Papa Francesco: si ascoltano tg e "chiacchiericcio" di quartiere ma non Dio

418
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA 28 MARZO - Ascoltare la voce del Signore per non finire "con il cuore duro" e screditare ...

ROMA 28 MARZO  - Ascoltare la voce del Signore per non finire "con il cuore duro" e screditare il Signore. E' l'invito che Papa Francesco ha rivolto stamani nell'omelia della messa a Casa Santa Marta, ricordando anche che Dio e' misericordioso ed esorta a tornare a Lui con tutto il cuore. 
"Noi, tante volte, siamo sordi e non ascoltiamo la voce del Signore. Si', ascoltiamo il telegiornale, il chiacchiericcio del quartiere: questo si', lo ascoltiamo sempre", dice Francesco nell'omelia raccolta in parte da Vatican News. Il Signore esorta pero' ad ascoltare la sua voce e non indurire il cuore. Nel forte invito alla conversione che il Pontefice rivolge nell'omelia, si mette in guardia quindi, con forza, dall'avere un cuore che non ascolta la voce del Signore e facendo cosi' per "giorni, mesi, anni", diventa "come la terra senza acqua, "si indurisce". E quando c'e' qualcosa che non gli piace, scredita e calunnia il Signore. Nel Vangelo odierno Gesu' e' chiaro: "Chi non e' con me, e' contro di me": "o hai il cuore obbediente, o hai perso la fedelta'", ricorda Francesco. 

InfoOggi.it Il diritto di sapere