• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: Massima allerta con forte maltempo. Ecco dove e previsioni per il Weekend

Piemonte > Cuneo

La nostra meteo cronaca diretta è già in massima allerta e segue con attenzione il forte peggioramento del tempo atteso per la giornata di oggi. Già in queste ore piogge a tratti anche moderate sono in atto sui settori centrali e di Levante della Liguria, in Lombardia, gran parte dell'Emilia e fino ai comparti occidentali e settentrionali del Veneto. Insomma l'atteso peggioramento è già in atto ma nelle prossime ore il quadro meteorologico si aggraverà ulteriormente.
Vediamo nel dettaglio dove colpirà il forte maltempo fino a questa sera.

Occhi puntati soprattutto alla Liguria dove nelle prossime ore, ci attendiamo forti rovesci e locali nubifragi. Massima attenzione in particolare alle province di Imperia e di Savona. Altri forti fenomeni colpiranno comunque tutto il comparto alpino e prealpino del Nordovest, l'Emilia, specie il settore occidentale.
Col passare delle ore i fenomeni si faranno via via più forti e penalizzeranno, purtroppo sempre le medesime zone, proseguendo per tutto il resto della giornata. Massima attenzione ancora una volta su Liguria, Valle d'Aosta e rilievi piemontesi settentrionali (specie sul Verbano) ma con rischio di abbondanti piogge a Torino, sulle zone montuose della Lombardia, poi in estensione anche a quelle del Triveneto.
Nel pomeriggio e in serata intensi rovesci e locali nubifragi potranno colpire inoltre i settori più settentrionali della Toscana, in particolare l'area del massese.

FENOMENI AUTORIGENERANTI - La persistenza delle piogge sulle medesime regioni fino alle prime ore della notte su sabato, eleverà ulteriormente il rischio problematiche di carattere idrogeologico con potenziale rischio di episodi alluvionali e franosi.

Sulla base della fenomenologia prevista e in atto il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso, per la giornata di Venerdì 2 ottobre, allerta rossa in Veneto.
Prevista, inoltre, allerta arancione in Liguria e su settori di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Allerta gialla, infine, su Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, su parte di Friuli Venezia Giulia, Toscana, Puglia e Calabria e sui restanti territori di Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Lombardia.

Sul resto del Paese il meteo rimarrà invece più tranquillo e farà anche piuttosto caldo al Sud, proprio a causa di un netto rinforzo dei venti di Scirocco, i quali, se da un lato porteranno temperature fuori stagione, dall'altro provocheranno un deciso aumento del moto ondoso su molti tratti dell'area tirrenica e sull'alto Adriatico dove i mari tenderanno a divenire molto mossi a addirittura agitati.
Da segnalare, infine, il fenomeno dell'acqua alta sulla laguna di Venezia (fino a 130 cm).

In seguito, il grosso del maltempo, riuscirà finalmente a spostarsi dall'area più occidentale del Nord verso il settore orientale, specie nel corso della tarda notte e nelle prime di sabato, preludio però ad un inizio di weekend assai perturbato per il Nordest e parte del Centro.

Previsioni per il Weekend

Prepariamoci ad un weekend compromesso sul fronte meteo-climatico, almeno per buona parte dell'Italia. Il nostro Paese dovrà infatti fare i conti con un ciclone che provocherà tanta pioggia, vento forte e pure il ritorno della neve, mentre al Sud ci sarà spazio addirittura per un'ondata di caldo fuori stagione.
Ma andiamo con ordine e vediamo cosa ci riserverà il contesto meteo per sabato e domenica.

Partendo dalla giornata di Sabato 3, ci aspettiamo precipitazioni intense anche sotto forma di veri e propri nubifragi, in particolare su alto Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Liguria (specie i settori di Levante) e Toscana. Piogge meno intense, in movimento da ovest verso est, bagneranno l'Emilia Romagna. Da segnalare, sul versante tirrenico e ligure, burrascosi venti di Libeccio e Scirocco, con raffiche ad oltre 60 km/h. Col passare delle ore ombrelli aperti anche su tutte le regioni del Centro e sulla Sardegna. Rischio di temporali anche sulla città di Roma. Da segnalare anche l'acqua alta a Venezia con un'onda di marea entro la notte fino a circa 130 cm.
Le cose andranno un po' meglio su gran parte del Sud, dove si potrà godere di una parentesi quasi estiva, grazie al persistere di miti correnti di Scirocco che manterranno le temperature ben al di sopra della media climatologica del periodo.

Arriviamo così alla giornata di domenica 4, anch'essa pronta a proporci un nuovo peggioramento. Dopo una prima parte del giorno con qualche piovasco sui rilievi alpini, in Liguria e tra Toscana e Umbria, la seconda ondata di maltempo prenderà il via dal pomeriggio/sera, quando avremo la possibilità di nuovi intensi temporali. Sotto osservazione i settori di centro-levante della Liguria dove, soprattutto in serata, si avranno forti piogge e locali nubifragi, ma attenzione anche all'Emilia Occidentale, alla Lombardia e ai settori alpini centro-orientali dove permarrà il rischio di alluvioni lampo. Altre piogge sparse sono attese su Piemonte, Toscana, Umbria e Lazio.

Grazie al calo delle temperature nelle zone raggiunte dal maltempo, è previsto il ritorno della neve sull'arco alpino con possibili fiocchi fin sotto i 1500 metri di quota in località come Breuil Cervinia (AO), Sestriere (TO), Livigno (SO) e Solda (BZ).

Ma ci sarà anche spazio per un tempo completamente opposto. E' il caso del Sud dove avremo tanto sole e soprattutto temperature diffusamente superiori alla media stagionale. (ilMeteo)