Il cuore oltre il confine: la prevenzione Al 30° salone internazionale del libro di Torino

88
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Alleanza tra mondo no-profit e Salone Internazionale del Libro per promuovere la cultura della preve...

Alleanza tra mondo no-profit e Salone Internazionale del Libro per promuovere la cultura della prevenzione cardiovascolare attraverso numerose iniziative, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Città di Torino
TORINO, 3 MARZO – La cultura della prevenzione della salute, molto indietro in Italia rispetto al Nord Europa, trova oggi uno stimolo e una vetrina internazionale all'interno del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino grazie alla collaborazione con Cardioteam Foundation, Onlus con profilo internazionale nata a Torino nel 2008 che si occupa di prevenzione e diagnosi precoce di infarto, ictus e altre malattie cardiovascolari, come l’aneurisma dell’aorta ascendente.
 
E’ questo l’obiettivo dell’accordo fra Cardioteam Foundation Onlus e Salone Internazionale del Libro presentato oggi alla stampa dal presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Mario Montalcini, e dal presidente di Cardioteam Foundation Onlus, il cardiochirurgo di fama internazionale Marco Diena, all’Assessora alle Politiche Sociali della Città di Torino, Sonia Schellino. L'Assessorato alle Politiche Sociali della Città di Torino è infatti il corretto trait d'union tra le fasce di popolazione più esposte ai fattori di rischio cardiovascolare e le chance di cambiamento che possono essere generate attraverso la cultura e l'informazione corretta.
 
La partnership tra Cardioteam e il Salone del Libro ha preso avvio a dicembre 2016 con l’acquisto di 1000 biglietti della manifestazione dando un concreto segno di sostegno alla manifestazione in risposta all’appello allora lanciato dal Direttore Editoriale del Salone Nicola Lagioia affinché la città dimostrasse affetto al Salone. Con questo importante gesto, Cardioteam ha voluto chiamare a raccolta il mondo delle Onlus e rinnova anche oggi questo importante messaggio, confidando di “contagiare” altre realtà del territorio.
 
Cardioteam Foundation Onlus da sempre svolge molte attività per lo sviluppo della cultura della prevenzione cardiovascolare in luoghi tradizionalmente deputati alla formazione culturale, come le scuole, per rivolgersi ai giovani, ai giovanissimi e ai loro familiari con l’obiettivo di sensibilizzarli sull’importanza della prevenzione e stimolare l’adozione di un corretto e salutare stile di vita. In perfetta coerenza con la sua mission, Cardioteam Foundation ha dunque annunciato oggi la consegna di 300 biglietti sui 1000 acquistati all’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Torino, con l’obiettivo di avvicinare al Salone ed alla cultura della prevenzione le fasce di popolazione più a rischio di patologie cardiovascolari e malattie metaboliche.
Cardioteam ha inoltre in corso di definizione i percorsi per la consegna dei restanti biglietti acquistati, grazie ad interazioni ed intese con Onlus del territorio.
 
“Attraverso la sue attività, Cardioteam Foundation – dichiara Sonia Schellino, assessora alle Politiche sociali della Città di Torino - offre un prezioso servizio al sistema di tutela della salute nel suo complesso, con risultati molto positivi anche dal punto di vista sociale. Un impegno che, grazie allo staff medico e l’attrezzatura del camper Cardioteam, offre ogni anno la possibilità di effettuare controlli gratuiti a tantissime persone, contribuendo a sensibilizzare e rendere la popolazione maggiormente consapevole dell’importanza assunta dalla prevenzione nella lotta alle malattie cardiovascolari”. “La specifica iniziativa lanciata in occasione del Salone Internazionale del Libro, con cui vengono messi a disposizione alcune centinaia di biglietti per la kermesse libraria, evidenzia – aggiunge Schellino - la sensibilità di Cardioteam verso il sociale e l’attenzione alla cultura come veicolo di prevenzione”.
 
La collaborazione fra la Onlus guidata dal Dr. Diena e la XXX edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si articolerà inoltre su una ampia serie di iniziative sia all’interno degli spazi espositivi sia all’esterno.
 
