Ooho, il futuro è nella bolla d'acqua che non inquina

81
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
La bottiglia del futuro non è fatta di plastica ma sembra una caramella. Si chiama &ld...

La bottiglia del futuro non è fatta di plastica ma sembra una caramella. 

Si chiama “Ooho” ed è una bolla piena di liquido, una membrana costituita da lipidi e proteine, resistente e commestibile, formata prevalentemente da estratti di alghe brune, lavorate con la  c.d. sferificazione, tecnica della gastronomia molecolare mediante la quale si solidifica la parte esterna dei cibi preservando i liquidi all’interno ed evitando di veicolarvi le sostanze con cui la membrana viene in contatto.

L’idea è venuta a tre spagnoli, Rodrigo García González, Guillaume Couche e Pierre Paslier che si sono aggiudicati il Lexus Design Awards 2014 e che le hanno dato questo nome ispirandosi alla parola eau, acqua in francese, ed all’esclamazione di stupore, "oh" appunto.

Desta, infatti, meraviglia questa invenzione completamente edibile che dovrebbe scalzare definitivamente la plastica ed i problemi del suo smaltimento, che avvelenano il mare ed il pianeta. Gli imballaggi, si spera, diventeranno sempre più semplici, resistenti, economici e, soprattutto, biodegradabili e, perchè no, commestibili. La capsula, dall’aspetto insolito si può mangiare, appunto come una caramella, o forare e bere.

L’idea originale prevede la presenza di liquido all’interno della “bolla”, ma ciò non toglie che si possa pensare anche a succhi, cola o alcolici.

Il costo di realizzo è di due centesimi al pezzo, che può contenere 250 ml di liquido e può anche essere caratterizzato, volendo, da un’etichetta, anch’essa edibile. Il prezzo al quale sarà commercializzata, tuttavia, rimane ad oggi un mistero, così come la data effettiva della sua diffusione sul mercato.

Non resta, quindi, che attendere ed approfittare della novità con un duplice effetto benefico: quello di liberare il pianeta dai rifiuti plastici e quello di fornire l’adeguata idratazione al corpo, come consigliato nell’articolo sui benefici del bere, che vi invitiamo a leggere. 

Emanuela Salerno

Seguimi su Facebook: EsteticaMente

InfoOggi.it Il diritto di sapere