• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Serie A: il Napoli vince a Brescia e 'vede' l'Europa Oggi in campo la Juventus, poi Fiorentina-Milan

Campania > Napoli

Serie a: il Napoli vince a Brescia e 'vede' l'Europa Oggi in campo la Juventus, in serata Fiorentina-Milan
NAPOLI, 22 FEB - Il Napoli torna vincitore dalla trasferta di Brescia per 2-1 e porta a casa i tre punti che consentono ai partenopei di affacciarsi in zona Europa League. Oggi, per la 25/ma giornata di campionato, la Juventus nel pomeriggio sarà impegnata sul campo della Spal, mentre alle 15 apriranno le gare del sabato Bologna e Udinese. Alle 20:45 riflettori puntati sul Franchi per Fiorentina-Milan.

Nell'anticipo della 25^ giornata di Serie A il Napoli batte il Brescia e continua la rincorsa verso l'Europa. Padroni di casa avanti a sorpresa con Chancellor, poi a inizio ripresa il ritorno della squadra di Gattuso: prima il pari di Insigne su rigore, poi il raddoppio con un sinistro a giro splendido di Fabian Ruiz. Gattuso vola al sesto posto, la squadra di Lopez resta penultima

BRESCIA-NAPOLI 1-2 (Highlights)

27' Chancellor (B), 49' rig. Insigne (N), 54' Fabian Ruiz (N)

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Sabelli, Mateju, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena (85' Ndoj); Bjarnason (65' Skrabb), Zmrhal; Balotelli. All. Lopez

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (85' Allan), Elmas (76' Zielinski); Politano, Mertens (67' Milik), Insigne. All. Gattuso

Ammoniti: Mateju (B), Mertens (N), Martella (B), Elmas (N), Dessena (B), Milik (N)

Il Napoli non si ferma e dopo il successo di Cagliari trova la seconda vittoria consecutiva in campionato. Tre punti importantissimi per gli azzurri, che superano il Brescia e si rilanciano in chiave europea: per Gattuso sorpasso a Verona, Parma e Milan e sesto posto, che vuol dire piena zona Europa League. Eppure la partita non era iniziata nel migliore dei modi per il Napoli: dopo la traversa colpita da Mertens con un tiro-cross insidioso al 2', a passare in vantaggio è stato il Brescia con Chancellor, bravo a svettare più in alto di tutti sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Tonali al 27' e a schiacciare sul primo palo senza lasciare scampo a Ospina.

Prima frazione di gioco complicata per gli azzurri, che hanno mantenuto un ritmo piuttosto basso e non sono quasi mai riusciti ad impensierire Joronen. Ma nella ripresa è cambiato tutto: il pari, quasi immediato, è arrivato su calcio di rigore concesso dopo una revisione al Var. Il fallo di mano di Mateju su cross di Insigne è apparso piuttosto evidente. A presentarsi sul dischetto non Mertens (al belga annullata una rete per posizione di fuorigioco al 64', per lui l'appuntamento con il record di gol è rimandato), ma proprio il capitano, freddissimo a spiazzare il portiere avversario con un destro a incrociare verso l'angolino basso. Poco dopo, al 54', il sorpasso è arrivato grazie a un'autentica perla di Fabian Ruiz: sinistro a giro splendido finito dritto all'incrocio dei pali. Le speranze del Brescia si sono infrante quando Balotelli ha sprecato l'occasionissima per il pareggio: tutto solo davanti a Ospina, Super Mario ha calciato alto da ottima posizione non sfruttando un ottimo assist di Skrabb. Poco altro fino al fischio finale, poi la gioia della banda Gattuso: il Napoli si porta a quota 36 punti e arriva nel migliore dei modi alla sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Barcellona. Per il Brescia è ancora buio: la squadra di Lopez rimane al penultimo posto con 16 punti.