Fifa Beach Soccer World Cup - Europe Qualifier: l'Italia abbatte la rep. Ceca, va verso il mondiale

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
JESOLO (VE), 7 SETTEMBRE 2016 – L’onda azzurra si abbatte sulla spiaggia di Jesolo e tra...

JESOLO (VE), 7 SETTEMBRE 2016 – L’onda azzurra si abbatte sulla spiaggia di Jesolo e travolge la Repubblica Ceca con un indiscusso 5-2 nella prima gara del girone della 2^fase, quella decisiva. Non c’è stata partita fin dalle prime battute, i cechi sono rimasti sempre a distanza di sicurezza tranne un passaggio a vuoto nel secondo tempo. Splendida la cornice di pubblico, nessun posto libero nell’Arena.

L’agonismo della Repubblica Ceca non ha potuto nulla con il giro palla, la tecnica e l’organizzazione della squadra del ct Massimo Agostini. L’Italia ne ha fatti cinque di gol ma potevano essere molti di più, gli azzurri hanno colpito sei legni. E’ stata l’ennesima giornata di Gabriele Gori che ha firmato una tripletta da attaccante di razza. Il giocatore viareggino ha sciorinato tutto il suo repertorio arrivando a quota 12 gol nel torneo, 30 nel 2016, 154 in tutto. Paolo Palmacci ha vinto la palma della sfortuna con tre legni colpiti ma anche lui ha trovato una rete fondamentale a metà primo tempo. Sono 188 con l’Italbeach, nessuno ha fatto come lui nella storia. Di Palma ha aperto le marcature firmando la sua terza rete nel torneo.

Ramacciotti, Zurlo, Corosiniti e Marrucci sono andati molto vicini al bersaglio. Spada (180 esima presenza in azzurro) e del Mestre sono stati determinanti nei momenti cruciali del match. Ma è tutta la nazionale ad aver convinto per la sicurezza con cui ha interpretato il match. Il gap tecnico con gli avversari è stato evidente durante tutta la partita. Eppure non era facile, le partite di oggi hanno sottolineato che ogni avversario non può essere sottovalutato, lo sa bene il ct Massimo Agostini:” Siamo stati bravi a tenere alta la concentrazione ed a indirizzare subito la gara. Loro l’hanno messa sul fisico ma noi abbiamo giocato come sappiamo producendo tante occasioni colpendo diversi pali. Quando si presenta l’opportunità bisogna chiuderle queste sfide e invece abbiamo concesso due gol che potevano complicare la pratica. Ora dimentichiamoci di questo successo e concentriamoci sulla partita di domani con la Germania che sarà un’altra battaglia sportiva”.

Domani alle 17.45 l’Italia affronterà la Germania che quest’oggi ha superato l’Ungheria per 4-2. Scontro al vertice quindi tra le due nazionali in testa alla classifica del girone 1. Con la Germania sono cinque i precedenti. L’unico vinto dai teutonici risale al 2014 e solo dopo i calci di rigore. Negli ultimi cinque anni le due squadre si sono incontrate solo due volte.

Una giornata che ha riservato non poche sorprese, la Francia ha superato la Bielorussia solo ai rigori, i campioni d’Europa in carica dell’Ucraina hanno perso con la Polonia di Sagan e Ziober, giocatori questi che a lungo hanno calcato la sabbia del campionato italiano. La Spagna è andata ko con l’Azerbaijan al termine di una rimonta rocambolesca. La Svizzera ha avuto ragione della Turchia a fatica.

REPUBBLICA CECA-ITALIA 2-5 (0-2; 2-2; 0-1)
Repubblica Ceca: Hajek, Kovarik, Mizar, Salak, Chalupa (Cap.), Furbacher, Vyhnal, Hulina, Hurab, Visek, Jerabek, Klima. All: Knodl
Italia: Spada, Del Mestre, Carpita, Marrucci, Frainetti, Ramacciotti, Corosiniti (Cap.), Di Palma, Marinai, Gori, Zurlo, Palmacci. All: Agostini
Arbitri: Mammadov (Azerbaijan) e Pereira Almeida (Portogallo)
Reti: 4’pt Di Palma (I), 5’pt Palmacci (I); 1’st Gori (I), 2’st Gori (I), 6’st Chalupa (C), 8’st Salak (C); 8’tt Gori (I)
Ammoniti: Salak (C)

