Si è conclusa oggi la conferenza stampa per il festival di cultura contemporanea previsto a Ostuni

108
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
OSTUNI, 2 SETTEMBRE 2013 - Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione di Attraver...

OSTUNI, 2 SETTEMBRE 2013 - Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione di Attraversamenti, il festival di cultura contemporanea previsto a Ostuni i prossimi 6, 7 e 8 settembre.

Seduti al tavolo di presidenza della sala di rappresentanza del Comune della Città Bianca, c’erano i principali protagonisti della tre giorni che porterà arte, enogastronomia, cinema, incontri e molto altro ancora per le vie di uno dei centri storici più belli della Puglia. Dopo i saluti del padrone di casa, il sindaco Domenico Tanzarella che si è detto lieto di ospitare nel suo comune tutte le attività previste nella manifestazione, Alexandra Gracco Kopp, deus ex machina del progetto e curatrice di alcune sezioni per conto di presentecontinuo, ha illustrato le mission del festival che si propone di diventare una piattaforma permanente proiettata al di là del Mediterraneo per favorire la brain circulation tra l’Italia e i Balcani.

Alexandra Gracco è, tra l’altro, la responsabile della sezione dedicata all’arte che vedrà esporre 11 artisti contemporanei di fama internazionale, in alcuni degli scorci più belli di Ostuni come, ad esempio, l’ex fabbrica del tabacco che riapre al pubblico dopo 50 anni. A sostenere nel concreto la curatrice artistica c’è il Gal AltoSalento, nella veste di co-organizzatore della manifestazione. Il Gal, che comprende i comuni di Ostuni, San Vito dei Normanni, Carovigno, Fasano, Ceglie Messapica e San Michele Salentino, ha accolto con favore l’idea e lo spirito di Attraversamenti, finanziando e curando alcuni appuntamenti molto importanti volti alla cooperazione e alla promozione territoriale al fine di ottenere un ritorno d’immagine e contenuti per la macroarea interessata dal festival.

Antonella Millarte, insieme all’animatrice della cooperazione Alessandra Filoni, hanno illustrato per il Gal tutti gli eventi riguardanti l’enogastronomia previsti il 6, il 7 e l’8 prossimi. Alla conferenza ha partecipato la chef stellata Antonella Ricci che avrà un ruolo centrale nella tre giorni con un cooking show finale che vedrà l’animazione di Fede e Tinto, conduttori radiofonici e televisivi di programmi enogastronomici. A concludere il tema del food c’era Angelo Iaia, fiduciario di Slow Food Piana degli ulivi che ha raccontato come si possono mettere insieme i produttori del centro storico di Ostuni per promuovere le eccellenze del territorio.

La sezione musica del festival è stata affidata a un’altra realtà locale d’eccellenza: l’exFadda che, come spiegato in conferenza da Anna Nacci, riempirà di world music le vie del centro storico ostunese. Molto interessanti le sezioni “Incontri” e “Percorsi” che proporranno alcuni confronti culturali con personaggi del calibro dello scrittore Stefano Benni, di Airan Berg, manager della cultura, responsabile della candidatura di Lecce a capitale europea della cultura 2019, di Emanuele Bevilacqua, Ceo di Internazionale, e Maddalena Tulanti, vicedirettore del Corriere del Mezzogiorno.

I “Percorsi” proposti da “Attraversamenti” puntano alla scoperta di Ostuni, con visite guidate nel centro storico, e delle zone limitrofe, fino a toccare la costa, con le escursioni in barca lungo il litorale brindisino a cura di Assonautica Puglia. Tanti sono i partner dell’iniziativa: a rappresentarli, ieri, c’era Ivan Tanzariello, vice presidente di Confindustria Giovani. Tanzariello ha speso parole importanti sul ruolo che il mondo dell’impresa dovrebbe avere in queste manifestazioni, parlando di occasioni possibili, di ponti da costruire e di resilienza, la capacità di affrontare una crisi e di uscirne ancora più forti di prima. Solo attraverso una cooperazione fattiva, capace di contaminare diversi segmenti della vita, della cultura, dei popoli e delle nazioni, infatti, si potranno raggiungere gli obiettivi che Attraversamenti si pone.

Redazione

InfoOggi.it Il diritto di sapere