Tennistavolo in Sardegna: Cronache Pongistiche del primo dicembre 2022
Sport Sardegna Cagliari

Tennistavolo in Sardegna: Cronache Pongistiche del primo dicembre 2022

giovedì 1 dicembre, 2022

CAGLIARI, 1 DICEMBRE 2022 - AL TROFEO TRANSALPINO CON QUATTRO DECÈNNI

Due squadre per un appuntamento di spessore. La Fitet Sardegna aderisce come da tradizione all’International Transalpin Trophy - Mediterranean Cup, Trofeo riservato agli under 12, previsto dal 6 al 9 dicembre 2022 al PalaPajetta di Biella. E lo fa convocando quattro atleti. Nel team A giocheranno Federico Casula (Tennistavolo Sassari) e Anna Dessì (Ad Muravera TT): saranno seguiti da Nicola Pisanu. In quello “B” Nicola Cilloco (Tennistavolo Sassari) e Elèna Kuznetsova (TT Guspini), affidati alle cure del tecnico regionale Francesca Saiu.

Si comincia alle 8:30 di sabato mattina con la competizione a squadre e nel pomeriggio ci sarà spazio per il Round Robin individuale. L’8 dicembre si prosegue con le gare a squadre miste e individuali maschili e femminili.

“Il torneo è per noi molto eccitante – confessa Francesca Saiu - perché quasi la metà delle rappresentative partecipanti arrivano non solo dal resto dell’Europa ma anche da altri continenti. Il Comitato sardo si è reso disponibile all’allargamento della nostra delegazione a due formazioni e di questo lo ringrazio perché non è una cosa così scontata considerati i costi che si devono sopportare in circostanze del genere. E di conseguenza i nostri quattro protagonisti, disputando tantissime partite, avevano bisogno, oltre me, di un altro supporto tecnico. La scelta è ricaduta Nicola Pisanu persona su cui ripongo totale fiducia perché lavoriamo insieme da tanti anni e siamo quasi sempre concordi nelle decisioni da prendere. Nel comporre le due squadre mi sono ispirata al doppio ricreando le coppie che avevo già collaudato ai recenti campionati italiani giovanili. Ho puntato su bambini nati nel 2012 ma che comunque possono dire la loro anche opposti ad avversari più grandetti. In realtà non abbiamo obiettivi di classifica ma ci preme che le due compagini giochino più gare possibili per acquisire maggior padronanza nell’esposizione del loro gioco”.

L’8 DICEMBRE A NORBELLO TORNA LA NAZIONALE ITALIANA FEMMINILE

Due appuntamenti consolidati caratterizzano la prima decade di dicembre a Norbello. Il 2, a partire dalle 9, la palestra di via Azuni si trasforma per lasciare spazio alle federazioni paralimpiche che con i loro tecnici specializzati mostreranno a circa duecentocinquanta studenti le peculiarità delle discipline, consentendo pure di provarle: ci sarà l’imbarazzo della scelta con tennistavolo, scherma, tiro con l’arco, handbike, scacchi, calcio balilla paralimpico e bocce. Questa come sempre l’essenza della Giornata Paralimpica del Guilcer giunta alla settima edizione che nel suo programma include anche l’11° Torneo Ping-Pong Sardegna riservato ai pongisti intellettivo relazionali.

Ma il clou si raggiungerà il pomeriggio dell’8 dicembre con il 13° Trofeo Internazionale Città di Norbello che avrà come evento principale la gara di qualificazione ai Campionati Europei Femminili di tennistavolo. A sfidarsi saranno l’Italia e il Portogallo. È la terza volta che la società presieduta dal presidente Simone Carrucciu ospita la Nazionale.

