Malinche, la nuvola arancione del Centro-America

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
GUANACASTE, COSTA RICA, 9 GIUGNO 2015 - L’arancione? Qualcuno ha definito questo colore c...

GUANACASTE, COSTA RICA, 9 GIUGNO 2015 - L’arancione? Qualcuno ha definito questo colore come un rosso che non crede nelle proprie possibilità. Sarà pure così, questioni di prospettive. In questo periodo dell’anno, l’arancione è di fatto una delle tinte che più attraggono il senso della vista del viaggiatore del Centro-America.

Il perché è presto detto: grazie alla fioritura dell’albero di malinche, che è il trionfo e l’apoteosi dell’arancione in tutte le sue gradazioni. Prendiamo ad esempio la nazione con una delle impronte ecologiche più pronunciate del pianeta, la Costa Rica. Gli alberi di malinche, appartenenti alla famiglia delle acacie, sono un po’ dappertutto, specie nell’area costiera dell’oceano Pacifico.

La loro fioritura va avanti già dall’inizio di maggio e caratterizza molti luoghi, grazie alla intensa “nuvola” arancione che si irradia dai suoi rami. Tra tanto verde ( di giungle e foreste) e azzurro (del mare) l’arancione del malinche è la nota giusta per dare ancor più suggestione al paesaggio tropicale.

Malinche è un lemma ricco di suggestioni anche per un’altra ragione. È infatti il nome di una figura di donna quasi “mitologica” nell’immaginario centro-Americano, una sorta di metafora sulla comunicazione multiculturale tra l'America e l'Europa Iberica.

La Malinche è esistita realmente, ma la sua figura è stata poi oggetto di trasformazioni letterarie e leggendarie. È stata un’ affascinante indigena originaria dell'Istmo di Tehuantapec, "frontiera" tra l'impero Maya e quello Azteco. La giovane fu data come schiava al conquistador Hernàn Cortès, come atipico (ma non all’epoca) regalo di pace. La donna imparò lo spagnolo e grazie alle sue conoscenze divenne fida consigliera di Cortés e poi la sua amante, dando vita anche a un figlio, Martìn. La figura contraddittoria della donna ha offerto ampi spunti per la fantasia degli scrittori centroamericani.

Tra mito, letteratura e botanica, malinche è un nome che ha tutti gli ingredienti per affascinare il viaggiatore tropicale.

testo e foto di Raffaele Basile

InfoOggi.it Il diritto di sapere