Corleone: Morra, bene Di Maio, M5s non vuole i voti dei mafiosi

172
Scarica in PDF
ROMA, 24 NOVEMBRE - "La decisione di Di Maio dimostra che la lotta ai clan e' una priorita' del...

ROMA, 24 NOVEMBRE - "La decisione di Di Maio dimostra che la lotta ai clan e' una priorita' del M5s, non vogliamo i voti mafiosi". Lo sostiene, intervistato da 'La Stampa', Nicola Morra, presidente dell'Antimafia che lancia anche l'allarme sulla Tav e le grandi opere in genere: "Le mafie non sono piu' coppola e lupara da vent'anni. Si fanno rappresentare dai colletti bianchi. Proprio per questo uno degli obiettivi in Commissione antimafia sara' responsabilizzare gli ordini professionali, per convincerli a segnalare comportamenti anomali da parte degli associati". "Rivolgo il mio appello - insiste - soprattutto a chi pensa che certi territori siano immuni: fate attenzione ai grandi ribassi. Se i margini si riducono di molto, questo contenimento dei costi vorra' dire qualcosa. Sono le imprese sane, danneggiate dal mancato rispetto delle regole, a dover segnalare comportamenti altrui irrazionali. Le ditte mafiose fanno sparire quelle sane".  

InfoOggi.it Il diritto di sapere