COPPE EUROPEE: VA AVANTI SOLO IL MURAVERA TT

Su quattro compagini femminili che hanno preso parte alla Europe Trophy 2022-2023, l’ultima nata tra le manifestazioni continentali organizzate dalla ETTU (Unione Europea Tennis Tavolo), va avanti solamente il Muravera TT “A” che nel concentramento “D” giocato a Mirandela (Portogallo) termina il girone al secondo posto, proprio alle spalle delle padrone di casa che hanno chiuso l’intensa tre giorni a punteggio pieno. Il gruppo di marca sarrabese, guidato dal tecnico Michael Oyebode, era composto dalla belga Lisa Lung e dalle azzurrine Miriam Carnovale e Valentina Roncallo. Dietro di loro altre due compagini lusitane (Uniao Sebastianense F.C e ADC Ponta do Pargo – Calheta), mentre gli ultimi posti sono occupati dai restanti club isolani. Il Quattro Mori Cagliari, accompagnato dal presidente Mario Gabba, ha totalizzato due successi grazie ai contributi di Wei Jian, Marina Conciauro e Madalina Pauliuc. Una sola vittoria per il Muravera TT “B” che si è espresso con Alessandra Stori, Nicoletta Criscione, Lisa Bressan e il contributo tecnico di Nicola Pisanu. Fanalino di coda, a zero punti, il Tennistavolo Norbello che ha affrontato la trasferta con Krisztina Nagy, Lucero Ovelar, Gohar Atoyan.

Nella competizione maschile quinto posto nel girone “C” gruppo “A” per la Marcozzi Cagliari che rimedia l’unica vittoria nello scontro suppletivo con i ciprioti dell’Apoel. Nel raduno disputato in Serbia c’erano Antonino Amato, Isiaka Kazeem e Lorenzo Martinalli.

LE ULTIME DALLA SERIE A1

Ha sfoderato la formazione più competitiva a disposizione ma davanti aveva la matricola spietata CIATT Prato di Nikoleta Stefanova, Tan Wenling e Chiara Colantoni. E per il Muravera TT si registra la quarta sconfitta consecutiva in A1 femminile, pur mettendocela tutta con la russa Olga Vorobeva, Valentina Roncallo e l’olandese Shuohan Men.

Tre giorni prima Tennistavolo Norbello e Südtirol hanno spartito la posta, con le locali trascinate dalla russa Iana Noskova autrice di una doppietta cui si è aggiunto il successo della romena Zaharia, mentre più sfortunata è apparsa Veronica Mosconi. In contemporanea la A1 maschile guilcerina ha ipotecato la partecipazione alla Coppa Italia con il netto 4-0 ai danni del Tennistavolo Reggio Emilia. Attualmente la squadra allenata da Sergei Mokropolov risulta essere l’immediata inseguitrice dell’Apuania Carrara, anche se alle sue spalle il Top Spin Messina, distanziata da una lunghezza, ha una gara in meno.

Il 2 dicembre la Marcozzi è ospite del Cervino Genova, mentre lo stesso giorno, in A1 femminile, si gioca il derby tra Muravera TT e Quattro Mori.

 

AL PRIMO TORNEO NAZIONALE GIOVANILE QUATTRO PODI SANNO DI SARDEGNA

Al 1° Torneo Nazionale Giovanile della stagione disputato al PalaTennistavolo "Aldo De Santis" di Terni, la Sardegna riesce a guadagnare quattro terzi posti.

In ambito maschile il marcozziano ma anche ennese, Daniele Antonio Spagnolo, sale sul podio più basso sia negli under 17, sia negli under 19. Il monserratino Marco Poma del Tennistavolo Sassari lo imita nel singolo maschile under 21.

Nel settore femminile si apre una breccia la sarrabese Francesca Seu (Muravera TT) anch’ella terza ma nell’under 15 femminile.

CARRELLATA NEL SETTORE PARALIMPICO

Comincia la stagione anche per il nutrito gruppo di atleti paralimpici in forze a diverse società isolane.

