• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Fase 2. Croce Rossa, chiamata da 06-5510 per test, non è truffa

Lazio > Roma

Croce Rossa, chiamata da 06-5510 per test, non è truffa. Rocca, si rende servizio al Paese con piccolo prelievo sangue
ROMA, 26 MAG - "I Volontari e colleghi della Croce Rossa stanno lavorando senza sosta per questo servizio importante per le nostre comunità. Se ricevete una chiamata dal numero che inizia con 06.5510 è la Croce Rossa Italiana, non è uno stalker, non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese attraverso un piccolo prelievo venoso". Lo ha affermato il presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca, in merito all'indagine sierologica avviata da ieri.

 Questa mattina il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha visitato presso la sede nazionale della Croce Rossa Italiana, a Roma, il centro operativo da dove da ieri si stanno effettuando le chiamate ai cittadini per l'indagine di sieroprevalenza del Ministero della Salute e Istat, a cui collabora la Croce Rossa Italiana.

Accolto dal Presidente CRI, Francesco Rocca, il Ministro ha dichiarato: “È un'analisi nazionale su un campione di 150mila persone che ci permetterà di capire esattamente cosa è successo nel Paese sulla diffusione del nuovo coronavirus. Voglio ringraziare la Croce Rossa, i suoi volontari e l'Istat che hanno consentito questo lavoro insieme a tutte le Regioni italiane. Conoscere l'epidemia è un modo importante per affrontarla meglio e per vincerla".  

"I Volontari e colleghi della Croce Rossa stanno lavorando senza sosta per questo servizio importante per le nostre comunità. Se ricevete una chiamata dal numero che inizia con 06.5510 è la Croce Rossa Italiana, non è uno stalker, non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese attraverso un piccolo prelievo venoso", ha detto il Presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca.