• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo nuovo ciclone con piogge nubifragi poi incursione polare. Evoluzione con le previsioni

Lazio > Roma

Anche la giornata di Festa si apre all'insegna del maltempo per effetto di un nuovo ciclone in transito sull'Italia pronto a scaricare forti piogge e tra poco anche nubifragi.

Situazione: In queste ore la nostra meteo cronaca diretta segnala un quadro meteorologico già piuttosto agitato con piogge e rovesci sulla Sardegna, la Liguria di centro-levante, l'alta Toscana e alcuni tratti più meridionali dell'Emilia Romagna. Altre piogge sono in corso in Umbria, su tutto il Lazio, a Roma e più deboli sulla Campania. Più asciutto il meteo altrove dove tuttavia nubi minacciose avanzano da ovest. Si segnalano inoltre forti venti di Libeccio sul comparto tirrenico dove sono in fase di sviluppo alcune mareggiate specie sui litorali occidentali della Sardegna e sulle coste del basso Tirreno.

Evoluzione prossime ore: nel corso della mattinata una severa fase di maltempo, concentrerà i sui effetti su Sardegna, Toscana, Marche, Umbria e tutto il resto del comparto tirrenico, dal Lazio alla Campania, fino al nord della Calabria. Su queste zone ci attendiamo forti piogge, temporali e locali nubifragi. Precipitazioni sparse inoltre sono attese sul resto del Centro-Sud.

Si andranno ad esaurire invece le piogge in Emilia-Romagna con tempo in genere asciutto sul resto del Nord.

Continueranno a soffiare forti di venti di Libeccio su tutti i bacini occidentali ed in particolare in Sardegna e sul medio e basso Tirreno dove ci attendiamo raffiche fino a 100km/h e numerose mareggiate sui settori esposti.

Nel corso del pomeriggio si prevede ancora forte maltempo al Sud e su gran parte del Centro. Forti temporali e nubifragi si concentreranno su Campania e settori centro-settentrionali della Calabria. Possibili intensi rovesci anche nel Lazio fino a Roma.

Ci sarà spazio inoltre per nevicate a tratti anche sotto forma di bufera sul comparto appenninico centrale sopra i 700/900m di quota e a quote più alte su quello meridionale.
Si attenueranno poi le piogge sulla Toscana, mentre il Nord continuerà a vivere un contesto atmosferico più tranquillo.

Solo dalla serata il meteo darà segnali di miglioramento anche al Centro-Sud con rovesci sparsi limitati al nord della Puglia e al basso Tirreno.

In questo frangente i venti si orienteranno da nord-ovest sul lato tirrenico e da nord-est su quello adriatico ad annunciare un inizio di settimana più freddo e ancora un po' movimentato sul fronte meteorologico.

Previsioni prossima settimana
La prossima settimana si annuncia a dir poco dinamica e tutta da seguire. Infatti, non avremo solo l'ennesimo vortice già da lunedì 25 con piogge e neve in collina, ma arriverà pure un'incursione Polare
Facciamo il punto della situazione tracciando poi una tendenza per la parte conclusiva di gennaio che riserverà anche una sorpresa.

Partiamo con la nostra analisi proprio dalla giornata di Lunedì 25 quando al mattino avremo un po' di instabilità al Nord Est con deboli piogge e nevicate sulle Alpi. Poi, il passaggio dell'ennesimo vortice ciclonico, provocherà ulteriori rovesci anche sotto forma temporalesca, in particolare su Toscana, Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, ma col passare delle ore il peggioramento raggiungerà anche il Sud, con temporali accompagnati da furiose raffiche di Libeccio su Campania e Calabria. Qualche piovasco non è peraltro da escludere pure su Basilicata e Puglia.

La neve cadrà sulle zone interne appenniniche del Centro Sud inizialmente oltre gli 8/900 metri di quota, in calo poi verso sera fino a quote collinari specie sul versante adriatico.

Tra Martedì 26 e Mercoledì 27 l'irruzione di aria gelida in quota, in discesa dal Polo Nord, determinerà un crollo delle temperature con il gelo che si farà sentire durante la notte e al primo mattino con punte minime fin verso i -4°C sulle pianure del Nord e valori prossimi agli zero gradi anche in città come Firenze, Roma, Ancona e Napoli. Il tempo si manterrà soleggiato da Nord a Sud, salvo per locali piogge tra Calabria e Sicilia.

Successivamente le incertezze aumentano, ma pare che nel corso di Giovedì 28 un rapido peggioramento del tempo possa nuovamente interessare il Centro-Sud, con piogge e rovesci.
Poi, da Venerdì 29 l'incedere di una massa d'aria piuttosto mite in arrivo dal Nord Africa dovrebbe far aumentare sensibilmente le temperature proprio durante quello che dovrebbe essere il periodo più freddo dell'anno, i cosiddetti giorni della merla.

Ma attenzione, le sorprese potrebbero non finire qui. Da Sabato 30, potrebbe aprirsi un periodo decisamente più freddo e movimentato con l'arrivo di un impulso molto freddo in discesa dal Polo Nord. (iLMeteo)

In aggiornamento