Calcio, serie A: tutti i risultati della nona giornata di campionato

by Fabrizio De Gregorio23/10/20163
Condividi Tweet Pin it

 ROMA, 23 OTTOBRE - Il Milan difende la seconda posizione in classifica sconfiggendo la Juventus campione d’Italia, dimostrando che Montella e la squadra dei giovani sono all’altezza del campionato. Nell’altro anticipo la Sampdoria si è aggiudicata il derby della Lanterna.

Nelle gare giocate domenica, exploit esterni per Napoli e Fiorentina, l’Udinese supera il pescara pari tra Torino e Lazio, oltre che tra Empoli-Chievo e Bologna-Sassuolo, sconfitta dell'Inter a Bergamo contro l'Atalanta. Nel posticipo serale la Roma travolge 4 a 1 il Palermo e raggiunge il Milan in seconda posizione

Sampdoria 2 – Genoa 1

Va alla Sampdoria il 113° derby della Lanterna, primo anticipo della nona giornata di andata di Serie A. Al 'Ferraris', i blucerchiati si sono imposti sul Genoa per 2-1: vantaggio al 12' di Muriel, pareggio rossoblu' di Rigoni e, al 2' della ripresa, autorete di Izzo. Nel recupero del primo tempo, Perin ha parato un rigore a Quagliarella. In classifica, la squadra di Giampaolo sale a 11 punti, mentre quella di Juric, oggi squalificato e sostituito in panchina da Corradi, resta ferma a quota 12.

Milan 1- Juventus 0

I campioni d'Italia cadono al 'Meazza', battuti per 1-0 dal Milan grazie alla rete decisiva, siglata al 20' della ripresa, da Locatelli, che conferma il Milan al secondo posto in classifica. Il match e' come te l'aspetti: i campioni d'Italia fanno la partita, i rossoneri si 'incendiano' con Niang e Bacca, agendo in velocità. Il Milan cresce a metà tempo e al 25' Buffon respinge un corner di Suso, mettendo in condizione Paletta di tirare dal limite, rimediando un altro angolo. Al 31' Dybala, tentando un pallonetto da lontano, si infortuna: dentro Cuadrado.'Giallo' al 36': punizione di Pjanic, Bonucci va in spaccata ma non tocca la sfera, che si insacca alle spalle di Donnarumma. La posizione e' regolare ma Rizzoli, dopo essersi consultato con i suoi assistenti, ha annullato il gol.

Avvio di ripresa con Higuain che, su imbeccata di Dani Alves, non centra lo specchio. La partita resta equilibrata e cosi', al 20', arriva un gioiello del baby Locatelli: Suso lo invita ad entrare in area, il 'vice-Montolivo' scarica una sassata di destro che si infila sotto la traversa. Sinistro senza ambizioni di Hernanes al 25', Cuadrado spreca una grande ripartenza di Higuain al 27'. Nel finale le due formazioni accusano un po' la stanchezza e, nonostante qualche inserimento dalla panchina, manca la lucidita', anche se la Juve prosegue l'assalto, con Pjanic che al 39' rifila una scarpata in faccia a Donnarumma in uscita. Il quale poi, in pieno recupero, salva su Khedira.

Udinese 3 – Pescara 1

L'Udinese, rigenerata dalla cura Delneri, ha vinto il lunch match della nona giornata della serie A, superando per 3-1 un comunque combattivo Pescara. Alla Dacia Arena ha deciso la sfida la doppietta firmata da Thereau (rigore nel primo tempo, tap in nella ripresa) e il penalty trasformato all'ultimo da Zapata. Inutile, invece, il gol siglato a 15' dal termine da Aquilani. I tifosi friulani possono quindi finalmente sorridere e non devono disperare quelli abruzzesi: anche oggi i "delfini" hanno dimostrato di poter competere nella massima categoria.

