• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Elezioni: si vota fino alle 23 in Friuli Venezia Giulia

Campania

FRIULI VENEZIA GIULIA, 29 APRILE 2018 - La tornata elettorale del Friuli Venezia Giulia si è aperta stamane alle 7. Si vota per scegliere il presidente della Regione, rinnovare il Consiglio regionale ed eleggere i sindaci e i Consigli di 19 Comuni. I cittadini potranno recarsi ai seggi fino alle 23 di questa sera, mentre lo spoglio inizierà lunedì alle 8. [MORE]

Gli aventi diritto al voto sono 1.107.425 – di cui 535.318 uomini e 572.107 donne. Tra questi, 156.166 sono iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero.

Le circoscrizioni in cui si vota sono 5 e le sezioni aperte sono 1.369: per la prima volta parteciperanno alle elezioni regionali i 1.211 elettori del comune di Sappada entrato a far parte del Friuli Venezia Giulia alla fine del 2017.

Gli elettori di quattro comuni si esprimeranno poi su due referendum consultivi per la costituzione di due nuovi municipi: quello di Aquileia, che nascerebbe dalla fusione di Aquileia e Terzo di Aquileia, e quello di Villa Raveo, dalla fusione di Raveo e Villa Santina.

Le ultime consultazioni regionali risalgono al 21-22 aprile 2013: dell'1.099.334 di aventi diritto al voto, si erano recati alle urne in 554.943, pari al 50,48%.

Gli elettori sono chiamati a scegliere il successore di Debora Serracchiani alla carica di governatore della regione e sulla scheda elettorale leggeranno i nomi di Sergio Cecotti (Patto per l'Autonomia), Sergio Bolzonello (centrosinistra), Alessandro Fraleoni Morgera (Movimento 5 Stelle) e Massimiliano Fedriga (centrodestra).

Anche in questo caso, come per regionali del Molise, molti commentatori hanno sostenuto che i risultati di queste elezioni potranno rappresentare una importante leva contrattuale per definire le dinamiche della formazione di governo dopo oltre 50 giorni di trattative e incertezza.

Sergio Bolzonello, ex sindaco di Pordenone, di formazione liberale, ha affrontato una campagna elettorale in salita, spesso trovandosi a rispondere della gestione della regione nella precedente legislatura: «Io e Debora siamo diversi. Il mio decisionismo passa sempre attraverso il confronto. Anche se in alcuni momenti avrei dovuto cercare maggiore distacco, non ho nulla da rimproverarle. Ora è vituperata da tutti, ma credo che nel tempo il giudizio sul suo e nostro lavoro verrà scritto in altro modo».

Ciò che teme di più il pd è confermare il terzo posto anche alle prossime regionali. Il candidato del Movimento 5 stelle è Alessandro Fraleoni Morgera, ricercatore universitario, romano di nascita, trasferito nel 2008 a Trieste da Bologna, ex militante di An, che ha puntato tutto sull’attacco frontale alla giunta uscente. Luigi Di Maio ha messo le mani avanti. «Le elezioni regionali vanno staccate dal discorso nazionale».

La posizione di Matteo Salvini sul candidato Lega Massimiliano Fedriga, punta tutto su confermare il partito come primo anche su scala regionale "si dà un bel segnale anche a Roma, ai signori che dormono e amoreggiano, fregandosene del voto degli italiani".

Fonte immagine Trmometro politico

Claudia Cavaliere