Nella A1 in piedi (gruppo 6-10) gli ex campioni italiani della Muraverese, di scena a Molfetta (Bari) vengono sorpresi da un girone che esprime individualità di spessore e la inevitabile conseguenza è rimediare tre sconfitte in altrettante gare con due 3-0 da parte degli scudettati Circolo Tennistavolo Molfetta e della neopromossa TT Olimpicus Valverde San Gregorio di Catania che ha reclutato il campione del mondo polacco classe 10 Patryk Chojnowski. L’unico match combattuto è stato con i vice campioni in carica dell’Ennio Cristofaro: Andrea Manis ha superato i forti Ciregna e Motolese, mentre il suo compagno di scuderia Luca Paganelli non è riuscito a fare la differenza.

Nella A2 in carrozzina (gruppo 6-10) compaiono ben tre formazioni sarde, tutte incluse nel girone B. Dopo le tre giornate ospitate anch’esse a Molfetta, il Tennistavolo Sassari “A” si trova al secondo posto con due successi all’attivo. Protagonista il lanuseino Giammarco Mereu che termina la serie di gare individuali con un significativo 100%, emergendo nei derby con il Tennistavolo Sassari B e il Tennistavolo Quartu. Ma è protagonista anche nella sconfitta patita con il club pugliese Ennio Cristofaro Casamassima. Deve però soccombere nel doppio giocato sempre con il suo compagno Giuseppe Demontis.

La società campidanese annovera il duo Alessandro Marchello/Ivan Gaias, seguiti dal tecnico Ana Brzan che contro il Sassari “A” ottengono un successo a testa su Demontis, mentre rimangono inattivi con il team fiorentino Pohafi.

Rimane a zero il Tennistavolo Sassari “B” che ha gareggiato con Giancarlo Cossu e Maria Paola Tolu.

Tre le protagoniste isolane pure nella A2 6-10 (girone unico) che si sono esibite a Bolzano. La Saetta Quartu e Tennistavolo Norbello chiudono il concentramento con due punti. I pongisti di marca guilcerina Mauro Mereu e Max Manfredi li ottengono superando il Tennistavolo Sassari. Perdono però con Radiosa e Südtirol.

La squadra del sud Sardegna, dopo aver riposato nella prima giornata, ha perso 3-0 con i locali del Südtirol, però si è riscattata nell’ultimo match in programma opposta all’Isola Peter Pan Roma con protagonista assoluto il siliquese Marco Saiu che oltre ai due singolari condivide vittoriosamente il doppio con Pietro Ghiani. Alle gare ha partecipato anche Romano Monni. Südtirol, Tennistavolo Norbello e Il Circolo Etneo hanno lasciato a zero il Tennistavolo Sassari che sta facendo esperienza con Giovanni Battista Sanna e Lorenzo Sanna.

Infine altre tre compagini conterranee partecipano alla serie A Classe 11 riservata ai pongisti intellettivo relazionali. La miglior piazzata dopo le gare del concentramento tenutosi a Palermo è il Libertas Ping Pong Monterosello Sassari che l’ha spuntata per 3-2 sulla matricolina Santa Tecla Nulvi. Alessandro Ara e Gianfranco Idini vanno a segno per il club turritano, sia nel singolo, sia nel doppio. L’anglonese Francesco Piredda tiene alto l’onore del suo team, composto anche da Jessica Rozzo: nel doppio si sono fatti recuperare due set di vantaggio.

Esordio assoluto anche per La Saetta che partecipa con il duo Alessio Picciau/Simone Sebis. Combattono alla pari con i forti avversari del Radiosa Zeropong, campioni d’Italia in carica, grazie alla doppietta di Simone, ma risulta decisivo il doppio, perso di misura in tutti e tre i set disputati.

Nelle altre gare il Monterosello perde con lo Sport Club Etna, mentre il Santa Tecla nulla può con il Radiosa.

I RISULTATI MASTER NAZIONALI E REGIONALI

Il prossimo week end riprendono tutti i campionati dalla A2 nazionale maschile alla D2 regionale, ma nel frattempo la fascia veteranica si è scatenata con i vari campionati Master dove non mancano squadre e atleti tesserati in Sardegna

Nella serie A2 (girone C) grande protagonista è stato il Santa Tecla Nulvi “Avis” che a Cascina (Pisa) ottiene due brillanti successi propiziati dal binomio guspinese Giancarlo Carta/Maxim Kuznetsov. Prima piega le resistenze del Tennistavolo Firenze 3-0, poi arrotonda a scapito del Libertas Siena.

