Uccide il padre: al funerale, "non era un mostro, era gentile"

496
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 23 MAGGIO - "Lorenzo era una vittima anche lui. Lo conoscevo da quando era piccolo ed è ...

ROMA, 23 MAGGIO - "Lorenzo era una vittima anche lui. Lo conoscevo da quando era piccolo ed è sempre stato un buono, debole si ma non cattivo". A raccontarlo una conoscente di Lorenzo Sciacquatori che era al funerale e abita di fronte al palazzo di Monterotondo Scalo in cui il 42enne viveva con la famiglia. "Lo hanno rovinato le cattive frequentazioni. - dice - purtroppo basta attraversare la strada e dietro le case popolari l'ambiente è completamente diverso".

In chiesa oggi c'erano molte persone, anche anziani e bambini per l'ultimo saluto a Lorenzo. "Era giusto esserci - dicono in tanti - non era un mostro". Due anziane che abitano nella stessa strada raccontano: "Non era come lo hanno descritto, era una brava persona perciò c'era tanta gente. Dentro casa non sappiamo cosa succedeva ma fuori era sempre gentile". Alcuni parlano dell'assenza della figlia e della compagna. C'è chi crede che sia stato giusto: "per evitare l'assalto delle telecamere" e chi al contrario pensa "dovevano esserci per rispetto al defunto".

InfoOggi.it Il diritto di sapere