La scuola calabrese protagonista al premio “Cassiodoro” in onda domani sera su Padre Pio Tv

328
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Il mondo della scuola come simbolo di speranza e testimone ideale della Calabria e di uno dei person...

Il mondo della scuola come simbolo di speranza e testimone ideale della Calabria e di uno dei personaggi simbolo della storia e dell’identità regionale. Sono stati i giovani talenti calabresi i protagonisti della nona edizione del Premio “Cassiodoro il grande” che, dal Teatro Politeama di Catanzaro, raggiungerà il pubblico nazionale ed internazionale grazie alla comunicazione sociale. Andrà in onda domani, domenica 13 gennaio, alle 21.50 su Padre Pio Tv - canali 145 del digitale terrestre, 852 Sky e 445 TvSat – lo speciale televisivo sull’evento promosso dall’associazione Centro culturale Cassiodoro, presieduta da don Antonio Tarzia,con il sostegno della Regione Calabria nell’ambito degli interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali. Il progetto si avvale anche del patrocinio del Mibact e della collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale, dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace e della Fondazione Politeama.

Il percorso portato avanti negli ultimi anni all’insegna della valorizzazione dell’opera e della figura di Cassiodoro ha avuto il suo apice nella manifestazione condotta da Domenico Gareri, con il coordinamento di Cosimo Griffo e la regia di Giulio Di Blasi. Sarà l’occasione per ammirare le suggestive esibizioni degli studenti dei cinque licei musicali di ciascuna provincia calabrese coinvolti nell’iniziativa: il Liceo Statale "T. Campanella” di Lamezia Terme, il Liceo Musicale “Rechichi” di Reggio Calabria, il Liceo Statale "G. V. Gravina" di Crotone, il Liceo Statale "Lucrezia della Valle" di Cosenza e il Liceo Statale "V. Capialbi" di Vibo Valentia. Durante la serata ci sarà anche la preziosa testimonianza offerta dallo storico Franco Cardini che ha dedicato uno studio approfondito sulla figura di Cassiodoro e le sue influenze sulla cultura moderna.
A ricevere il premio è stato Ernesto Giuseppe Alfieri, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna che ha espresso la volontà di creare un gemellaggio con l’associazione Centro culturale Cassiodoro proprio nella città di Ravenna. Insigniti anche Dino Caterini, fondatore della Scuola Internazionale di Comics, e l’archeologo Francesco Cuteri. Un altro riconoscimento è stato consegnato, nelle mani di Stella Franco dell’Usr Calabria, alla Consulta studentesca regionale per il percorso realizzato in collaborazione con la Life Communication e che ha visto gli studenti protagonisti attivi nel raccontare l’impegno antimafia. Premiato anche Luca Marino della Indaco Film, società che ha co-prodotto il corto "Bismillah" di Alessandro Grande.

Altro momento suggestivo l’esibizione degli artisti diversamente abili appartenenti al coro “Voci di luce” dell’Unione italiana ciechi di Catanzaro. A interpretare il tema dell’emigrazione, il Gruppo folk Città di Tropea e la cantastorie Francesca Prestia. L’attore Gigi Miseferi ha riproposto, inoltre, alcuni passi tratti dalle Variae di Cassiodoro. Spazio anche alla celebrazione dell’enogastronomia calabrese d’eccellenza con l’azienda Dedoni, partner dell’evento, che ha dedicato a Cassiodoro uno dei prodotti più pregiati del noto caseificio.

Infine, l’appello dal palco, rivolto dal dirigente regionale Domenico Schiava e da don Antonio Tarzia, per condividere insieme ai sindaci calabresi uno dei prossimi progetti dell’associazione: la realizzazione delle biblioteche Cassiodoro nell’ambito della valorizzazione degli antichi borghi calabresi.

InfoOggi.it Il diritto di sapere