• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Coronavirus: prefettura, stop calcio e basket a Piacenza

Emilia Romagna > Piacenza

Coronavirus: prefettura, stop calcio e basket a Piacenza Sospesa partita Lega Pro del Piacenza e in serie D Fiorenzuola 

ROMA, 21 FEB - Nessun allarme, ma prudenza e attenzione, nel rispetto delle decisioni della autorità. Anche il mondo dello sport risente contraccolpi per il contagio da coronavirus in alcuni centri del Lodigiano e si muove di conseguenza. In serata la prefettura di Piacenza ha disposto la sospensione di tutte le attività sportive previste nel fine settimana a cominciare dalla partita di Lega Pro tra Piacenza e Sambenedettese, rinviata a data da destinarsi, fa sapere la Lega Pro nel prendere atto della decisione della Prefettura. 

Sospesa anche quella di serie D tra Fiorenzuola e lentigione e l'incontro di basket (serie B) tra Bakery Piacenza e Jesi. Se i grandi eventi del calcio, del basket, del volley e di altre discipline per ora sono confermati, alcuni campionati hanno risentito dell'emergenza, nel calcio per quanto riguarda le serie minori e nella pallavolo, con la Fipav che ha fermato alcuni gironi di Lombardia ed Emilia di serie B maschile e femminile. 

Per il calcio, il Comitato lombardo della Lega Dilettanti ha rinviato 43 incontri, al momento, sui 502 in programma nel fine settimana, e per domani è prevista una verifica. Si attendono richieste di altri rinvii. 

Le società hanno però tempo fino a domani alle 12 per chiedere eventuali altri rinvii: la situazione, si sottolinea dalla Lega Dilettanti, è in evoluzione, e altre squadre con tesserati provenienti dalle zone interessate all'isolamento, dirigenti, tecnici o calciatori, potrebbero avere difficoltà a raggiungere il luogo delle partite. 

Anche per questo, tra gli incontri sospesi nei diversi campionati - dalle juniores femminili all'Eccellenza - vi sono partite nei comuni del Lodigiano, ma anche di Milano e Pavia. Nessuna richiesta di stop a manifestazioni pubbliche e' arrivata ai vertici dello sport italiano, e da Brescia-Napoli di stasera a Inter-Samp di domenica al Meazza tutto procede come previsto. 

La Federcalcio è in continuo contatto col ministero della Salute ed ed è pronta ad intervenire se le condizioni dovessero cambiare, mentre il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, sottolinea che in merito alle partite previste nel fine settimana in Lombardia, "la situazione è monitorata costantemente, in stretto collegamento con le autorità". 

Nei dieci comuni del Lodigiano coinvolti dall'emergenza, la Regione Lombardia ha emesso un'ordinanza che vieta "la partecipazione ad attività sportive per i cittadini residenti /circa 50mila, ndr). indipendentemente dal luogo di svolgimento della manifestazione" La Federazione pallavolo ha deciso comunque la sospensione dei campionati di serie B maschile (gironi A, B), B1 femminile (gironi A e B) e serie B2 femminile (gironi B, C) della giornata in programma questo fine settimana. La Fipav invita inoltre i Comitati Regionali e Territoriali di Lombardia ed Emilia Romagna (in modo particolare dei territori Cremona, Lodi, Piacenza), così come le Leghe di serie A maschile e femminile di voler prendere analoghi provvedimenti, "a salvaguardia della salute comune"

In aggiornamento 

Coronavirus, 15 casi in Lombardia, due contagiati a Padova. Positivi anche 5 medici

In prognosi riservata un 38enne, infettata la moglie - incinta di 8 mesi - e un amico. Positivi 5 medici che hanno visitato l'uomo e 3 persone di un bar di Codogno. Il "paziente zero" sarebbe imprenditore tornato dalla Cina a fine gennaio. In isolamento 10 comuni

Quindici casi in Lombardia, due casi in Veneto, nel Padovano. Questi gli ultimi aggiornamenti sull'epidemia in Italia:

  1. Contagiato un uomo di 38 anni di Codogno, dipendente della ditta Unilever (GLI SPOSTAMENTI)
  2. Anche la moglie incinta di 8 mesi
  3. Un ragazzo che fa parte dello stesso gruppo podistico del 38enne
  4. Tre clienti che frequentavano il medesimo bar di Codogno (tra i 70 e 80 anni)
  5. Cinque tra medici e infermieri che hanno visitato il 38enne nei giorni scorsi
  6. Altri tre pazienti dell'ospedale di Codogno
  7. I Contagiati in Veneto sono due anziani di 78 e 67 anni residenti in un paese del Padovano ai piedi dei Colli Euganei, Vo' Euganeol

Il contagio

Tra fine gennaio e i primi di febbraio il 38enne - ricoverato in terapia intensiva a Codogno - è andato a cena con un collega tornato dalla Cina, un dipendente della Mae di Fiorenzuola d'Arda (Piacenza) che potrebbe essere il "paziente zero". Quest'ultimo però non presenta sintomi da Coronavirus. Ha invece la polmonite il medico di base che ha prestato le prime cure al 38enne.

Regione Lombardia ha disposto l'isolamento in 10 paesi del Lodigiano 

  1. Codogno 
  2. Casalpusterlengo 
  3. Maleo 
  4. Fombio
  5. Somaglia 
  6. Castiglione d'Adda 
  7. Bertonico
  8. Castelgerundo  
  9. Terranova dei Passerini
  10. Sanfiorano

A Codogno chiusi locali e bar. Casalpusterlengo ha chiuso scuole e nidi fino a martedì, mentre Castiglione d'Adda ha chiuso le scuole fino al 25. 

Bilancio aggiornato

E' di 2.247 morti, 18.440 guariti e  76.497 contagiati nel mondo l'ultimo bilancio ufficiale dell'epidemia di Coronavirus 

Hanno lasciato la Cecchignola dopo la quarantena tutti gli italiani rimpatriati da Wuhan. Migliorano il ricercatore italiano e la coppia di cinesi ricoverati allo Spallanzani.