LE INIZIATIVE LEGATE ALLA PRESENZA DI CARDIOTEAM FOUNDATION ALL’INTERNO DEL SALONE
 
Stand con materiali informativi e documentazione sulla prevenzione cardiovascolare, la cultura della prevenzione dalle scuole alla popolazione adulta e la lotta contro l’infarto e l’ictus
Evento di presentazione del libro scritto dal Dr. Diena “Come il cuore di Chopin”, il cui ricavato delle vendite sarà interamente devoluto alla Fondazione
Workshop “Il cibo che fa bene al cuore” tenuto dal Dr. Gheorghe Cerin e dal Dr. Diena
Incontro con un ospite internazionale sul “Welfare di impresa e di comunità sul territorio”.
 
LE INIZIATIVE LEGATE ALLA PRESENZA DI CARDIOTEAM FOUNDATION ALL’ESTERNO DEL SALONE
 
Il Cardiovan Cardioteam, un ambulatorio medico itinerante attrezzato sosterà all’ingresso del Salone del Libro per promuovere la cultura della prevenzione anche attraverso la distribuzione del decalogo “Per un cuore da campione”.
 
Mario Montalcini, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura: «Cardioteam Onlus, se possiamo azzardare un gioco di parole, ci ha messo il cuore. Fin dallo scorso autunno è stata la prima realtà del no profit a puntare sulla rinascita del Salone di Torino, acquistando ben mille biglietti della 30a edizione. Le iniziative di divulgazione sui temi della prevenzione che Cardioteam Onlus propone nel programma del Salone sono di altissima qualità, e dimostrano l’attenzione condivisa per la sfida culturale nel far crescere la consapevolezza presso i giovani e in genere ogni fascia d’età».
 
“Oggi l’infarto vede il 91% di possibilità di sopravvivenza se tempestivamente trattato in ospedale”, ha spiegato il cardiochirurgo Marco Diena, Presidente di Cardioteam Foundation Onlus. “Le malattie cardiovascolari non sono una fatalità e, al pari dei tumori, possono essere prevenute con una ampia ed efficcace diffusione della cultura della prevenzione. In vent’anni si sono salvate in Italia 42.000 persone sicuramente attraverso le adeguate terapie, ma in misura maggiore grazie alla riduzione del fumo, al controllo della pressione arteriosa del colesterolo ed all’attività fisica”.

ARDIOTEAM FOUNDATION ONLUS
Cardioteam Foundation Onlus si occupa di prevenzione, diagnosi precoce e cura di infarto, ictus e altre malattie cardiovascolari, come l’aneurisma dell’aorta ascendente.
Molte delle attività promosse da Cardioteam Foundation Onlus sono rivolte ai giovani, ai giovanissimi e ai loro familiari, con l’obiettivo di sensibilizzarli all’importanza della prevenzione, rendendoli consapevoli che per evitare il peggio lo stile di vita deve essere indirizzato correttamente sin dalla nascita e per tutto il resto della vita.
Dal 2008, anno della sua costituzione, l’impegno di Cardioteam Foundation Onlus in Italia e all’estero va nella direzione di:

 correggere comportamenti e stili di vita dannosi, che possono favorire la probabilità d’insorgenza: abuso di alcol, fumo e droghe, vita sedentaria, cattive abitudini alimentari, scarsa o nulla attenzione verso fattori di rischio quali pressione arteriosa, eccesso di colesterolo, diabete, obesità, osteoporosi, depressione;
 promuovere attività di prevenzione, diagnosi precoce e cura;
 organizzare attività ricerca e formazione delle professionalità mediche;
 favorire iniziative di volontariato e assistenza medico‐chirurgica in paesi disagiati.

La Fondazione opera in sinergia con specialisti in prevenzione e cura delle malattie cardiovascolari e con importanti istituzioni nazionali, tra i quali la Compagnia di San Paolo. Grazie ai risultati conseguiti in ambito medico‐scientifico, è riconosciuta tra i soggetti specializzati più autorevoli in campo nazionale e internazionale.
Cardioteam Foundation Onlus è presieduta dal cardiochirurgo Marco Diena.

LA MISSION
“Crediamo che il benessere e la salute delle persone siano la condizione fondamentale per il progresso della civiltà: solo una società sana può guardare al futuro e costruire il proprio domani. Tuttavia, alcune malattie come l’ictus e l’infarto impediscono agli individui di vivere bene e in salute e alle società di progredire. Il nostro impegno nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari è finalizzato ad assicurare alle persone di condizioni di vita migliori, anche in Paesi svantaggiati; i nostri strumenti sono la ricerca, la prevenzione e la solidarietà”.