In serie B (girone C) compare il Tennistavolo Sassari che basa le sue sortite sull’affiatamento pluriennale tra Gianfelice Delogu e Sergio Idini. La loro verve agonistica si traduce, a Roma, in un successo con il Clementina Immobiliare di Jesi cui si aggiungono le sconfitte patite con Senigallia e Maccheroni Roma.

Altre due compagini sarde gremiscono il girone D. A Vallecrosia (IM) parte come un razzo il TT Guspini che primeggia solitario in classifica in virtù dei 3-1 3-0 inflitti rispettivamente al GSTT Vallecrosia e Bordighera. Anime della compagine medio campidanese sono Riccardo Lisci (100%) e Massimiliano Broccia. Muove la classifica anche la matricola Guilcier Ghilarza che batte la ligure TT Arma di Taggia ma si arrende di misura agli autoctoni del Vallecrosia. Protagonisti un immacolato Briam Mele e Mario Marchi.

SERIE C MASTER REGIONALE

Prime giornate stagionali anche nei quattro gironi che caratterizzano l’impianto regionale degli over 40.

GIRONE A: “NOI ALGHERESI SODDISFATTI DALL’ORGANIZZAZIONE”

(a cura di Salvatore Motzo)

Nella palestra di Via Grandi ad Alghero, sono state disputate le prime due giornate del campionato Master girone A. Squadre partecipanti, G.S.T.T. Alghero (società che ha organizzato il concentramento), Il Cancello Alghero, Santa Tecla Nulvi e TT Olbia.

Alle ore 10:00, come da programma, siamo scesi in campo contro il Santa Tecla Nulvi, agguerritissimo, che abbiamo battuto per 3-2 alla fine di un match tiratissimo. Io e Salvatore Zinchiri abbiamo vinto entrambi con Stefano Conconi e perso con Costantino Pilo. Decisivo il doppio vinto meritatamente contro la formazione avversaria.

Sul secondo tavolo non è stato disputato invece il derby interno al Cancello per il forfait di una delle due formazioni iscritte dalla compagine catalana.

Alle 12 si sono svolti gli altri due incontri in programma: Santa Tecla Nulvi-Olbia e Alghero-Il Cancello. Noi abbiamo perso la stracittadina per 3-0: pur giocando bene non siamo riusciti ad arginare Carmine Niolu e Fabio Costantino in gran spolvero e molto efficaci anche nel doppio. Bella vittoria della compagine gallurese su quella anglonese alla fine di un incontro tiratissimo in cui nell'incontro decisivo Pier Paolo Melis (che ha condiviso l’esperienza con Antonio Trubbas e Stefano Corda) ha avuto la meglio sul più quotato Pilo. Siamo contenti dell'organizzazione. Per noi questa è una stagione di transizione in cui stiamo cercando di riorganizzarci societariamente e, tutto sommato, possiamo dire di aver organizzato una bella giornata di tennistavolo.

GIRONE B: “CHE EMOZIONE CONTRO I MIEI EX COMPAGNI DI SQUADRA”

(a cura di Carlo Maulu)

Nel primo concentramento del campionato Master svoltosi a Paulilatino affrontiamo la mia ex squadra del Tt Oristano e gli amici del Tt Monterosello Sassari. Un briciolo di emozione in quanto per la prima volta gioco contro i miei ex compagni ma poi mi sciolgo e vinco abbastanza agevolmente contro Maria Pia Are, 3-0. Nel secondo incontro Giuseppe Mellai gioca contro il neo presidente del Tt Or Salvatore Sanna, a prevalere è il gialloblu mio compagno di squadra che non dà scampo all’avversario vincendo per 3-0. Nel doppio io e Giuseppe portiamo a termine la sfida per 3-0.

