Giunta alla conclusione la visita del Ministro dell'Istruzione della Bielorussia in Sardegna

68
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 23 SETTEMBRE 2014 - Si è conclusa la visita di tre giorni in Sardegna, dal 15 al 17...

CAGLIARI, 23 SETTEMBRE 2014 - Si è conclusa la visita di tre giorni in Sardegna, dal 15 al 17 settembre 2014 del Ministro dell’Istruzione della Bielorussia Sergey Maskevich, si è trattata della prima visita assoluta del Ministro dell’Istruzione nella Repubblica Italiana ed ha toccato sia Cagliari che Sassari a testimoniare l’interesse per una collaborazione complessiva che tocchi l’intero territorio regionale. Il Ministro era accompagnato dal Direttore del Centro Relazioni Internazionali del Ministero Aleksandr Samuilich e dal Console onorario bielorusso in Sardegna Giuseppe Carboni .



Un programma denso di visite ed iniziative: l’incontro con il Presidente della Regione Sardegna On. Francesco Pigliaru, il Presidente del Consiglio Regionale On.Gianfranco Ganau, il Rettore dell'Università di  Cagliari Prof. Giovanni Melis, il Prefetto di Cagliari Dott. Alessio Giuffrida, il Prefetto di Sassari Dott. Salvatore Mulas, la Presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici, il Sindaco di Sassari Nicola Sanna e il Rettore dell’Università di Sassari Prof. Attilio Mastinu.

Infine la delegazione bielorussa ha partecipato al Convegno “Turismo Totale” presso il Palazzo della Provincia di Sassari e ha visitato il sito di Porto Conte Ricerche di Alghero (Parco Scientifico e Tecnologico della Sardegna) Tale visita si inquadra nell’ambito dei pluriennali rapporti che legano la Sardegna alla Bielorussia, partiti con l’accoglienza di migliaia di bambini bielorussi da parte delle famiglie sarde nell’ambito dei progetti “Chernobyl”.

Tali rapporti si sono ampliati attraverso una serie di attività legate agli scambi giovanili, studenteschi, sportivi e culturali, e si sono rafforzati grazie alla presenza, in Bielorussia, di un progetto pluriennale di cooperazione internazionale nel settore della formazione professionale sostenuto dalla LR 19/96 e considerato dalle autorità bielorusse e dall’Ambasciata d’Italia a Minsk una vera e propria best practice. Oltre 4.000 i giovani bielorussi formati in 10 anni di attività del Centro di Formazione “Sardegna Global” di Minsk con un inserimento lavorativo che rasenta il 100%.

Innumerevoli sono le intese bilaterali, fra le quali si evidenziano l’Accordo di collaborazione fra Regione Sardegna e Regione di Minsk (aprile 2012), l’Accordo di collaborazione fra Hi Tech Park of Belarus e “Sardegna Ricerche” (luglio 2012), l’Accordo di Collaborazione fra Centro Relazioni Internazionali del Ministero dell’Istruzione Bielorusso e Università degli Studi di Cagliari (settembre 2013) oltre ad alcuni protocolli di intesa firmati negli anni precedenti fra la Provincia di Cagliari e la Provincia di Minsk, e la Provincia di Nuoro e la Provincia di Minsk.

Lo scorso febbraio 2014 si sono svolte a Minsk le Giornate della Cultura della Sardegna con il concerto di Elena Ledda e del suo gruppo, la proiezione dei film “L'arbitro” scritto e diretto dal Paolo Zucca, e del film “Bellas Mariposas” di Salvatore Mereu, la mostra degli arazzi provenienti dalla collezione di artigianato regionale dell’Istituto I.S.O.L.A., e una presentazione dei prodotti enogastronomici.

Sempre nella capitale bielorussa, la Sardegna, sia nel 2013 che nel 2014, è stata presente con un proprio stand, alla Fiera Internazionale del Turismo di Minsk. All’ultima edizione presenti anche alcune importanti realtà del turismo in Sardegna come il Forte Village, e il Tour Operator Visit Sardinia, specializzato nella valorizzazione delle risorse turistiche e culturali della Sardegna verso la clientela russofona.