LA VISION
“Da anni, la nostra esperienza e la nostra competenza sono al servizio degli individui, ai quali insegniamo a migliorare la qualità della vita attraverso la prevenzione e la cura delle malattie
Con il sostegno di:
Con il patrocinio scientifico di: Si ringrazia:
Con il patrocinio di:

cardiocircolatorie. Siamo un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale, ma vogliamo fare di più: trasmettere a quante più persone possibili l’idea che amare se stessi e volere bene agli altri significa prima di tutto mettersi a disposizione dei più bisognosi e far scoprire alle persone che una vita intensa, bella e sana è possibile”.

GLI OBIETTIVI
Prevenzione, diagnosi precoce e cura delle malattie cardiovascolari; ricerca e formazione delle professionalità mediche; missioni umanitarie e assistenza medico‐chirurgica: sono questi gli obiettivi che Cardioteam Foundation Onlus persegue nella sua quotidiana interazione con i pubblici di riferimento (pazienti, comunità, donatori, istituzioni).
L’ATTIVITA’
La prevenzione è lo strumento fondamentale per ridurre il tasso di mortalità da infarto e ictus, patologie che ancora oggi costituiscono in Italia rispettivamente la prima causa di morte e di invalidità. Cardioteam Foundation Onlus pone fra i propri obiettivi la profilassi e organizza periodicamente giornate di sensibilizzazione, informazione e screening rivolte alla popolazione adulta e giovanile.
Tra le varie iniziative citiamo:
 Campagna di Prevenzione Cardiovascolare “Screening degli Aneurismi dell’Aorta Ascendente” – Campagna di prevenzione cardiovascolare rivolta ai cittadini con fascia di età 55/75 anni, che possono prenotare al Numero Verde un Ecocardiogramma gratuito con l’ausilio del CardioVan, ambulatorio medico itinerante.
 CardioTOschool – E’ un progetto rivolto ai giovani di Torino e provincia (prossimo ad essere esteso anche in altre zone d’Italia) finalizzato a educare ad uno stile di vita sano: il primo passo verso la riduzione dell’incidenza delle malattie cardiovascolari. Grazie ad esso i medici cardiologi e cardiochirurghi della Fondazione entrano negli istituti scolastici con iniziative che coinvolgono non solo gli studenti e gli insegnanti, ma anche la cerchia di familiari e amici di ciascuno di loro. Il progetto è stato inserito all’interno del catalogo della Provincia di Torino CE.SE.DI. Sino ad oggi sono stati coinvolti oltre 2.500 studenti.
 I Quaderni del Cuore – Inaugurata nel 2014, è una collana editoriale che utilizza il linguaggio dei fumetti per sensibilizzare i giovani alla conoscenza e alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. I Quaderni vengono distribuiti gratuitamente nelle Scuole che aderiscono al progetto.
 Se ami te stesso vinci – Gli studenti che partecipano al concorso devono creare la sceneggiatura di una storia nella quale il protagonista è il “cuore”.

L’elaborato vincente sarà trasformato in una storia a fumetti e pubblicato su “I quaderni del cuore”.
 La Notte dei Ricercatori – Cardioteam Foundation Onlus partecipa all’iniziativa (promossa annualmente dalla Comunità Europea) organizzando campagne di sensibilizzazione e screening rivolta alle famiglie.
 I Martedì Salute – Iniziative di sensibilizzazione e screening organizzate in collaborazione con
Con il sostegno di:
Con il patrocinio scientifico di: Si ringrazia:
Con il patrocinio di:

l’Università della Terza Età e l’Unione Industriale di Torino.
 Ingrijeste‐ti inima! (Cura il tuo cuore) ‐ In collaborazione con le autorità consolari romene, Cardioteam Foundation Onlus ha analizzato le cause di decesso nella comunità di rumeni presente in Italia: su un campione di 519 persone decedute, l’età media del decesso era di 40,18 anni e nel 25% dei casi la causa di morte era ictus o infarto miocardico. Messa in allarme da questi dati, la Fondazione ha organizzato (in collaborazione con Farmacie Comunali) interventi di screening, che hanno prodotto ottimi risultati. Il progetto sarà esteso ad altre città italiane.
 Giornata Mondiale del Cuore - partecipazione a giornate di sensibilizzazione e prevenzione cardiovascolare ed eventi pubblici di rilievo nazionale quali La Giornata Mondiale Del Cuore;
 Welfare Aziendale di Prevenzione Cardiovascolare – sono state effettuate iniziative di Welfare Aziendale con il Gruppo IREN (2015), BUZZI UNICEM (2015), WEBASTO SpA (2016) ed altre realtà aziendali del Nord Italia;
 CardioTOWork – un progetto rivolto alle imprese ove lo staff medico di CFO effettua azioni informative e divulgative, denominate, CARDIOTOWORK, relativamente allo stile di vita e alla corretta alimentazione piuttosto che alla cause considerate maggiormente nocive per lo stato di buona salute del cuore come il fumo o l’abuso di alcool, rivolte a tutta la popolazione aziendale con l’obiettivo di raggiungere anche le famiglie dei dipendenti ed allargare rafforzandolo il campo d’azione della prevenzione cardiovascolare.