Nel secondo incontro giochiamo contro i forti sassaresi del Monterosello. Inizialmente si sfidano il mio presidente Angelo Pasqualino Putzolu contro "Gigi" Scudino; vince il secondo per 3 sets a zero. Scendo nuovamente in campo io, contro il simpatico Samuel Paganotto, soffro parecchio il suo gioco fatto di top spin con tanta rotazione e mi devo arrendere, pur essendomi divertito, per 3-0.

Nel doppio proviamo a dare del filo da torcere al mitico Gianni Palmas e Paganotto, ne esce un doppio combattuto ma vincono loro al quinto set. Una breve considerazione della mia nuova squadra? Che dire? Non posso che ringraziarli di avermi accolto tra loro e spero di ripagarli portando più vittorie possibili, pur sapendo che il campionato di Serie D1 non è per niente facile, ma sicuramente ci metterò tutto il mio impegno.

In classifica veleggia a punteggio pieno il Guilcier Ghilarza Bureco che sconfigge nettamente i fratelli dell’Iskra e poi il TT Oristano. Implacabile il duo Alessandro Faedda/Ignazio Calderisi che non ha avuto pietà del suo presidente Quirico Mura e del compagno Pierpaolo Cubadde. Stessa sorte è toccata a Salvatore Sanna e a Maria Pia Are.

GIRONE C: “LA NOSTRA È STATA UNA GRANDE PROVA CORALE”

(a cura di Francesco Mela)

Una gelida mattinata novembrina fa da cornice al primo concentramento stagionale del girone C Master. Nella palestra dell'Istituto comprensivo di Decimomannu in campo, oltre al Tennistavolo Decimomannu, il Fermi Iglesias, il Tennistavolo Guspini e il TT Carbonia Bianca. Tra i giocatori presenti, due tra i più forti pongisti sardi: Bruno Pinna, nelle fila della squadra iglesiente e Fabiano Peddis nella compagine guspinese. Il Decimomannu si presenta in formazione rimaneggiata: senza Italo Fois, priva degli infortunati Marco Podda e Stefano Sozzi, sono Gianfranco Soi, Andrea Decroce e Francesco Mela a comporre la squadra campidanese. Una giornata che potrebbe portare solo sconfitte pesanti, ma domenica scorsa fanno la differenza, a sorpresa, la forte determinazione e solidità mentale di tutti noi tre, sia contro l'Iglesias, sia contro il Guspini. Queste componenti sono state espresse nelle partite che, secondo me, hanno indirizzato a nostro favore ambedue i confronti con Iglesias e Guspini. Per quanto riguarda quello con Iglesias, la mia vittoria in rimonta al quinto set su Aramu; il successo del doppio Soi-Mela, anche esso in rimonta, contro il duo Pinna-Vacca. La partita chiave della sfida con il TT Guspini è stata quella tra il nostro Gianfranco Soi e il forte ed esperto Sergio Vacca. In particolare, nella zona finale di ogni set, Gianfranco ha mantenuto la costanza di rendimento, mentre Vacca ha commesso molti errori nelle risposte al gioco di Soi. Da rimarcare le partite seguenti: la versatilità di Decroce ha mandato fuori giri il mancino Gian Paolo Collu. Il doppio Soi-Mela l'ha spuntata al quinto set sul duo Peddis-Giorgio Onnis: una partita sempre in bilico, dove Gianfranco e io abbiamo tenuto duro. Anzi, durissimo, sia in fase di servizio, sia negli scambi di gioco.

Guspini e Carbonia Bianca escono sconfitte (la seconda cede all’Iglesias schierando Marco Ibba e Stefano Pittau) ma non ridimensionate. Il Fermi Iglesias non può imperniarsi solo su Bruno Pinna. Per conoscere il valore del Carbonia Blu, bisogna aspettare il secondo concentramento in programma a gennaio 2023.

