Allerta meteo, è scontro tra Rossi e Nogarin

54
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
LIVORNO, 11 SETTEMBRE – Se le condizioni meteo in Toscana sembrerebbero essersi avviate verso ...

LIVORNO, 11 SETTEMBRE – Se le condizioni meteo in Toscana sembrerebbero essersi avviate verso una progressiva stabilizzazione, altrettanto non può dirsi per le polemiche sorte all’indomani della vera e propria alluvione che ha travolto, tra gli altri, il comune di Livorno, mietendo ben sei vittime.

A rappresentare il pomo della discordia, il “colore” dell’allerta diramata dalla Regione Toscana: arancione. In seguito alla comunicazione del livello di allarme, nella città di Livorno non sarebbero state prese precauzioni adeguate al fenomeno temporalesco che ha poi colpito la popolazione.

Per Enrico Rossi, presidente della Regione, il “colore” era adeguato: non soltanto un’allerta arancione consentirebbe l’adozione di qualsivoglia misura preventiva atta ad evitare i danni più gravi, ma la differenza rispetto a quella di grado superiore sarebbe limitata esclusivamente all'estensione del fenomeno ed all'eventuale coinvolgimento di grandi corsi d'acqua. Di avviso diverso, invece, il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, per il quale “c’è differenza tra un livello di allarme rosso ed uno arancione”.

Il primo cittadino ha ricordato come “in occasione di questi eventi è un grande classico arrivare alla polemica”, sottolineando invece l’esigenza di ottimizzare il funzionamento delle operazioni di soccorso per aiutare chiunque ne abbia bisogno, in quanto “non c’è tempo per andare avanti con sterili discussioni”.

Nella giornata di oggi anche Rossi è nuovamente intervenuto con i giornalisti, affermando che “quando scatta un’emergenza, si risponde con una reazione adeguata”, e rispedendo al mittente le critiche sulla scelta dell’allerta arancione. “A Pisa, con lo stesso codice di allerta, sono state informate tutte le famiglie (a differenza di Livorno ndr)”. “Il sistema di allerta è stato codificato, e a livello nazionale la Protezione Civile ne ha stabilito uno uguale per tutti” ha poi proseguito il governatore.

Solidarietà al sindaco di Livorno è invece arrivata da Antonio Decaro, primo cittadino di Bari e presidente dell’Anci, che ha definito “intempestive ed inopportune le polemiche sull’allerta meteo”, ricordando invece le difficoltà che i sindaci devono affrontare in queste circostanze. Spesso, infatti, "i primi cittadini sono privi degli strumenti e delle informazioni" per valutare effettivamente l’entità delle comunicazioni che ricevono, e questo è suscettibile di ripercuotersi sulle risposte che vengono date nei momenti di crisi, ha dichiarato Decaro.

Superata la fase critica, sono ora cominciate le operazioni per il ripristino della normalità tanto da parte del Comune quanto della Regione, che starebbero collaborando dalle 6 del mattino di ieri, stando a quanto affermato da Rossi. Intanto, la Regione Toscana ha chiesto l’affidamento di poteri straordinari per fronteggiare l’emergenza e procedere alla realizzazione tempestiva di opere di messa in sicurezza del territorio.

Paolo Fernandes

Foto: meteoweb.eu

InfoOggi.it Il diritto di sapere