Tira e molla Pd-M5s su legge elettorale. Renzi a Vicenza: contro corruzione regole chiare

3
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
VICENZA, 16 GIUGNO 2014 - Prosegue lo scontro-incontro sulla nuova legge elettorale fra i 5 stelle e...

VICENZA, 16 GIUGNO 2014 - Prosegue lo scontro-incontro sulla nuova legge elettorale fra i 5 stelle e il governo di Matteo Renzi. Il M5s ha infatti inviato a quest'ultimo una lettera aperta, all'interno della quale vengono definiti i termini della proposta del movimento, ovvero la riforma denominata «Democratellum». Beppe Grillo è intervenuto proprio su questo tema, scrivendo sul suo profilo Facebook: "Noi facciamo sul serio. Questa è la lettera che abbiamo appena mandato a Renzi. Diffondete".

Nel frattempo, il presidente del Consiglio ha presenziato oggi all'incontro di Confindustria a Vicenza, durante il quale ha parlato della propria ricetta per il successo delle riforme: "Chiarezza sulle regole ma semplicità e sblocco degli interventi immediati". "Non prendiamoci in giro - ha detto Renzi - le tangenti non nascono dalle semplificazioni ma da un sistema complicato, arzigogolato basato per decenni su varianti, interventi in corso d'opera". Il premier ha inoltre assicurato che questa sarà una "settimana decisiva per le riforme".

Sicuro delle possibilità di successo del suo governo, Matteo Renzi ha infine affermato: "Da qui a un anno iniziamo a rendere semplice il pagamento: è una rivoluzione. Non mollo di mezzo centimetro: andiamo avanti a testa alta. Noi ci giochiamo faccia e tutto il resto, in un progetto di riforme che renda la burocrazia una cosa normale, il fisco una cosa semplice, le infrastrutture una cosa veloce, la giustizia una cosa degna di questo nome e l’Italia un Paese più bello di come lo raccontiamo".

Valentina Vitali

(Foto: www.italyworknews.it)

InfoOggi.it Il diritto di sapere