GIRONE D: “DIFFICILISSIMO FARE PREVISIONI”

(a cura di Maurizio Piano)

Ha preso il via anche il campionato C Master e noi del Torrellas Capoterra, con due squadre, ci ritroviamo nel girone D assieme alla Marcozzi e a due squadre de La Saetta. Viste le formazioni scese in campo nel primo concentramento, disputato sul campo della società quartese, le formazioni più accreditate a giocarsi il primo posto sembrano essere la Marcozzi e la nostra Torrellas Gialla, con entrambe le squadre che schierano gli effettivi delle rispettive formazioni che militano in D1.

In quel di Quartu S. Elena, la domenica Master si è aperta coi derby. Nella sfida interna saettina, è stata La Saetta Verde ad avere la meglio per 3-0 su La Saetta Rossa. Alberto Manos e Giordano Sini hanno regolato senza grossi patemi Francesco Murtas e Alessandro Concu.

Nella sfida tutta capoterrese, invece, la Torrellas Gialla ha avuto delle difficoltà in più nel battere per 3-1 la formazione Blu. Nel primo match, infatti, Antonello Migliaccio ha sconfitto un po' a sorpresa, ma con grande merito per il gioco messo in campo, Celestino Pusceddu portando così in vantaggio il Torrellas Blu. Marco Schirru ha pareggiato i conti battendo per 3-0 Luigi Congiu e la formazione Gialla si è poi portata in vantaggio vincendo il doppio, con Maurizio Piano e Pusceddu che hanno regolato per 3-0 la coppia formata da Antonio Cingolani e Migliaccio. A dare il punto della vittoria ai 'gialli', ci ha poi pensato Pusceddu che ha battuto, non senza difficoltà, Cingolani per 3-1.

Nella seconda parte di giornata, poi, è scesa in campo la Marcozzi che con Cesare Mozzi, Stefano Sedda, Giuseppe Lepori e Mauro Serra di riserva ha affrontato La Saetta Rossa. Per i marcozziani un 3-0 messo in discussione solo da Alessandro Concu che contro Sedda ha ceduto ai vantaggi del quinto set.

Anche l'incontro fra La Saetta Verde e la Torrellas Gialla ha visto prevalere gli ospiti, per 3-1. Nella formazione capoterrese è sceso in campo da titolare Maurizio Piano, che nel match contro Alberto Manos ha incontrato iniziali difficoltà a trovare il gioco giusto contro le puntinate avversarie, ma dopo aver perso nettamente il primo set è riuscito a trovare la strategia giusta, grazie anche ai consigli dei compagni in panchina, e ha vinto i successivi tre set. Partita ancora più 'tirata' quella fra Marco Schirru e Giordano Sini, con il portacolori della Torrellas Gialla che in svantaggio due set a zero e 9-5 è riuscito a risalire la china e, vincendo 11-9 tutti e tre i set, a sconfiggere l'avversario 3-2. Per gli ospiti sembrava in discesa il doppio, formato ancora una volta da Piano e Pusceddu, ma dopo aver vinto il primo set hanno perso il bandolo della matassa e il duo Manos-Sini è riuscito infine a prevalere. Piano è poi sceso in campo contro Sini ed è riuscito a vincere per 3-1 dando così la vittoria alla sua squadra.

Chi vincerà il girone credo si deciderà solo all'ultima giornata nello scontro fra Torrellas Gialla e Marcozzi, sempreché La Saetta Verde, che nel prossimo concentramento affronterà proprio i marcozziani, non vada a rinforzare ulteriormente la squadra, visto che potenzialmente ha a disposizione giocatori del calibro di ChristianFerro o Gianluca De Vita; nel qual caso avrebbe le potenzialità anche per fare lo sgambetto a Mozzi e compagni, rientrando in corsa per la vetta in un eventuale arrivo con tre squadre al primo posto.

Nella foto il Muravera TT "A" che ha superato il turno nella Europe Trophy in Portogallo

Autore
https://www.infooggi.it - Il Diritto Di Sapere

Entra nel nostro Canale Telegram!

Ricevi tutte le notizie in tempo reale direttamente sul tuo smartphone!

Esplora la categoria
Sport.