Crotone 1 – Napoli 3

Il Napoli espugna lo Scida di Crotone, alla "prima" in serie A, evidenziando una netta differenza tra le due squadre. Callejon porta in vantaggio i partenopei, poi il Napoli rimane in 10 per il rosso diretto a Gabbiadini al 31' (fallo di reazione da terra), ma segna subito il raddoppio con Maksimovic mettendo in freezer il match. Il Crotone, quinto ko di fila, segna anche nel finale con Rosi (1-2), ma rimane sempre ultimo con un solo punto e sempre in bilico rimane anche la panchina di Nicola.

Torino 2 – Lazio 2

Una rete di Iago Falque nel primo tempo aveva illuso il Torino di Mihajlovic di poter avere vita facile sulla Lazio che invece dopo l'intervallo torna in campo con maggiore determinazione arrivando prima al pari con Immobile (che non esulta), poi segnando la rete del vantaggio con Murgia di testa a seguito di un angolo. Ai granata e' servito nel finale un penalty contestato dai laziali e trasformato da Ljajic per chiudere sul 2-2.

Cagliari 3 – Fiorentina 5

Dopo 35 giorni di astinenza, la Fiorentina torna alla vittoria in campionato bissando quanto fatto giovedi' in Europa League sul campo dello Slovan Liberec. I viola sbancano il Sant'Elia, subendo la rete locale di Di Gennaro in avvio e poi mettendo il turbo ed in 20' segnando quattro gol con Kalinic e Bernardeschi (doppietta a testa). Poi nella ripresa ancora kalinic e poi Capuano e Borriello fissano il finale sul 3-5. In attesa del recupero con il Genoa, la classifica viola adesso e' piu' consona alle aspettative della piazza.

Atalanta 2 – Inter 1

Sconfitta per l'Inter di Franck De Boer in casa dell'Atalanta. Eder su punizione nella ripresa risponde alla rete segnata nel primo tempo da Masiello, ma sul finire di match Santon atterra Kessie provocando il rigore per gli orobici che Pinilla trasforma condannando i nerazzurri alla terza sconfitta consecutiva.

Empoli 0 – Chievo 0

Pari senza reti tra Empoli e Chievo con un unico sussulto: un gol non gol che ha fatto esultare Gamberini e i suoi compagni, ma che grazie alla tecnologia si e' rivelato non essere entrato completamente al di la' della linea di porta.

Bologna 1 – Sassuolo 1

Un Bologna bello ma "sciupone" ha pareggiato, per 1-1, contro il Sassuolo. Allo stadio Renato Dall'Ara, hanno deciso il derby emiliano l'ottimo Verdi (in gol al 10') e Matri (in rete all'86'). Risultato stretto per i felsinei per quanto prodotto durante la gara. Dopo tante occasioni sprecate i felsinei sono stati "beffati" dallo spento ma volitivo club neroverde.

Roma 4 - Palermo 1

Senza dover neppure faticare, la Roma travolge 4-1 il Palermo e torna al secondo posto, al pari del Milan, con 19 punti, a due sole lunghezze dalla Juventus. Si aprono spiragli interessanti per la squadra di Spalletti, forse adesso principale antagonista dei campioni d'Italia. Sono Salah, Paredes, Dzeko ed El Shaarawy i protagonisti della goleada ai rosanero, in gol con Quaison ma mai veramente in partita, anche perche' penalizzati dalle incertezze di Posavec, almeno nei primi due gol. Ha fatto davvero poco la formazione di De Zerbi, fino a stasera l'unica a non aver perso in trasferta, ma che ha incassato altre quattro reti dopo quelle subite lunedi' scorso dal Torino. Scatta l'allarme in casa Palermo per una salvezza che rischia di complicarsi.

Classifica

Juventus 21

Roma 19
Milan 19
Napoli 17
Torino 15
Lazio 15
Chievo 14
Atalanta 13
Sassuolo 13
Cagliari 13
Fiorentina 12
Genoa 12
Bologna 12
Inter 11
Sampdoria 11
Udinese 10
Pescara 7
Palermo 6
Empoli 6
Crotone 1