In avvio due buone occasioni per gli azzurri, al 4’ l’Italia sblocca il risultato con una ripartenza veloce, Di Palma in diagonale non lascia scampo a Visek. Passa un minuto e Palmacci sfrutta al meglio un tiro libero da posizione invitante. Italia sopra di due lunghezze dopo appena cinque minuti. Dopo “Pablito” anche Gori subisce un fallo in una porzione di campo favorevole ma stavolta Visek non si fa superare.All’8’ prima reazione dei cechi che colpiscono una traversa con Hurab. Passa in minuto e Spada sbroglia ala grande un contropiede pericoloso degli avversari. Lo stesso Spada dalla sua area impegna severamente il suo dirimpettaio ceco. Si va a fiammate, gli azzurri tengono alta la concentrazione, la Repubblica Ceca non si sbilancia più di tanto. Si apre la ripresa e in due minuti Gori marchia a fuoco la partita con una doppietta sciorinando tutto il suo repertorio di attaccante di razza. Undici centri per lui nella competizione.

La rapidità del folletto di Viareggio è devastante in confronto alla fisicità statica dei difensori cechi. Nel frattempo Del Mestre fa buona guardia mantenendo inviolata la porta azzurra. Al 6’ la Repubblica Ceca trova il suo primo gol con Chalupa che a ridosso di Del Mestre mira bene l’angolo sul secondo palo. Gli azzurri reagiscono subito con Ramacciotti, il viareggino prima si vede neutralizzare un colpo di testa a botta sicura poi colpisce il palo. Anche Gori centra un legno. Poteva essere il momento chiave per gli azzurri di prendere decisamente il largo. E invece la legge del beach soccer colpisce inesorabile. Salak con una bella rovesciata segna la seconda rete per i suoi riaprendo la sfida nel momento forse migliore dei ragazzi di Agostini. Al 10’ Del Mestre compie un intervento prodigioso su una conclusione dalla distanza di Mizar.

E’ il momento di contenere il ritorno dei cechi. Palmacci in rovesciata colpisce la traversa, terzo legno per gli azzurri nella gara, l’ennesimo nella competizione per l’attaccante del Terracina. In chiusura di tempo arriva il quarto palo per l’Italia, stavolta è Di Palma a colpirlo con una rovesciata stilisticamente perfetta. Si chiude qui la ripresa. Ad inizio terzo tempo l’Italia va vicino al quinto gol ma manca il colpo decisivo. Ma c’è da stare attenti, Spada vola a deviare due conclusioni velenose degli avversari.

Al 6’ Visek devia come può una bordata dalla distanza di Palmacci, Zurlo arriva con un secondo di ritardo sulla respinta con la sfera che scivola sulla riga immaginaria della porta. Inizia ad essere tante, troppe le occasioni sciupate dagli azzurri. All’8’ arriva finalmente il quinto centro degli azzurri, Corosiniti scocca un tiro dalla distanza su cui si avventa il solito Gori che devia in rete da vero opportunista d’area. Al 9’ Spada respinge bene un tiro ravvicinato. La Repubblica Ceca compie il massimo sforzo per recuperare il match ma gli azzurri non perdono le distanze e Spada è un muro invalicabile. C’è tempo per vedere un'altra traversa centrata dallo sfortunato Palmacci e il match finisce. L’Italia si prende il primo successo del girone.

2^ FASE
RISULTATI E CLASSIFICHE
Mercoledì 7 settembre

G1) Ungheria-Germania 2-4 – Rep. Ceca-Italia 2-5
Classifica: Italia, Germania 3 punti; Ungheria, Rep. Ceca 0

G2) Bielorussia-Francia 6-7 dcr (4-4) – Grecia-Portogallo 0-8
Classifica: Portogallo 3; Francia 1; Bielorussia, Grecia 0

G3) Ucraina-Polonia 3-4 – Moldavia-Russia 3-8
Classifica: Russia, Polonia 3; Ucraina, Moldavia 0

G4) Spagna-Azerbaijan 2-4 – Turchia-Svizzera 5-6
Classifica: Svizzera, Azerbaijan 3; Spagna, Turchia 0

