Trovato in possesso di 5.000 euro falsi, un arresto in Calabria

522
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
REGGIO CALABRIA 14 MARZO - Oltre 5.000 euro contraffatti sequestrati e l'arresto di un u...

REGGIO CALABRIA  14 MARZO  - Oltre 5.000 euro contraffatti sequestrati e l'arresto di un uomo di Soriano Calabro (VV) rappresentano l'epilogo di un'articolata attivita' di polizia giudiziaria condotta dalla compagnia della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Una pattuglia delle fiamme gialle, insospettita dalla presenza di un veicolo in sosta in prossimita' di uno svincolo della tangenziale, ha proceduto ai controlli di rito nei confronti degli occupanti del mezzo, una coppia di quarantenni dimoranti nel Vibonese. I militari hanno rilevato, a carico dell'uomo, diversi precedenti penali e giudiziari. 

   Le successive attivita' di controllo, e la perquisizione personale, proseguite in caserma e svolte anche mediante l'ausilio delle unita' cinofile della compagnia pronto impiego di Reggio Calabria, hanno permesso di rinvenire, in una tasca del giubbotto dell'uomo, custoditi in una busta di cellophane bianco, 3.770 euro in banconote da 20 e da 50 e, in una tasca anteriore del suo pantalone, 160 euro in banconote da 20 euro e da 50. A questo punto, i finanzieri reggini, constatata la flagranza del reato di spendita di monete falsificate, hanno attivato il gruppo della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, competente per territorio, che ha effettuato una perquisizione domiciliare nell'abitazione dell'uomo, a Soriano Calabro e la perquisizione di un furgone rinvenuto nella disponibilita' dell'uomo. 

   Sono stati cosi' trovati, nei diversi luoghi sottoposti alle verifiche delle fiamme gialle, ulteriori 1.210 euro, suddivisi in banconote contraffatte di taglio compreso tra i 5 e i 100 euro, circa 21 grammi di hashish, in un involucro trasparente occultato all'interno del contenitore di un detersivo, e un bilancino di precisione. Al termine delle operazioni, vista la flagranza del reato, l'uomo e' stato arrestato per i reati di spendita e introduzione nello stato di monete falsificate. L'uomo e' stato sottoposto alla detenzione domiciliare, cosi' come disposto dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Reggio Calabria.

InfoOggi.it Il diritto di sapere