanti a fine turno.

Già nei giorni scorsi, i dipendenti della “Rossa” motociclistica avevano incrociato le braccia per un quarto d’ ora, e la Fiom ha denunciato che i costi dell’ ingaggio di Valentino Rossi per il prossimo campionato MotoGp sarebbero pagati da tagli e risparmi sul personale.

Del Torchio, però, smentisce che questa sia una retromarcia dell’ azienda, perché spiega, “quello che conta è recuperare il 2% di produzione il prima possibile, che i dieci minuti siano all'inizio o alla fine è la stessa cosa. Peraltro questo è solo un primo passaggio ma ci sarà bisogno di altro”; i sindacati mostrano disponibilità al dialogo, ma a condizioni certe: “Siamo disponibili a discutere a bocce ferme, cioè senza quel taglio”; la nota casa di produzione motociclistica ha annunciato l’ intenzione di voler aprire uno stabilimento in Thailandia pur continuando ad investire nel suo sito principale.

Antonio Ricucci 

InfoOggi.it Il diritto di sapere