Nella lotta alle malattie cardiovascolari la formazione e la ricerca rappresentano uno strumento indispensabile. In virtù dell’esperienza riconosciuta e certificata in ambito sanitario, Cardioteam Foundation Onlus organizza corsi ECM per cardiochirurghi, cardiologi, anestesisti e perfusionisti; training in sala operatoria e collegamenti in streaming nel corso d’interventi chirurgici, al fine di ospitare (virtualmente) in sala operatoria cardiologi e cardiochirurghi di tutto il mondo. Lo staff medico svolge attività di ricerca clinica in ambito cardiologico, cardiochirurgico ed ecografico con la Clinica San Gaudenzio di Novara; in collaborazione con gli Sati Uniti ha partecipato ad un progetto di ricerca sulla realizzazione di un anello mitralico regolabile anche dopo la chiusura dell’atrio sinistro; ha elaborato programmi digitali (Progetto EchoPar) in grado di estendere e calcolare gli indici ecocardiografici su smartphone, così da integrare le carenze delle macchine ecocardiografiche di vecchia generazione; ha messo a punto e realizzato un piano di screening in grado di identificare gli aneurismi all’aorta e ridurre il tasso di mortalità dovuto a questa patologia, spesso asintomatica (Campagna di screening aneurismi dell’aorta ascendente) .

Molte risorse sono destinate a missioni umanitarie e assistenza medico‐chirurgica in Paesi svantaggiati, come ad esempio Moldavia, Polonia e Romania, con i quali sono stati avviati rapporti di collaborazione per la formazione e l’interscambio di medici e professionalità e per la realizzazione di interventi chirurgici, azioni di prevenzione e assistenza alle persone affette da patologie cardiocircolatorie.

Nel corso di questi anni la Fondazione ha portato a termine 14 missioni umanitarie in Moldavia, Polonia, Romania, Siria, Georgia.
Con il sostegno di:
Con il patrocinio scientifico di: Si ringrazia:
Con il patrocinio di:

Cardioteam Foundation Onlus è anche promotore ed organizzatore di eventi che hanno come obiettivo coinvolgere ed allargare il raggio di azione della prevenzione cardiovascolare. Tra i più recenti si ricordano:
 Workshop presso il Centro Congressi dell’Unione Industriale, “IL WELFARE AZIENDALE PER LA CRESCITA DELL'IMPRESA. Il modello innovativo della Cardioteam Foundation Onlus.”;
 Workshop presso il Centro Congressi dell’Unione Industriale, al Workshop “LO SVILUPPO DEL WELFARE

AZIENDALE NEL CUORE DELL'IMPRESA”;
 Concerto di Beneficenza per Cardioteam Foundation Onlus a dicembre 2015;
 Convegno “I Vent’anni del Cardioteam in Piemonte” (maggio 2015) presso L’Unione Industriale di Torino;
 Candidatura al Premio Sodalitas Socail Award promosso da Iren SpA, in relazione allo Screening dell’Aneurisma dell’Aorta Ascendente;
 Progetti di Rete, creati tra Cardioteam Foundation e altre fondazioni nazionali ed internazionali che abbiano come obiettivo progetti sociali oltre che sanitari; in particolare nel 2016 collaborazione con Fondazione Settimo, Associazione Volontari Tornaco e Croce Azzurra (Turbigo) e Fondazione Bellaria Onlus di Appiano Gentile;
 Presentazione dei risultati dei primi 5600 casi della Campagna Nazionale di Screening al Congresso Surgery of the Thoracic Aorta del 9-10 novembre 2015 a Bologna – Course Director Prof. Roberto Di Bartolomeo.

 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere