Serie B: Pescara batte 4-2 il Novara e raggiunge il Trapani in finale play-off

42
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PESCARA - È il Pescara la seconda finalista dei play-off di Serie B. Dopo la vittoria pe...

PESCARA - È il Pescara la seconda finalista dei play-off di Serie B. Dopo la vittoria per 2-0 dell’andata, la squadra di Oddo fa sua anche la gara di ritorno con uno spettacolare 4-2. Per gli abruzzesi è la seconda finale consecutiva dopo quella dello scorso anno in cui a gioire fu però il Bologna. 

Match vivace fin dalle prime battute di gioco quello dell’Adriatico con i padroni di casa che passano in vantaggio con il solito Lapadula dopo appena due minuti. Il capocannoniere del campionato cadetto riceve palla da un ottimo Pasquato e da pochi passi batte Da Costa realizzando il suo ventinovesimo gol in una stagione straordinaria. I biancazzurri non sono sazi e poco dopo vanno ad un passo dal raddoppio ma la splendida conclusione di Caprari si infrange sulla traversa. Poco dopo la mezzora però il Novara deve arrendersi alla conclusione di Pasquato, che riceve palla da Verre e fa partire un destro che batte per la seconda volta il portiere ospite e fa impazzire i tifosi pescaresi. 

A questo punto la qualificazione è ormai in tasca ma i padroni di casa commettono l’errore di rilassarsi un po’ troppo e permettono al Novara di rientrare in corsa. Poco prima del riposo infatti Zampano, preoccupato dall’arrivo di Lanzafame, realizza un clamoroso autogol che riapre la partita. Nella ripresa Oddo pensa già alla finale e toglie Caprari e verre per preservarli in vista del Trapani. A venti dalla fine però arriva il pari del Novara firmato da Buzzegoli, che con una conclusione dalla distanza batte un incerto Fiorillo. A questo punto la squadra di Baroni prende coraggio e comincia a credere ad un nuova impresa dopo quella di Bari.

All’82’, con i piemontesi sbilanciati alla ricerca del sorpasso arriva il 3-2 del Pescara firmato da Verde. Il giocatore di scuola Roma viene servito da Pasquato e tutto solo a centro area non ha difficoltà a riportare i suoi in vantaggio scacciando definitivamente la paura. In pieno recupero è ancora Verde a realizzare il definitivo 4-2 con un sinistro potentissimo che sbatte sulla traversa e finisce alle spalle di Da Costa.

A contendersi la promozione in Serie A saranno quindi Trapani e Pescara, la terza e la quarta classificata della regular season. Domenica 5 giugno si disputerà la gara di andata allo stadio Adriatico mentre giovedì 9 giugno ci sarà il ritorno in casa dei siciliani.

 

PESCARA: Fiorillo; Zampano, Campagnaro (27′ st Vitturini), Fornasier, Crescenzi; Verre (10′ st Selasi), Bruno, Benali; Pasquato, Caprari (3′ st Verde); Lapadula. In panchina: Aresti, Acosta, Diamoutene, Mitrita, Cappelluzzo, Torreira. Allenatore: Oddo.

NOVARA: Da Costa; Dickmann, Vicari, Dell'Orco, Mantovani; Buzzegoli, Casarini (37′ st Corazza); Faragò, Gonzalez, Lanzafame (25′ st Adorjan); Galabinov (18′ st Evacuo). In panchina: Pacini, Viola, Ludi, Bolzoni, Schiavi, Garofalo. Allenatore: Baroni.

MARCATORI: 2′ Lapadula, 34′  Pasquato, 82′ e 94′ Verde (P); 45′  aut. Zampano, 72' st Buzzegoli (N);

 

Giuseppe Sanzi

(fonte immagine eurosport.com)

InfoOggi.it Il diritto di sapere