Cina: stasera il summit Sco, l'anti G7

by Alessia Panariello in Economia09/06/201829
Condividi Tweet Pin it

CINA, 9 GIUGNO – Mentre i Grandi della terra sono impegnati in Canada per il G7, dall'altra parte del mondo, a Qingdao, si riunisce il vertice dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shangai (Sco), club regionale con Cina e Russia come Paesi capofila.

In un vertice di due giorni i capi degli Stati membri dell’orbita russo-cinese intendono avanzare progetti di crescente integrazione, proprio mentre il G7 è alle prese con tensioni e divisioni senza precedenti. All’incontro è arrivato anche il presidente iraniano Hassan Rohani, in qualità di presidente di un Paese osservatore.

Oltre a Pechino e Mosca, tra gli Stati membri ci sono India, Pakistan e le repubbliche asiatiche ex sovietiche del Kazakistan, l’Uzbekistan, il Kirghizistan e il Tagikistan.

Gli argomenti centrali dell’agenda saranno commercio, investimenti e sviluppo della cooperazione regionale. La Cina spinge per una partecipazione dei Paesi Sco al suo progetto per una nuova Via della Seta ( “One Belt One Road”) – ma l’India è molto riluttante – e si discuterà probabilmente del potenziale di un accordo di libero scambio per l’area. Sul menù spiccano anche questioni di sicurezza, lotta al terrorismo e al narcotraffico, cybersicurezza e cooperazione transfrontaliera anti-crimine.

Quando ieri il presidente americano Donald Trump ha proposto di ritornare al formato G8, reintegrando la Russia, e il Cremlino ha replicato che Mosca si sta concentrando su “altri formati”, il riferimento è sembrato proprio alla Shanghai Cooperation Organization, oltre al G20.
Ieri il presidente russo Vladimir Putin è stato accolto con tutti gli onori a Pechino da Xi, per una visita di Stato alla vigilia del meeting odierno.

Qingdao è blindata da giorni per l’evento. I leader dell’Organizzazione di Shangai ascolteranno il discorso introduttivo di Xi alle 19.45 locali, quando in Italia sarà notte fonda.

Fonte immagine: voce.com.ve

Alessia Panariello