"Geografia e legalità, sconfiggere le mafie nella mia regione": vince l'Istituto "De Amicis" di Vibo

11
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
VIBO VALENTIA, 28 MAGGIO 2013 - Il 23 maggio, nell’aula bunker dell’Ucciardone in Palerm...

VIBO VALENTIA, 28 MAGGIO 2013 - Il 23 maggio, nell’aula bunker dell’Ucciardone in Palermo, si è svolta la premiazione del concorso nazionale “Geografia e legalità: sconfiggere le mafie nella mia regione” in occasione della XXI commemorazione della Strage di Capaci, al cospetto delle più alte autorità dello Stato: il Presidente del Senato, Piero Grasso, il Ministro dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza; il Ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri; il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo; il Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati, Rodolfo Sabelli; il Presidente del Tribunale di Palermo, Leonardo Guarnotta; il Presidente della Rai, Anna Maria Tarantola; il professor Nando Dalla Chiesa, associato di Sociologia della Criminalità organizzata presso l'Università degli Studi di Milano e lo scrittore e giornalista, Roberto Saviano, il conduttore televisivo, Fabio Fazio.

Tra i numerosi progetti presentati dalle 250 scuole italiane selezionate a livello regionale, “Noi vorremmo un’Italia senza mafie” realizzato dalla scuola primaria di Piscopio e di San Gregorio d’Ippona facenti parte dell’Istituto Comprensivo “De Amicis”, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dimostrando di essere particolarmente pertinente all’idea progettuale che sottende le “Navi della Legalità” dedicate ai giudici Falcone e Borsellino.

Il successo del Dirigente scolastico, degli insegnanti e dei bambini dell’Istituto Comprensivo “De Amicis” di Vibo Valentia è il successo all’intera regione, grazie allo straordinario impegno profuso nell’assolvere agli adempimenti richiesti dal concorso nazionale “Geografia e legalità: sconfiggere le mafie nella mia regione”, istituito dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca: meritando così il primo ed unico premio nazionale per la scuola primaria.

Una vittoria importante per il tessuto scolastico e sociale vibonese, ma anche per l’Ufficio Scolastico Regionale, impegnato da sempre nel realizzare un nuovo protagonismo studentesco attraverso percorsi di studio e di approfondimento mirati allo sviluppo della Cittadinanza e al rispetto della Costituzione.

Il Presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti, appresa la notizia rivolge il Suo pensiero ai bambini vincitori del premio: “Siate sempre degni, in tutti i momenti della meravigliosa vita che vi attende, della medaglia d’oro del Presidente della Repubblica di cui meritatamente siete stati insigniti il 23 maggio 2013: ed ancora grazie per avere testimoniato che un nuovo futuro è possibile”.

A queste parole l’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri aggiunge che“Stiamo investendo costantemente sulla legalità, anche aumentando il tempo scuola nei comuni ad alta densità criminale. Questo risultato conferma la qualità dell'azione".

Infine, il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico regionale, Francesco Mercurio, dichiara che “Gli obiettivi comuni di costruzione e strutturazione nelle nuove generazioni di una coscienza etica, e di condivisione di valori irrinunciabili propri della Cittadinanza attiva e democratica, hanno così trovato un proscenio nazionale, sullo sfondo del quale proseguire incessantemente, in azione sinergica, l’opera di riscatto morale della Calabria che non può che passare prioritariamente dal mondo dell’Istruzione e della Formazione”.

Ad maiora semper !
 

InfoOggi.it Il diritto di sapere