• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Sigarette elettroniche: Vallo della Lucania dice no al loro consumo

Campania

VALLO DELLA LUCANIA (SA), 29 MARZO 2013 – Le sigarette elettroniche sono ormai entrate all’interno del mercato del tabacco a tutti gli effetti e, anzi, all’apparenza sembrano essere anche le più consumate, ma gli studi sugli effetti di tale sigarette sono ancora molto controversi e Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, sa da che parte stare.

Infatti, date le mancate specificazioni sugli effetti della sigaretta, il comune campano ha deciso di vietare l’uso di queste sigarette nei bar, nei circoli privati, nei ristoranti e in tutti i luoghi di divertimento; la motivazione è che si hanno ‹‹seri dubbi sul contenuto dei vapori e sulla pericolosità di alcune delle sostanze che potrebbero essere contenute non tanto nelle sigarette quanto nelle loro ricariche››. [MORE]

Questo prodotto commerciale è nato, in teoria, con lo scopo di far smettere di fumare, o comunque di far fumare meno, proprio perché è composto da vapore acqueo, nicotina e glicerolo, quindi il fumo che ne fuoriesce non è derivante da una combustione, ma è semplice vapore; tuttavia essendo la nicotina posta all’interno della “custodia” in forma liquida, questa non è misurabile né accertabile quanto alla sua qualità, soprattutto se viene comprata attraverso internet: questa mancanza comporterebbe un rischio non indifferente sulla salute.

In attesa di accertamenti, quindi, il comune di Vallo della Lucania si è messo avanti, infatti qualora fosse certificato il rischio alla salute che anche queste sigarette potrebbero portare, i loro divieti avrebbero garantito il bene pubblico cittadino.

Erica Benedettelli

[immagine da www.ilsecoloxix.it]