Negli incontri con i rappresentanti della Regione Autonoma della Sardegna sono stati individuati i settori di reciproco interesse come la Formazione, il turismo, l’ICT e l’agroalimentare. "Irrobustire e rinnovare i rapporti tra Sardegna e Bielorussia apre a grande potenzialità", ha detto il Presidente Pigliaru, a sua volta Il Ministro Maskevich ha voluto ringraziare le famiglie sarde che con il cuore hanno accolto e continuano ad accogliere i bambini bielorussi nell’ambito del progetto Chernobyl ed ha messo in evidenza il grande successo ed l’efficacia del Progetto di cooperazione a Minsk nel settore della formazione professionale denominato “Sardegna Global” sostenuto in parte dalla LR 19/96.

Nell’accogliere il ministro bielorusso il Presidente del Consiglio Regionale Ganau ha dichiarato «Noi crediamo nella vicinanza dei popoli e nel confronto con altre realtà per condividere insieme un percorso di crescita culturale e professionale».

Nell’incontro con il Rettore dell’Università di Cagliari, si è sottolineato il forte interesse al proseguimento degli scambi studenteschi già in atto e l’importanza di lavorare a regole comuni e protocolli formativi che permettano il reciproco riconoscimento dei titoli e dei crediti.

La visita all’Università di Sassari e l’incontro con il Rettore hanno permesso di raggiungere un accordo di massima per la firma di un accordo di collaborazione simile a quello già in atto con l’ateneo cagliaritano, che consenta l’utilizzo di tutti gli strumenti possibili per avviare un programma di scambi internazionali di studenti tra l'Università di Sassari e gli atenei della Bielorussia. La proposta è stata accolta con favore dal Ministro Maskevich, che ha promesso tutta la collaborazione necessaria. Negli incontri con il presidente della Provincia di Sassari ed il Sindaco di Sassari, si è discusso dell’avvio di contatti con gli enti locali della Bielorussia per la promozione dei reciproci territori.

Nel corso del Convegno “Turismo Totale” il Ministro ha messo in evidenza l’importanza del ruolo della formazione professionale e anche universitaria per uno sviluppo qualitativo del comparto turistico. Fra le proposte emerse l’implementazione dal progetto “Sardegna Global” a Minsk sulla formazione professionale, sostenuto dalla LR 19/96, anche nel settore del turismo, con l’organizzazione di apposite master class e seminari formativi con la partecipazione di esperti sardi, così da consentire un utile salto di qualità per il progetto stesso e garantire la presenza nel mercato bielorusso di personale di agenzia che abbia una conoscenza adeguata del potenziale turistico dell’Isola.

Altra proposta nata nell’ambito del convegno è stata quella di organizzare degli stage formativi a favore di giovani specialisti bielorussi, nelle strutture ricettive sarde e presso le agenzie dell’incoming, una occasione utile sia per questi giovani che per le strutture che li accoglieranno. Un altro dato molto significativo messo in evidenza dalla delegazione bielorussa è stato quello del flusso turistico bielorusso verso l’Isola che quest’anno ha raggiunto il suo record. Di grande interesse infine la visita al Porto Conte Ricerche (Parco Scientifico e Tecnologico della Sardegna) fra le proposte della parte bielorussa quella di inviare una apposita delegazione formata da ricercatori, tecnici e rappresentanti di start up bielorusse così da avviare i contatti diretti fra imprese e ricercatori dei dei rispettivi parchi scientifici.

Il Ministro dell’Istruzione Maskevich ha avuto inoltre degli incontri di cortesia con i Prefetti di Cagliari e Sassari.

SCARICA E STAMPA DOCUMENTO INTEGRALE

Notizia segnalata da: ( Consolato Bielorussia)

InfoOggi.it Il diritto di sapere