• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

L'Inter frenata dalla Roma. Conte bacchetta San Siro. La Juve oggi può tornare in testa

Lombardia > Milano

MILANO, 7 DICEMBRE - L'Inter resta a secco per la prima volta in stagione e viene fermata sullo 0-0 da una Roma caparbia nell'anticipo del venerdì a San Siro. Un pari che regala alla Juve l'opportunità, vincendo oggi a Roma sulla Lazio, di tornare subito in testa alla classifica. Conte tradito dai suoi attaccanti, troppi errori di Lukaku e Lautaro. Costretto a rinunciare a Dzeko in avvio e a Pau Lopez, Fonseca schiera Zaniolo centravanti alla Totti eMirante, che sarà tra i protagonisti del match.

Dopo la gara il tecnico nerazzurro bacchetta il pubblico di San Siro.
Lo 0-0 interno contro la Roma ha deluso i tifosi dell'Inter: durante la scialba ripresa, dagli spalti di San Siro si è sentito anche qualche fischio in direzione di alcuni giocatori nerazzurri, tra questi Lazaro, entrato al posto di Candreva infortunato. Dopo il match, ai microfoni di Sky, Antonio Conte ha bacchettato il pubblico: "Abbiamo bisogno di loro, mi è spiaciuto che in alcuni casi a qualche controllo sbagliato ci siano stati dei fischi. C'è bisogno dell'aiuto di tutti".

"Il pubblico ci deve sostenere e aiutare perché è un momento in cui dobbiamo fare di necessità virtù – continua l'allenatore salentino -. Oggi su alcuni stop sbagliati ci sono stati dei fischi, questo non va bene e non ci aiuta. Io ho bisogno di tutti e il tifoso deve capire questo, ci devono supportare e non fischiare al primo errore, non è facile giocare a San Siro. Alcuni ragazzi sono giovani ci vuole l'aiuto di tutti. Ci tenevo a dirlo perché bisogna proteggere il gruppo, non diventare presuntuosi e capire che questi ragazzi vanno sempre aiutati".

Il Biscione, che sabato rischia di essere superato dalla Juventus, recrimina sulle occasioni sprecate: "Quando parlate di possesso palla, di occasioni, vai a vedere la partita e vedi che Mirante è il migliore in campo, oggi abbiamo avuto occasioni, rischiato contro un'ottima squadra e merito va ai ragazzi che hanno dato tutto. Devi fare gol, le occasioni le hai avute e anche chiare, ci sono stati anche degli errori loro dettati dalla nostra pressione, abbiamo portato all'inserimento anche i centrocampisti, dovevamo essere più cattivi sotto rete ma niente da rimproverare ai calciatori, hanno dato tutto".

"Candreva? Ora le sue condizioni sono l'ultimo pensiero, ora pensiamo a riposare, non mi va di parlare di infortunati ora. Martedì ci aspetta una partita tosta con Barcellona e undici scenderanno in campo".

La panchina corta: "Noi dobbiamo cercare di arrivare alla sosta nel miglior modo, sappiamo delle difficoltà che abbiamo ma al tempo stesso sono contento di vedere che i ragazzi stanno rispondendo bene".
Notozia segnalata da (sport Virgilio)