"Voglio fare sentire la mia musica", il sogno di un giovane palermitano

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
La rubrica Note e Parole nell'ambito dell'iniziativa “Dai voce alla tua musica”, ospita ...

La rubrica Note e Parole nell'ambito dell'iniziativa “Dai voce alla tua musica”, ospita oggi il contributo di Daniele Davì, ragazzo di Palermo, nato l’11 Agosto del 1984. Genere: Rock-pop italiano ed internazionale

Daniele Davì è un giovane palermitano che della musica ha fatto una ragione di vita. Fin da bambino mostra interesse per la musica e viene affascinato dai grandi autori italiani come Mina e Lucio Battisti, ed internazionali come i Pink floyd. A soli 11 anni Daniele inizia ad ascoltare la musica dei Deep Purple che gli da la spinta per iniziare a cantare. Incuriosito da come riuscissero a cantare con falsetti e note alte, passa intere giornate nella sua stanza a cantare cercando di riprodurre ciò che cantavano i suoi idoli. Nonostante la sua profonda passione però fino ai 17 anni le sue uniche esibizioni sono all’interno di casa sua o in qualche garage con amici.

Daniele mostra un forte amore per la musica e lo dimostra in quello che fa ed in quello che dice: “Un musicista che ha qualcosa da dire difficilmente si sta a casa senza fare nulla, io voglio fare sentire e conoscere la mia musica”. Dal 2009 si esibisce con regolarità, e per tre anni ha fatto parte di un gruppo metal gli “MK Ultra” con cui ha inciso un mini disco di quattro brani.

Da un anno porta avanti un progetto tributo a Lucio Battisti con un nuovo gruppo i “Non dire no” con cui si esibisce live nei locali di Palermo e provincia.

Come solista sta partecipando al Sicilia Vocal Talent dove canta prevalentemente cover eccetto un suo inedito.
A breve inoltre partirà il progetto “Daniele Davì & quello che conta” con altri musicisti palermitani sia emergenti che più conosciuti come Francesco Vannini. Il genere su cui si basa la loro musica è il rock- pop italiano. Con questo progetto farà conoscere alcuni dei suoi inediti come “Colpevole” e “Ci riuscirò”. 

 

 

 

 

Leandra Di Caccamo

InfoOggi.it Il diritto di sapere