• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Stabilita la ripartizione dei seggi consiliari nella Camera di commercio di Bari

Puglia

Il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha firmato il decreto che stabilisce la ripartizione dei seggi del consiglio della Camera di commercio di Bari. Luigi Farace, presidente uscente della stessa, è allo stato attuale nuovamente candidato alla guida dell’ente. Difatti, il nuovo decreto, considerando la decisione presa dai giudici amministrativi il 9 settembre 2010, ha assegnato 7 seggi alla Federcommercio, organizzazione facente capo proprio a Farace, che il 23 luglio aveva optato per il ricorso al Tar dopo che il precedente decreto regionale aveva escluso Federcommercio dalla ripartizione dei posti relativi al settore commerciale e a quello dei servizi. L’organizzazione di Farace aveva ottenuto un solo seggio nella sezione trasporti. [MORE]
Ora Federcommercio con i suoi 7 seggi risulta l’associazione più rappresentata all’interno del consiglio. Anche la Confcommercio, organizzazione facente capo ad Alessandro Ambrosi, ha ottenuto 7 seggi ma dovrà condividerli con Confesercenti ed Unimpresa, organizzazioni ad essa apparentate.
I restanti seggi vanno invece a Confartigianato (4), Associazione piccole imprese (3), Confederazione italiana agricoltori (apparentata con Confagricoltura, 3) e Confindustria (2). Alle altre organizzazioni (Confederazione nazionale artigiani, Coldiretti, Confcooperative, Associazioni banchieri italiani, Cisl ed Acu- Adiconsum) spetta un seggio a testa.
La Regione aveva in un primo momento escluso Federcommercio a causa di un errore di data (2003 anziché 2008) presente nella documentazione che era stata allegata alla domanda.
L’attuale composizione del consiglio vedrebbe in teoria come principali sfidanti per la presidenza Luigi Farace ed Alessandro Ambrosi.