Sanità: la Toscana in testa alla classifica come regione più virtuosa, ultime Calabria e Campania

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
SALERNO, 12 NOVEMBRE 2015 - Toscana, Emilia Romagna E Piemonte sono le prime tre Regioni, sulle 16 m...

SALERNO, 12 NOVEMBRE 2015 - Toscana, Emilia Romagna E Piemonte sono le prime tre Regioni, sulle 16 monitorate, e risultanti essere le più virtuose nel rapporto sui ‘Lea’, cioè sui livelli essenziali di assistenza, pubblicato sul sito del Ministero della salute.   

La classifica è stata stilata tenendo presente alcuni indicatori che riguardano il corretto funzionamento del sistema sanitario, come la durata dei ricoveri, la lotta alle malattie infettive, la copertura delle vaccinazioni e la qualità dell'assistenza domicilaire. Per ciascuno di questi è stato assegnato un punteggio. La somma di questi indicatori ci dice quale regione italiana ha raggiunto il miglior punteggio. Il primo posto è andato alla Toscana  con 217 punti su 225; seconda l’Emilia Romagna (204), terzo il Piemonte (201), quarta Marche (191), quinto il Veneto (190), seste a pari merito Lombardia e Liguria (187), poi Umbria (179) e Sicilia (165). A seguire l’Abruzzo con un punteggio di 152, pari merito con il Lazio, seguita dalla Basilicata (146), Molise (140), Calabria e Campania (136), Puglia (134).

Nonostante i risultati poco positivi, ci sono regioni come la Campania che hanno dato segnali di miglioramento.  "Grazie al miglioramento delle aziende il sistema continua a funzionare nonostante i tagli", dice Francesco Ripa di Meana della Fiaso, la federazione delle Asl. "Abbiamo razionalizzato accorpando i reparti, chiudendo le maternità a rischio, creando servizi integrati tra le aziende, senza smettere di investire in innovazione, anche se a ritmo più ridotto. Le conseguenze dei tagli di oggi le vedremo purtroppo tra due o tre anni e poi per risalire la china ce ne vorranno altrettanti". Per il secondo anno consecutivo la Toscana si è aggiudicata il primo posto. “Sono contento che la Toscana sia arrivata prima per il secondo anno consecutivo – dice il presidente Enrico Rossi – Per questo ringrazio di cuore tutti gli operatori della sanità: infermieri, medici, tecnici, e tutti coloro che lavorano con impegno e dedizione nel grande servizio sanitario della Regione Toscana. Dobbiamo fare ancora meglio, e per questo attuare in tempi rapidi la riforma che abbiamo prospettato”.

 

(foto:vesuviolive)

Filomena I. Gaudioso

InfoOggi.it Il diritto di sapere