• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Calcio: Il "CalciaStorie", storie di integrazione dal profondo del calcio

Liguria

GENOVA, 25 FEBBRAIO 2015 -  Entra nel vivo anche a Genova il progetto di Lega calcio Serie A e Uisp – Unione Italiana Sport  Per tutti, in collaborazione con l’Aic - Associazione Italiana Calciatori, Sky, Telecom e Panini, e il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, “Il CalciaStorie – storie di integrazione dal profondo del "calcio”, che coinvolge 15 città italiane, sedi di club di serie A, con la partecipazione attiva del Genoa CFC e dell’ UC Sampdoria.

[MORE]

Finalità del progetto
“Il CalciaStorie” nasce da un’idea di Lega calcio Serie A per utilizzare al meglio i fondi derivanti dalle multe comminate alle squadre per gli insulti razzisti ad opera delle tifoserie, al fine di promuovere uno sport ed una cultura sportiva interculturale, che tenga conto delle differenze di usanze, lingua, religione e convinzioni dei protagonisti stessi dello sport.


Uisp è da sempre tra le associazioni di promozione sportiva più impegnate nel campo dell’integrazione sociale attraverso lo sport; per questo Lega calcio Serie A ha voluto coinvolgere proprio l’Uisp in un progetto che mira a ricostruire il valore dell’integrazione attraverso il recupero della “memoria” ed il “racconto di storie” particolarmente significative nel mondo del calcio.
“Il CalciaStorie” si pone l’obiettivo di contribuire a ridurre comportamenti razzisti e xenofobi nel mondo del calcio, grazie anche alla collaborazione dei club di serie A, che impegneranno i propri “testimonial”, calciatori della prima o della Primavera, o comunque figure societarie attive nel mondo del sociale.

Le azioni del progetto a Genova
A Genova saranno gli studenti di due classi del biennio del Liceo Scientifico Statale Luigi Lanfranconi i protagonisti delle azioni previste dal progetto: percorsi formativi che utilizzeranno storie di calcio e integrazione come filo conduttore, attività e laboratori sull’antirazzismo e l’integrazione nello sport.

Tutti gli appuntamenti saranno guidati dagli operatori sportivi del Comitato Uisp di Genova, con l’obiettivo di produrre un elaborato finale che abbia come punto focale il racconto di una storia di calcio ed integrazione riguardante un calciatore di Genoa e Sampdoria. Nello specifico, i lavori e gli elaborati si concentreranno sulla figura di Eddie Firmani, calciatore di origine sudafricane, militante nelle fila sampdoriane per tre stagioni (1955-1958) e per due stagioni (1961-19639 in quelle genoane.


Nel corso dell’anno scolastico sono previsti diversi incontri in orario curriculare, ed altri in orario extracurriculare, ed un “role-play” (gioco di ruolo) sui temi del progetto stesso. Genoa e Sampdoria metteranno a disposizione materiale, testimonianze dirette ed indirette.

Cosa succederà giovedì 26 febbraio al Liceo Lanfranconi di Sestri Ponente
A partire dalle ore 10, dopo un’introduzione generale da parte della responsabile nazionale Uisp del progetto, Daniela Conti, e del referente locale, Tommaso Ricci, verrà proiettato il filmato realizzato dal giornalista di Sky, Federico Buffa, riguardante il libro “Dallo scudetto ad Auschwitz” dell’autore Matteo Marani: storia dell’allenatore ebreo Arpad Weisz.


Al termine della proiezione, gli studenti avranno la possibilità di incontrare e porre domande ai testimonial di Genoa e Sampdoria, che hanno dato da subito disponibilità a partecipare al Progetto e “lavorare” con i ragazzi. La società rossoblù sarà presente con il francese Sebastien De Maio mentre i colori blucerchiati saranno rappresentati dall’argentino Ezequiel Muñoz.
Saranno presenti, inoltre, Fabio Santoro e Roberto Stecca, rispettivamente direttore Marketing e dirigente del Centro studi della Lega calcio Serie A. Modererà l’incontro Michele Corti, presidente di USSI Liguria.

 

Pasquale Rosaci (fonte immagine: legaseriea.it)