Giro d'Italia 2016, sesta tappa: Wellens vince in solitaria all'arrivo di Roccaraso

6
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROCCARASO - Tim Wellens è il vincitore della sesta tappa del Giro d’Italia, 157 km...

ROCCARASO - Tim Wellens è il vincitore della sesta tappa del Giro d’Italia, 157 km da Ponte a Roccaraso. Il belga della Lotto-Saudal si è imposto per distacco nella prima frazione con arrivo in salita in una tappa che ha visto la fuga di tre corridori, Alessandro Bisolti (Nippo-Vini Fantini), Eugert Zhupa (Wilier-Southeast) e Alexandr Kolobnev (Katusha), dopo pochi chilometri dal via. A 80 km dal traguardo però il russo della Katusha si rialza e ai due fuggitivi si aggiungono Tim Wellens (Lotto Soudal), Pim Ligthart (Lotto Soudal) e Laurent Didier (Trek-Segafredo). I cinque battistrada aumentano il loro vantaggio sul gruppo maglia rosa fino a un massimo di nove minuti. 

Sull’ultima salita però, Wellens stacca i compagni di fuga e va a vincere davanti a Fuglsang (Astana) e Zakarin (Katusha). La maglia rosa, Tom Domoulin, ha chiuso quarto a 1’22" ed ha consolidato il suo primato in classifica arrivando insieme al gruppetto degli inseguitori, alle spalle del vincitore di giornata. L’olandese ha risposto all’attacco di Vincenzo Nibali, scattato a 3 km dal traguardo. Il siciliano però non è apparso in grande forma quest’oggi e dopo essere stato immediatamente rimontato dal gruppo ha chiuso con circa 25" di ritardo dal leader della classifica generale. Davanti a lui anche l’altro grande favorito del Giro, Alejandro Valverde, che lo scavalca in classifica con 6" di vantaggio.
Venerdì settima tappa, da Sulmona a Foligno: un percorso di 211 km che presenta due gpm di 2ª categoria ma con un arrivo in pianura che dovrebbe riaprire la battaglia tra velocisti. 

Venerdì settima tappa, da Sulmona a Foligno: un percorso di 211 km che presenta due gpm di 2ª categoria ma con un arrivo in pianura che dovrebbe riaprire la battaglia tra velocisti.

 

ARRIVO — 1. Tim WELLENS (Lotto-Soudal) 157km in 4.40'05'', media 33,633 km/h; 2. Fuglsang (Dan) a 1'19''; 3. Zakarin (Rus); 4. Dumoulin (Ola) a 1'22"; 5. Siutsou (Blr) a 1'24"; 6. Pozzovivo; 7. Chaves (Col) a 1'29"; 8. Uran (Col) a 1'33"; 9. Majka (Pol); 10. Valverde (Spa) a 1'36"; 11. Kruijswijkr (Ola); 12 Firsanov (Rus) a 1'39".

CLASSIFICA GENERALE — 1. Dumoulin; 2. Fuflsang + 26"; 3. Zakarin +28"; 4. Jungels +35"; 5. Kruijswijk +38"; 6. Valverde +41"; 7. Ulissi +41"; 8. Chaves +44"; 9. Nibali +47"; 10. Siutsou +49";
 

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere