Regione: indennità zone con vincoli, pronte graduatorie provvisorie

284
Scarica in PDF
CATANZARO, 10 NOVEMBRE - Il dipartimento agricoltura e risorse agroalimentari della Regione inf...

CATANZARO, 10 NOVEMBRE - Il dipartimento agricoltura e risorse agroalimentari della Regione informa che sono in via di pubblicazione le graduatorie provvisorie della Misura 13 del PSR Calabria 2014/2020 "Indennita' a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici", annualita' 2018. Complessivamente, per la Misura 13, annualita' 2018, sono pervenute circa 22.000 domande per i due interventi (l'intervento 13.1.1 "Indennita' compensative a favore delle zone montane" e l'intervento 13.2.1 "Indennita' compensative a favore di altre aree con altri vincoli naturali, diverse dalle zone montane"). In particolare per l'intervento 1 risultano finanziabili 12246 domande, mentre per l'Intervento 2 ne risultano finanziabili 9327. La dotazione finanziaria complessiva per l'intera Misura 13 autorizzata dalla Commissione Europea per l'annualita' 2018 e' di dieci Milioni di Euro. "La misura 13 del programma di sviluppo rurale -ha affermato il consigliere regionale delegato all'Agricoltura Mauro D'Acri - riveste un'importanza particolare, in quanto risponde alla precisa strategia regionale di sostenere l'agricoltura nelle aree interne e marginali, ritenute un patrimonio dalla ricca biodiversita' da salvaguardare e valorizzare".

"Anche per la predisposizione degli elenchi regionali provvisori della Misura 13 - ha affermato il dirigente generale del dipartimento agricoltura Giacomo Giovinazzo - il dipartimento ha effettuato istruttorie informatizzate, al fine di garantire massima trasparenza, imparzialita' e rapidita'. Criteri che adotteremo anche per la graduatoria definitiva, molto attesa . Le risorse della Misura 13, infatti, sono vitali - ha precisato - in quanto danno sostegno a quegli agricoltori che, tra mille difficolta', riescono a mantenere l'agricoltura in zone svantaggiate, preservando tra l'altro la qualita' dei suoli e riducendo i rischi idrogeologici e di incendi e contribuendo quindi agli obiettivi prioritari della Commissione Europea legati ad ambiente e clima".

InfoOggi.it Il diritto di sapere