• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

M5s, Di Maio annuncia le sue dimissioni. Conte: "Rispetterò la sua scelta"

Lazio > Roma

ROMA 22 GENNAIO - Terminato il vertice tra il capo politico dei 5S e tutti i ministri e viceministri pentastellati a Palazzo Chigi. Spadafora: "Avanti uniti o ci condanniamo all'irrilevanza"

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio oggi pomeriggio annuncerà le sue dimissioni da capo politico del M5s. Di Maio, a quanto si apprende, avrebbe anticipato la sua decisione questa mattina nella riunione con i ministri del Movimento che si è tenuta a Palazzo Chigi. L'annuncio arriverà in occasione della presentazione dei facilitatori regionali, un appuntamento già in programma che si terrà nel pomeriggio a Roma, al Tempio di Adriano.

Cresce, in queste ore, l'ipotesi di affidare la reggenza del M5s a Vito Crimi, membro anziano del comitato di garanzia, in vista degli Stati generali previsti nella metà di marzo. A meno che Di Maio non decida di arrivare all'assise di marzo come "dimissionario", mantenendo fino a quel momento il suo ruolo di reggente

A confermare l'annuncio di questo pomeriggio anche Vincenzo Spadafora, ministro per le Pari opportunità, che al termine del vertice ha detto: "Dobbiamo proseguire uniti perchè altrimenti, divisi ci condanniamo all'irrilevanza. Luigi parlerà alle 18".
A commentare la scelta di Di Maio quando ancora era un'ipotesi è stato questa mattina lo stesso presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ai microfoni di Rtl: "Se fosse una sua decisione lo rispetterò" anche se "mi dispiacerà sul piano personale. Di Maio è stato tirato per la giacchetta, dunque aspettiamo che assuma lui un'iniziativa".

I rumors sulle eventuali dimissioni di Di Maio - che si rincorrevano da diversi giorni - sono state commentate anche dai leader di altri partiti. Come il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che ieri sera a Porta a Porta ha affermato rispondendo a una domanda di Bruno Vespa: "Se mi farebbe piacere? No, abbiamo preso un impegno anche tra persone che rispettiamo". Notizi segnalata da (La Repubblica)