25 anni insieme a Marvel Italia e Panini Comics

472
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 16 MAGIO - 25 anni da ricordare, 25 anni da celebrare! E soprattutto un momento topico pe...

ROMA, 16 MAGIO - 25 anni da ricordare, 25 anni da celebrare! E soprattutto un momento topico per l’editoria italiana che non si può fare a meno di memorizzare, perché la fondazione della filiale italiana della Marvel, in casa Panini, segnò nel 1994 lo spartiacque tra le pubblicazioni dei supereroi “stanleeniani”, fino al 1993 pubblicate in Italia da ben quattro editori diversi (ndr - Star Comics, Play Press, Comic Art e Max Bunker Press) con il passaggio nel 1994 ad un unico editore. 

Sparirono così dalla circolazione le oltre venti pubblicazioni Marvel, differenti nel prezzo e nei formati editoriali, e si arrivò all’unificazione del parco supereroistico più famoso del mondo sotto un’unica etichetta: quella della Marvel Italia. 

Questo vero e proprio “botto” fece clamore, perché noi che c’eravamo non avevamo ancora né social, né web e di questa gloriosa avventura, se ne parlava quasi clandestinamente nelle fiere e negli eventi dedicati al fumetto. 

Da allora ad oggi, tutto è cambiato e l’impatto di ieri è oggi ben documentato nello splendido volume celebrativo con tutti i primi cinque numeri zero che nell’aprile di 25 anni fa hanno rappresentato l’inizio della nuova era della Marvel nel nostro paese. 

Ideale per vecchi e nuovi fans della “casa delle idee”, questo imperdibile volume raccoglie e ripropone le indimenticabili cover dei bravissimi autori italiani che furono protagonisti di questo “star event”, a partire da quella folgorante dell'Uomo Ragno di Claudio Castellini, fino agli spettacolari X-Men dell’encomiabile Pino Rinaldi, per non parlare poi degli enciclopedici redazionali curati a livello maniacale nel più rigoroso dettaglio. 

Lo stupore di noi che c’eravamo, oggi è patrimonio di tutti grazie a questo imperdibile “cimelio” che è già storia. 

Excelsior!

Maurizio LOZZI


InfoOggi.it Il diritto di sapere