PROGRAMMA
Giovedì 8 settembre

G1) h 9:00 Ungheria-Rep. Ceca – h 17:45 Italia-Germania
G2) h 10:15 Bielorussia-Grecia – h 16:30 Portogallo-Francia
G3) h 11:30 Ucraina-Moldavia – h 15:15 Russia-Polonia
G4) h 12:45 Spagna-Turchia – h 14:00 Svizzera-Azerbaijan

Venerdì 9 settembre
G1) h 9:00 Germania-Rep. Ceca – h 17:45 Italia-Ungheria
G2) h 10:15 Francia-Grecia – h 16:30 Portogallo-Bielorussia
G3) h 11:30 Polonia-Moldavia – h 15:15 Russia-Ucraina
G4) h 12:45 Azerbaijan-Turchia – h 14:00 Svizzera-Spagna

REGOLAMENTO
La FIFA Beach Soccer World Cup – Europe Qualifier, in programma dal 2 all’11 settembre a Jesolo, questa volta si presenta in una nuova veste. Quest’anno per la prima volta nella storia le qualificazioni coinvolgeranno 27 nazionali, il numero più alto mai registrato. Passano al turno successivo le prime due dei sette gironi più le due migliori terze. Non ci sono sorteggi, il tabellone segue accoppiamenti prestabiliti. Come nel 2014 anche in questa occasioni le sedici squadre ancora in corsa giocheranno fino alla fine dell’evento. Il momento nevralgico si vivrà nella seconda fase in cui le nazionali saranno divise in quattro gironi formati da altrettante squadre. Le prime di ogni raggruppamento si qualificano per il mondiale. Le semifinali e le finali serviranno per determinare la griglia definitiva. I primi due giorni si disputeranno nove partite, gli altri otto giorni saranno animati da altrettante partite, in tutta la manifestazione si giocheranno 82 gare.

COME SEGUIRE LA COMPETIZIONE
RaiSport si conferma media partner del beach soccer azzurro per il tredicesimo anno di fila. Centinaia le partite del calcio sulla sabbia dell’Italbeach trasmesse dal canale sportivo della Rai che non ha mancato un solo grande evento della nazionale moltiplicando gli sforzi in occasione della FIFA Beach Soccer World Cup giocata a Ravenna nel 2011. Tutti gli appassionati e non solo dello sport estivo per eccellenza potranno tifare gli azzurri assistendo in diretta alle gare della Nazionale su RaiSport 1 comprese le semifinali e la finale. Dalla tv alla carta stampata il beach soccer azzurro continua ad avere spazi importanti sulle testate nazionali grazie ad un accordo ormai ultra decennale con Corriere dello Sport e Tuttosport che dedicheranno tre pagine sia d’informazione sia di pubblicità in occasione della presentazione della kermesse, della seconda fase e del resoconto finale. Anche Radio Kiss Kiss, un brand che accompagna il Beach Soccer FIGC-LND da otto stagioni, raddoppia gli sforzi per la manifestazione. Previsti centinaia di spot prima e durante l’evento.

Ma la parte del leone la fanno sicuramente i new social media che si stanno dimostrando strumenti strategici e ideali per veicolare uno sport che strizza l’occhio allo spettacolo. Tutte le partite sono visibili in modalità on demand sul sito web ufficiale della manifestazione beachsoccer.com arricchito da notizie e gallerie fotografiche. Su beachsoccer.lnd.it il focus sulla nazionale con tutte le clip, highlights delle partite, curiosità, risultati, tabellini, cronache, commenti, interviste ai protagonisti e numeri dell’Italbeach. Gallerie fotografiche in alta qualità, clip dell’avventura azzurra e highlights delle sfide dell’Italia sono i contenuti visibili sulla pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti www.facebook.com/LegaDilettanti che ormai ha superato quota340.000 like. Disponibili notizie, foto e curiosità dell’Italia sul profilo Twitter della LND (www.twitter.com/legadilettanti) e su quello instagram.com/legadilettanti. Tante notizie anche sulla community ufficiale delle nazionali del calcio italianovivoazzurro.it e sul sito ufficiale della FIGC. Per tutte le informazioni logistiche, turistiche, sulle strutture ricettive e le agevolazioni per arrivare allo stadio dell’Arenile di Piazza Brescia si può consultare il sito web comune.jesolo.ve e jesolo.it/beach-soccer-jesolo.


F.I.G.C. - Lega Nazionale Dilettanti

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere