Crisi di Governo: annullato vertice Pd-M5S

1266
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 27 Agosto - Turbolente indiscrezioni arrivano direttamente da Palazzo Chigi. Dovevano incontra...

ROMA, 27 Agosto - Turbolente indiscrezioni arrivano direttamente da Palazzo Chigi. Dovevano incontrarsi oggi alle 11 le delegazioni del M5S e Pd per il secondo giro di trattative in vista della salita al Colle.
Sembrerebbe invece che tutto sia sfumato, nessun vertice si sta svolgendo in questo momento tra Luigi di Maio, Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti, Andrea Orlando. Sarebbe arrivata una telefonata, dal partito di Di Maio, direttamente dal palazzo al Nazareno, per annullare l'incontro. Zingaretti, in una riunione con i vertici del partito, ancora non commenta il cambio di decisione.

Per i Dem il nodo da sciogliere è sulle ambizioni personali di Luigi Di Maio che vuole fare il Ministro dell'Interno e il Vicepremier. "Su questo non sente ragioni e va avanti a colpi di di ultimatum", affermano fonti Pd. Controbbattono i 5Stelle - "Di Maio non ha mai chiesto il Viminale per il Movimento. Prima per noi vengono i temi".

In un comunicato dei pentastellati appena reso noto, si apprende che - "Rivedremo il Pd quando nei loro organi di partito avranno dato l'ok all'incarico a Conte. Nessun altro incontro fino a quando non avranno chiarito ufficialmente la loro posizione su Giuseppe Conte". Sempre secondo fonti parlamentari Dem, invece, non ci sarebbero veti sulla premiership di Giuseppe Conte, di dubbi invece, ce ne sarebbero sulla carica del vicepremier e dei ministeri più pesanti. 

Questi i temi scottanti che stanno facendo slittare la formazione del nuovo Governo, per ora la trattativa resta bloccata, ma non si esclude che domani nelle consultazioni i due partiti possano dare l'indicazione di Conte premier per poi lasciare a lui verificare, in tempi rapidi, se ci sono le condizioni per formare il governo. Se tutto salterà, c'è già chi ipotizza come data utile per il voto il 10 novembre. 

Zingaretti resta in Regione, non entrerà, se ci sarà, nel Governo M5S-Pd.  Per ora questa è l'unica decisione raggiunta.

Laura Fantini

fonte immagine newsnotizie.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere